Home ATTUALITÀ Vigna Clara, alla Zandonai in fila per la pipì

Vigna Clara, alla Zandonai in fila per la pipì

scuola-zandonai.jpgTre bagni in quattrocento, neanche fossimo in un campeggio di infima categoria. E invece siamo in una scuola nel cuore di Vigna Clara, la Zandonai, malridotta fino al punto che quattrocento maschietti e femminucce si dividono tre bagni in tutto. Anche fare pipì è un problema per le giovani leve di oggi.

Ennesimo capitolo dunque della saga dei bagni nella scuola Zandonai: ieri un gruppo di genitori rappresentanti di classe e membri del consiglio di istituto, dopo una breve riunione sulle scale della scuola, si è recato negli uffici del Servizio d’Igiene e Sanità Pubblica della ASL RM/E per presentare un esposto e chiedere che vengano presi urgenti provvedimenti di fronte ad una deprecabile situazione ormai giunta al collasso.

E’ un decennio che genitori degli alunni e il personale della scuola Zandonai protestano per le pessime condizioni in cui versano i servizi igienici della stessa ma la continua mancanza di risorse economiche da parte del Campidoglio, questo si son sempre sentiti dire, costituiva un insormontabile ostacolo a che fare pipì  fosse la cosa più normale del mondo in quella scuola.

Poi, a dicembre 2012, il problema bagni torna violentemente alla ribalta quando uno sciacquone si stacca parzialmente dalla parete portandosi dietro grossi frammenti di muro che per poco non colpiscono un bambino. Sulla scia del fatto arrivano grandi promesse dal XV Municipio (ex XX) e dal Campidoglio: “con la procedura di somma urgenza troveremo subito il denaro per porre rimedio al problema bagni” (leggi qui).

Denaro però che ancora non è stato trovato. Nel frattempo i problemi non se ne stanno certo con le mani in mano. Infatti già a febbraio scorso i genitori hanno richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco per la messa in sicurezza di alcuni cornicioni pericolanti, motivo per cui sono state montate delle impalcature a proteggere l’ingresso della scuola (leggi qui); impalcature che ovviamente ancora stanno lì e non si sa per quanto ci resteranno.

Poi, siccome quattro water per quasi quattrocento bambini sono oggettivamente un lusso, un mesetto fa lo sciacquone di uno dei quattro ha ben pensato di rompersi e ovviamente, nonostante i fax inviati dalla scuola, ancora non è stato riparato; e così alla Zandonai sono rimasti solo tre bagni: due per i maschietti e uno per le femminucce.

Inoltre già da molto tempo i bambini denunciano che nella mensa si percepiscono forti le esalazioni maleodoranti dei liquami fognari, per cui, oltre al disagio di dover mangiare con il naso tappato, in molti manifestano dubbi sulle condizioni igieniche dei locali.

Per chiudere questa geremiade di danni, la goccia che ha fatto traboccare il vaso e che ha indotto i genitori a partire lancia in resta verso la ASL è stato scoprire, durante le piogge dei giorni scorsi, che in un corridoio un quadro elettrico e due prese, una delle quali relative alla corrente a 380 volt e 16 amp, si trovano sotto due rigogliose infiltrazioni di acqua piovana.

La loro calma ha raggiunto e superato il limite di guardia e ieri mattina un dettagliato esposto è stato lasciato sulla scrivania dei dirigenti della ASL. Ora ai genitori non resta che attendere l’ispezione di quest’ultima e i provvedimenti che vorrà adottare nei riguardi di chi deve adoperarsi per far uscire la scuola da una situazione di perenne emergenza.

Fabrizio Azzali

Visita la nostra pagina di Facebook

4 COMMENTI

  1. Anche la Scuola elementare di Via al VI Miglio è nelle stesse condizioni ( per non parlare dei cornicioni, delle infiltrazioni ecc. ecc. ) , ma i vecchi assessori, anche su questo blog, continuano a dire che gli edifici scolastici del municipio sono in buone condizioni……forse parlano delle scuole private!!

    Luca Cruciani
    Presidente Consiglio Istituto “Publio Vibio Mariano”

  2. Scuola Parco di Veio, Via Fosso del Fontalinetto: quando piove ….piove anche all’interno della scuola ed abbiamo un’infiltrazione vicinissima ad una luce.
    Le condizioni dei bagni sono pietose.
    I canditati dovrebbero venire a vedere le condizioni delle scuole di quartiere.

  3. @ cristiana in quanto candidato verrei volentieri. anche se alcune di queste situazioni le conosco già personalmente, altre tramite segnalazioni di amici e conoscenti.
    Non vorrei che venire proprio ora sembrasse una manovra parac… pre-elettorale, ed è tutto ciò che non voglio essere o apparire tale.
    Comunque prendo nota del suo suggerimento e lo seguirò.
    Se vuole andiamo insieme (lascio la mia mail come sempre).

    Flavio Dessy
    Candidato XV municipio “Lista civica per Marchini sindaco””
    flavio.dessy@libero.it

  4. È ora di controllare come il Municipio spende i soldi pubblici.
    Ne spende tanti e male. In questo caso l ufficio tecnico e l ex assessore ai lavori pubblici Erbaggi hanno pesanti responsabilità!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome