Home ATTUALITÀ Lettori – Ponte Milvio, quei gazebo elettorali vuoti…

Lettori – Ponte Milvio, quei gazebo elettorali vuoti…

gazebo.JPG“Che tristezza quei gazebo elettorali sulla Piazza di Ponte Milvio”. Lo sostiene la nostra lettrice Martina che ci scrive per segnalare, a suo dire, quanto “un certo modo di fare comunicazione politica sia controproducente per gli stessi partiti che li hanno installati. Che messaggio può dare – si chiede – un gazebo con all’interno un tavolo, una sedia, zero persone e nulla più? Anche di domenica, giorno di maggiore affluenza sulla piazza, erano completamente vuoti”.

“Non proprio vuoti – continua Martina – perché dentro ognuno di essi c’era una persona seduta, avvolta in un giaccone, con lo sguardo perso. Quasi quasi mi veniva voglia di portargli un caffè e tenergli compagnia!”.

In effetti, quel gazebo del partito Fratelli d’Italia installato proprio al centro della piazza da circa un mese stride abbastanza col contesto e si spiega solo col fatto che consente la presenza continua di un non certo invisibile manifesto della sua leader.
Più timido il gazebo del PD, che si è installato a ridosso di un chiosco, all’incrocio con viale Tor di Quinto. Più timido ma comunque stridente anche lui.

“Nell’era dei social network, di facebook, di twitter, dove tutti i leader nazionali dei partiti spadroneggiano, nell’era della comunicazione moderna a che serve invadere gli spazi pubblici con una tenda vuota?” si chiede Martina.

Bella domanda, vediamo se qualcuno degli interessati vorrà risponderle.

Visita la nostra pagina di Facebook

7 COMMENTI

  1. Cara Martina, cara redazione di VCB,

    per tanti di noi l’impegno politico nel territorio è attività di volontariato che tentiamo di fare al meglio delle nostre possibilità. Lo facciamo per convinzione e per passione. Perché sentiamo la responsabilità di fare qualcosa per il bene collettivo e per essere coerenti con quel che crediamo giusto. Non posso parlare per gli altri partiti ma unicamente per il Partito Democratico di cui sono coordinatore municipale. La nostra preoccupazione è quella di ridare speranza alla cittadinanza che cambiare con serietà è possibile ma che per far questo è indispensabile coinvolgersi direttamente. Per tre volte abbiamo organizzato le primarie per scegliere il candidato a capo della coalizione del centro sinistra e tre milioni di persone hanno scelto Pierluigi Bersani. Sola questa coalizione ha fatto poi primarie serie per scegliere i candidati al Parlamento. Nel nostro municipio abbiamo organizzato seggi nei Circoli e gazebi in alcune piazze. Centinaia di volontari hanno permesso questo e il loro impegno va riconosciuto e apprezzato. Poi che vi siano ancora tante carenze organizzative e di efficienza lo sapiamo benissimo ma non mancherà l’impegno per fare meglio. La consapevolezza delle cose che non funzionano ci spingono a proporre un modo diverso di fare politica : coinvolgere direttamente i cittadini affinché assumano la responsabilità delle scelte che si fanno e abbiano il potere di verificare che quel che si promette si realizzi. A non lasciare solo qualche iscritto infreddolito a mantenere i gazebi aperti o i circoli funzionanti.
    Vorremo che i nostri circoli e le nostre sedi siano spazi democratici per un confronto costruttivo le associazioni, con i cittadini che vogliono coinvolgersi e assumere responsabilità. La politica è mediazione, fatica, capacità di assumere i problemi e fare di tutto per risolverli. Non per difendere privilegi di pochi ma per il bene comune della collettività. Chi si candida lo deve fare appunto per difendere il bene comune e non gli interessi corporativi di pochi. L’onestà, la trasparenza, la competenza, il consenso con le comunità locali sono i criteri attraverso cui il Partito Democratico chiama i cittadini ad esprimersi per scegliere, a ogni livello dal governo nazionale, al parlamento, alle liste regionali, il prossimo fine settimana. Faremo poi le Primarie per scegliere i candidati a sindaco di Roma e al presidente del XX municipio. faremo le liste sentendo il parere dei cittadini in modo aperto e trasparente. C’è chi continua a dire che i partiti sono tutti uguali e vuole dare un voto di protesta. Noi vorremo convincere tutti che è più utile la proposta e l’assunzione diretta di responsabilità. E per questo continuiamo a sperare e a lavorare , con tutti i mezzi, affinché i cittadini onesti e capaci possano rappresentarci nelle istituzioni con un mandato di cui devono dar conto ai cittadini.
    Vincenzo Pira
    Coordinatore PD XX Municipio

  2. Mi viene da ridere.senza contare che quei tendoni glieli paghiamo noi.mentre c’è chi ogni volta deve richiedere OSP autorizzazioni, comprarsi e montarsi soli il gazebo e sentirsi personaggi che passano e dicono “guardate che vigna clara è nera andatevene”. Io credo che ci vorrebbero meno promesse e meno parole e piu contatto con la cittadinanza. Il tendone politico vuoto è la prova di come la politica si sia rapportata ai cittadini negli ultimi anni!
    Questo modo di fare politica non mi rappresenterà mai.
    Sig.pira per nostra fortuna mancano 5 giorni dopo di che la finirete con promesse parole e sermoni su quanto è stato fatto.
    Noi ci subiremo altri 3 mesi di manifesti elettorali pd pdl leli e co per le amministrative? Spero di no visto che i cittadini non vogliono le vostre facce a guardarli mentre fanno i 100 metri ad ostacoli tra le plance elettorali.

  3. Vedi, caro Matteo, io sono un militante del Partito Democratico e cerco di contribuire con il mio tempo e con le mie competenze alla presa di coscienza da parte dei miei connazionali al senso di appartenenza come cittadini degni di questo nome in questo nosto Paese. L’impegno e la partecipazione sono richiesti in democrazia. Ne definiscono i contorni e ne danno corpo. La lontananza ne decreta lo scadimento con tutte le distorsioni possibili. Lo spettacolo penoso che la politica sta offrendo alla nostra vista deriva proprio dalla mancanza di partecipazione e dalla mancanza di assunzione di responsabilità dei cittadini i quali si ricordano della politica solo quando hanno bisogno di qualche favore. Un po’ come ci si interessa dello stato della sanità solo quando stiamo male e abbiamo bisogno di cure. Non va bene. E’ importante, ripeto, conoscere le problematiche della nostra società e contribuire con le proprie competenze e/o sensibilità alla elaborazione di soluzioni praticabili confrontandosi con i propri simili. Ciao.

  4. Francesco sono perfettamente in linea con l’ultima frase che ha scritto :
    ” E’ importante, ripeto, conoscere le problematiche della nostra società e contribuire con le proprie competenze e/o sensibilità alla elaborazione di soluzioni praticabili confrontandosi con i propri simili.”Veramente belle parole.
    Mi dispiace però per qualcosa siamo un pochino distanti: io non credo che lo spettacolo penoso della politica sia colpa dei cittadini ( questo è il senso che ho letto nelle Sue parole), ha ragione quando dice che i cittadini se ne sono poco interessati ma vorrei ricordarLe che gli attori di questo PENOSO scenario politico non sono i cittadini,sono i politici.Non sono “solo” i cittadini che si ricordano della politica per i favori,non so se ha notato ,ma in questi giorni si ha la prova di come la politica si ricorda dei cittadini solo sotto elezioni. Non mi fraintenda io non sto dando contro uno o l’altro.Ma sentirsi dire che la colpa è nostra fa rabbrividire. Se molte persone si sono allontanate dalla politica è assurdo dare la colpa ai cittadini stessi.Ci sarà una motivazione??Non Le pare strano che la politica nazionale ,non quella del municipio sulla quale per ora non mi permetto di dare giudizi ,si è svegliata a dicembre (o gennaio quello che è) promettendo a destra e manca?!
    Francesco,io non sto andando contro a Lei io sono sicuro(e mi posso fidare?) che le Sue sono parole sincere ed oneste. Purtroppo per noi però Lei non rappresenta la politica “odierna”. Bisogna essere onesti e coscienti nel dire che non è colpa dei cittadini se la politica si è discostata sua vera essenza:l’amministrazione della comunità dei cittadini.
    Grazie per la Sua risposta.

  5. @Matteo, mi trova pienamente d’accordo!
    @Marco, anche lei mi trova pienamente d’accordo. Bene ha fatto il PDL….a nascondersi!!!!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome