Home ATTUALITÀ PD XX Municipio: corteo CasaPound a Ponte Milvio, ribadiamo le preoccupazioni

PD XX Municipio: corteo CasaPound a Ponte Milvio, ribadiamo le preoccupazioni

vincenzo-pira.jpgE non tarda ad arrivare la secca replica di Vincenzo Pira, coordinatore dei circoli PD del XX Municipio, alle dichiarazioni di Andrea Antonini, vicepresidente CasaPound Italia e consigliere del XX Municipio, che aveva definito “strilli ridicoli” le preoccupazioni espresse in merito al corteo che si terrà domani da Piazza Mazzini a Ponte Milvio. In una nota inviata a VignClaraBlog.it, Vincenzo Pira dichiara: “ribadiamo, come Partito Democratico del XX Municipio, le nostre preoccupazioni per il ripetersi di scontri violenti provocati da gruppi di estremisti che spadroneggiano nella città creando un clima di paura, di smarrimento, di divisione e di conflitto sociale e razziale e contro persone omosessuali.”

“Crediamo che la qualità della nostra democrazia nasca dal rispetto dei principi costituzionali, delle leggi vigenti e dalla civile convivenza. Gruppi che rivendicano la rinascita del fascismo e del nazismo in Italia e in Europa come risposta alla crisi economica, politica e al malessere sociale sono un problema di ordine pubblico e di pericolo per le giovani generazioni spesso attratte e ingannate da cattivi maestri e da falsa propaganda politica. Basta leggere – sostiene Pira – le cronache anche di questi ultimi giorni e vedere che gruppi razzisti, antisemiti e neofascisti provocano violenze e scontri seminando paura e inquietudine nelle comunità locali e nelle scuole.”

“Niente ci lega e democraticamente ci opponiamo – incalza Pira – a posizioni politiche di quelli che si presentano con orgoglio, come i fascisti del terzo millennio. Quelli che nel dubbio mena, quelli che propongono ai giovani di picchiare con le cinghie nel rito della cinghiamattanza danza macabra che si fa tra camerati. Espressione plastica di stile, forza e portamento. Cinghiamattanza è onore, è lotta di strada ma sottesa da un’etica, caciara costruttiva, sudore e volontà… Quelli che occupano illegalmente palazzi che poi il sindaco, loro amico, compra a spese della collettività, sottraendo ai servizi sociali undici milioni di euro.”

“E quindi – conclude Vincenzo Pira – come abbiamo già fatto, utilizziamo gli strumenti che la democrazia ci offre per avvisare i cittadini sulla pericolosità di queste posizioni e chiedere alle istituzioni che le leggi che proibiscono la propaganda fascista, razzista, antisemita, omofobica siano applicate prevenendo e sanzionando i gruppi responsabili di tali attività.”

Visita la nostra pagina di Facebook

20 COMMENTI

  1. Siamo pienamente daccordo con le parole di Vincenzo Pira, che ringraziamo. L’Anpi di Roma già si è espressa in merito.
    I cittadini, le istituzioni democratiche e l’Anpi non possono sopportare ancora una volta le pagliacciate dei nostalgici fascisti.

    La manifestazione del 24 novembre a Roma del Blocco Studentesco e di Casa Pound Italia costituisce un atto gravissimo di sfida alla democrazia da parte di movimenti che, nella simbologia, nei nomi (radiobandieranera, fascisti del terzo millennio) e nella cultura si richiamano a un’ideologia, il fascismo, portatrice di lutti, di dittatura e di persecuzione degli oppositori e degli ebrei e di ogni altra minoranza. Un’ideologia sconfitta per fortuna dalla storia e illegale in base all’attuale ordinamento costituzionale. Casapund, soprattutto nella capitale ma non solo, si è resa troppo spesso protagonista di episodi di intolleranza politica e violenze.

    L’Anpi di Roma ritiene urgente che intervengano il questore, il prefetto e il ministro dell’Interno Cancellieri per vietare una manifestazione provocatoria, che rappresenta un insulto verso una città medaglia d’oro della Resistenza come Roma da parte di un movimento estremista come Casa Pound, che mira a presentarsi alle elezioni e raccogliere nelle urne le peggiori pulsioni della destra estrema, violenta, razzista, antisemita ed antieuropea.

    Sono anni che l’Anpi di Roma svolge un ruolo fondamentale nelle scuole, con incontri, dibattiti, testimonianze sulla Resistenza, sulla Costituzione, sulla legalità e la democrazia, con visite in luoghi come le Fosse Ardeatine e il Museo Storico della Liberazine di via Tasso, proponendo quei valori di chi ha combattuto per liberare il paese dalle più terribili violenze e ingiustizie, contribuendo a costruire la società in cui viviamo. Un esempio dunque ben diverso dalle incursioni fasciste di Casapound e Blocco Studentesco nei licei con fumogeni e volti coperti minacciando studenti e docenti. Le azioni di questi gruppi non sono ragazzate futuriste o dannunziane, come amano difenderle, ma reati forieri di odio e disvalori che tutta la società deve riconoscere e condannare prima che si sedimentino come libero arbitrio.

    Condividiamo la preoccupazione e l’appello delle forze democratiche e antifasciste – conclude la nota dell’Anpi – e riteniamo che la Repubblica Italiana nata dalle lotte, dal sangue e dal sacrificio dei partigiani, dei deportati politici, dei militari e degli Imi, gli internati militari nei lager, non meriti tale sfregio alla Memoria e che bisogna essere tutti uniti e lavorare assieme nelle scuole e nella società per l’affermazione della verità storica, per la libertà e per una cultura di pace, antifascista e democratica.

  2. Dopo l’uscita sulla proposta di intitolazione della Strada di Fondovalle ai Martiri delle Foibe ora il Sig. Pira ci avvisa anche sul “pericolo” di “certe posizioni”. Peccato che in una democrazia (non nella democrazia che vorrebbero i “tipi sinistri”) siano i cittadini a segliere se andare o meno ad una manifestazione, se appoggiare o meno un movimento, se votare o meno il rappresentante di quel movimento: e tutto questo senza la CENSURA preventiva di chicchessia!
    Al Signor Pira dico che forse dovrebbe riflettere più spesso su quanti danni al nostro paese sono stati fatti dai passati governi!

  3. Come va molto di moda dire “siamo nel terzo millennio ed accadono ancora qieste cose” , lo stesso si può dire di chi sistematicamente fa “appello alle forze democratiche e antifasciste” , quanti secoli ci vorranno ancora, per capire che come è finito il fascismo lo stesso è accaduto per il comunismo che ha fatto molte più vittime e danni.
    Questi ragazzi hanno il diritto di manifestare come gli altri, e a differenza delle manifestazioni di sinistra, non hanno mai creato violenze e tumulti.
    Quando quest’organizzazione sarà dichiarata illegale dallo Stato italiano allora avranno ragione , fino ad allora gli antidemocratici sono quelli che pretendono che non manifestino liberamente.
    A proposito, nell’alluvione in Toscana quell’organizzazione è presente con i suoi volontari della Salamandra dal primo giorno e continua ad aiutare quella povera gente , l’Anpi è intervenuta???

  4. Caro Pira, mi piacerebbe leggere le Sue preoccupazioni sui cortei dei centri sociali che, regolarmente, si tramutano in guerriglia urbana…. se prenderà le distanze ANCHE da quelli, sarò la prima a riconoscrle onestà intellettuale, altrimenti rimarrà la solita, retiva e strumentale “propaganda antifascista”….

  5. Pira, c’è un precedente a Ponte Milvio di Casapound cui ho personalmente assistito…. nessun “preoccupante rigurgito fascista”… nessun atto di antisemitismo…. nessuna esternazione razzista…. ho visto ragazzi perbene, visi puliti (sopratutto senza volti coperti, scudi e caschi come, diversamente, ho notato in recenti cortei di altra parte politica) e…tanta voglia di manifestare le proprie idee. Lei e’ rimasto, da buon comunista, al “pensiero unico” marxista, per cui “chi non la pensa come noi, non può manifestare le proprie idee…. ha fatto il suo tempo, lei e l’ANPI….

  6. ….Egregio Sig, Pira, è la storia a darle torto….. non sapete più a cosa attaccarvi e l’unico argomento che sapete tirare fuori è il “pericolo fascista”… BASTAAAAA !!!!

  7. Sono per la libertà di espressione di chiunque TRANNE per chi semina odio, violenza e viola la legge invitando a resucitare quanto proibito CHIUNQUE esso sia. Condivido quanto scritto dal mio segretario e lo sostengo. Inoltre davanti a tante caz… insensatezze vi chiedo di farvi un giro sui link qua sotto. Per piacere non rispondetemi con altrettanti link dei centri sociali e via dicendo perchè io rispondo solo delle azioni del PD.
    http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/11_dicembre_22/casa-pound-accuse-di-gianvito-1902623354492.shtml
    http://www.wakeupnews.eu/aggredito-filippo-rossi-direttore-de-il-futurista-il-pestaggio-targato-casa-pound/
    http://www.lecceprima.it/cronaca/studente-pestato-quattro-ordinanze-d-arresto-per-esponenti-casapound.html
    http://pubblicogiornale.it/attualita/studenti-pestati-da-esponenti-di-casapound-interviene-lanpi/

    un saluto democratico
    Claudio Marinali
    Presidente PD RomaXX

  8. Il molto democratico Marinali ci ha spiegato chi sarebbero i cattivi… perchè secondo il suo pensiero di parte, starebbero da una parte sola… mi spiace per lei, ma non è credibile… Se crede che questo movimento giovanile di destra sia un pericolo per la democrazia, faccia in modo di dichiararlo fuorilegge, altrimenti non prenda posizioni antidemocratiche… d’altronde l’ha già dimostrato definendo caz@@@te le opinioni di altre persone che sono libere di esprimersi come vogliono.
    Mariella Zanni
    presidente a casa sua

  9. La tanto citata libertà di espressione nel nostro Paese la dobbiamo tutti non certo ai pavidi fascisti di ogni epoca che, per imporre le loro “idee” hanno sempre bisogno, ieri come oggi, di usare (in gruppo) la violenza e la sopraffazione. La dobbiamo invece al sacrificio di tanti italiani e stranieri a metà degli anni ’40 e all’impegno nei successivi decenni – e fino a ora – di tante persone che con la loro attività hanno contrastato questi viscidi e subdoli rigurgiti di fascismo, assicurando la tenuta democratica del Paese.
    Voglio quindi ringraziare l’ANPI e i vari Marinali e Pira d’Italia, che per fortuna sono tanti.
    Voglio inoltre ricordare che il fascismo nega la libertà di espressione.
    No alla violenza, no al fascismo!

  10. Prof. Paolo , si calmi e si pulisca le labbra , le cola un filo di bava.
    Ma questo ritrito discorsetto ancora va di moda ?
    Ancora attacca ?
    Ma di quale violenza parla ?
    Chi sarebbero i pavidi ?
    Dove è la sopraffazione ?
    Ma sta farneticando ?
    “Viscidi e subdoli rigurgiti di fascismo” , minchia , manco Pajetta aveva sta retorica.
    Ottime parole per pacificare gli animi.
    Se vuole le presto un fazzoletto.

    ( Comunque noto una accentuata rassomiglianza tra Antonini e la foto di Pira , sembra appunto un Antonini “leggermente” più pingue ; scusa Andrea )

  11. Grazie ragazzi, chiunque voi siate, ancora una volta ci avete fatto vedere di che pasta è fatto un “tipo sinistro”: odioso, maligno, rancoroso, vendicativo…..chi pensava che i “trinariciuti” si fossero estinti con la morte dei regimi comunisti si è sbagliato! Quanto all’accusa a questi ragazzi di non avere coraggio mi piacerebbe proprio che chi si nasconde a casa sua dietro ad un computer trovasse il coraggio, oggi pomeriggio, di andare a dirglielo in faccia: allora si che ci faremmo quattro risate!!!!

  12. @ Sig. Marinali, oltre a dimostrare un atteggiamento antidemocratico, lei è anche contro la costituzione italiana, che dà a tutti e di qualunque colore politico, la libertà d’associazione : come le è stato già detto dalla signora/ina Mariella, se lei ed altri ritenete che questi ragazzi facciano apologia del fascismo, fate in modo di dichiararli fuori dai dettami costituzionali, altrimenti avete rotto con la solita solfa…
    Poi stasera vedremo chi , tra le manifestazioni di sinistra e di destra , avranno fatto danni e continuato a violentare la più bella città del mondo. Ed ognuno dovrà prendersi le sue responsabilità politiche, serve a poco mascherarsi dietro il proprio partito, dato che ora esistono le coalizioni.

  13. @ Prof. Paolo e Marinali…. “…Non vale la pena avere la libertà se questo non implica avere la libertà di sbagliare.” (Gandhi)

  14. l’ipocrisia maschile regna sovrana : ma non sono loro stessi a chiamarsi fascisti, a salutare a braccio teso, a teorizzare tesi e principi attinti a piene mani dal ventennio? Però fate tutti finta di non saperlo. Mariella sarai anche tu a cinghiamattarti questa sera? Se mi dici dove e a che ora verrò a conoscenti mi farebbe piacere capire da donna a donna cosa ci trovi di bello.
    Strix la sua e’ una minaccia? Questa si chiama incitazione alla violenza!

  15. Si’ lo so daniela e’ una sottile presa per il sedere, ci prendono un po’ per fessi.. pero’ dobbiamo cogliere il lato divertente della cosa, finche’ non ti bastonano, tutti questi che si inventano tutta una serie di sigle segni simboli gesti cose varie che ricordano qualcosa.. Mmm… ma non si puo’ dire che lo siano perche’ senno’ ti denunciano, io li trovo divertenti.

  16. Non condivido nulla di Casapound ma se la legge li riconosce è nel loro diritto manifestare il loro dissenso,quindi tutte queste chiacchiere sono inutili.Sta a loro assumere comportamenti consoni al rispetto reciproco se cosi non fosse allora ci sono le leggi e chi dovrebbe applicarle,non serve altro.Questa è la democrazia o no?

  17. Cara la mia Daniela “femminista “ci vuole una bella faccia tosta dopo una valanga di insulti (violenti, bastonatori, pavidi, razzisti, negazionisti, antisemiti) parlare di incitazione alla violenza! E come ti viene in mente che io possa minacciare qualcuno? Ho semplicemente detto a chi si nasconde a casa di andare da questi bruti e violenti bastonatori e di cantargliela sul muso…….quanto a Pietro che intelligentemente si “defila” non deve temere nulla perchè se uno non va raccontando minchiate in giro mica viene denunciato. Allora ci vediamo alle 16 a Piazza Mazzini?

  18. @ Sig. Rocco, lei ha ragione, ma chi glielo spiega ai vari Pira,Marinali, all’Anpi e a quanti qui e nella vita reale continuano ad instillare odio , rancore, violenza verbale soprattutto nelle nuove generazioni … ma Marinali l’ha spiegato bene: tutti possono parlare e manifestare TRANNE chi vuole resuscitare… ma de che??? l’unica resurrezione c’è stata circa duemila anni fà, cerchiamo di non confondere sacro e profano.. Come dice lei ci sono le leggi, se questi ragazzi le infrangono,devono pagare per questo, altrimenti BASTA CON QUESTE CHIACCHIERE INUTILI.. l’ha detto lei ed io confermo e condivido.

  19. Cara Redazione e come la mettiamo adesso con questa accusa di Marco A. che dice che avete un modo “troppo fascista” di far rispettare le regole?
    diteci la verità: è vero che ogni sera vi prendete a cinghiate con il Direttore? Secondo me vi faranno oscurare il blog…..peccato!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome