Home ATTUALITÀ Gianluca e Camilla, storia d’amore travagliata e “manifesta”

Gianluca e Camilla, storia d’amore travagliata e “manifesta”

camilla120.jpgLode e gloria all’amor che move il sole e l’altre stelle… Roma Nord si è svegliata questa mattina letteralmente incartata da manifesti affissi ovunque. Ad incollarli è stato un uomo, Gianluca, che chiede scusa alla moglie, Camilla, dicendole lacrimevoli parole d’amore. Quale storia ci sarà dietro? Cominciamo col dire  che il manifesto è un palese mea culpa, una confessione. “Scusa per essere mancato come marito e come padre” dichiara Gianluca che ammette di esser stato “travolto da una tempesta” che gli ha fatto fare molti errori dei quali pare essere sinceramente pentito.

Così tanto pentito da esporsi pubblicamente fino al punto di dire “chiedo perdono a te ed alla nostra bambina, ti chiedo perdono davanti a tutta Roma “.

Ed in effetti Roma è testimone ferita di questo pentimento. Si contano a centinaia i manifesti, ovunque Gianluca, o chi per lui, abbia trovato un pezzo di muro dove affiggerli.

Cosa avrà fatto tanto di grave? Un tradimento, un abbandono, chissà.
E chissà se dopo questa sventagliata di manifesti Camilla sarà ancora più infuriata o se lo perdonerà.

CLICCA x INGRANDIRE

Ma in quale parte di Roma nasce questa storia? Noi crediamo di averlo scoperto, a Roma Nord.

Già verso fine settembre infatti, in via Cortina D’Ampezzo, un tal Luca aveva iniziato a scrivere sui muri dichiarazioni d’amore per una certa Camilla.

Ed in effetti il nostro lettore, inviandoci delle foto, ci invitava a chiedere a Camilla, dalle nostre pagine, di cedere a Luca affinchè la smettesse di imbrattare la strada. Non demmo tanto peso alla segnalazione, Roma purtroppo è tutta una scritta. Ma ora, ripescandola, è facile abbinare le pennellate di vernice ai manifesti.

camilla3.JPG

Chiudiamo con un appello: Camilla di via Cortina D’Ampezzo, chiunque tu sia, perdona Gianluca. Qualunque cosa abbia fatto sembra veramente pentito ed ancora e tanto innamorato. Te lo dice lui stesso sul manifesto prendendo a prestito un verso di Dante “…Lode e gloria all’amor che move il sole e l’altre stelle…”.

Edoardo Cafasso

riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

9 COMMENTI

  1. wscusate,ma ancora voierismo?imbrattare i muri è diventato segno di sensibilità acuta? troppo facile!dopo i lucchetti ci mancava l’imbrattatore agevolato da v.c blog?crescete e confrontatevi veramente

  2. Immaginate cosa accadrebbe se ognuno di noi si decidesse di comunicare qualcosa in questo modo! Ed anche questa volta nessuno ha visto niente!!! Una bella multa, non visibilità. Domani ne parleranno anche nel Tg Regionale. Roba da matti!!!!

  3. ciao camilla, prepara la sua valigia, fagliela trovare sul pianerottolo di casa e salutalo cordialmente e sopratutto non credergli : il 99 % di quello che ti dira’ saranno bugie. ci son passata anch’io l’ho ascoltato,gli ho dato fiducia ma se ha quel vizietto, purtroppo, lo rifara’ e lo rifara e ti racconterà bugie. e s e invece…..
    torna libera da qust’uomo. ciao di nuovo

  4. antonella, se ti puo’ consolare puoi sempre pensare che per una Camilla c’è sempre un Camillo che sta preparando le valigie per la mogliettina……è, come dire, una legge naturale…..

  5. Lei perdonerà, lui non cambierà. Lei non perdonerà, lui non cambierà
    CAMI trovati un altro Gianluca è una questione di dignità. Ti ha messa in piazza!!
    … cornuta e mazziata! Gianluca?!!! ma sei un mostro!! FEDELTA’ E RISPETTO MASCHIETTI!!!

  6. Per me Gianluca, oltre ad essere un marito indegno, e’ principalmente un cittadino maleducato e arrogante. Imbrattare via cortina con scritte da bimbominkia e poi, non pago, con manifesti abusivi e’ da troglodita imbottito di trasmissioni telesive degne della de Filippi. Già a Roma dobbiamo sopportare l’attacchinaggio selvaggio supportato da una politica complice e ladra, adesso ci tocca pure il cretino che pentitosi della sbandata d’amore ha deciso di rendercelo noto. Spero che il cda del consorzio stradale abbia denunciato contro ignoti il reato visto che pago per avere la strada pulita. Non credo sia difficile capire chi sia stato e comminargli una sanzione amministrativa che preveda la cancellazione delle scritte e la rimozione dei manifesti. Io della sua storia d’amore me ne frego!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome