Home ATTUALITÀ Formello – Il sindaco Celestino replica: l’Albereto non è abbandonato

Formello – Il sindaco Celestino replica: l’Albereto non è abbandonato

celestino.jpgDa Sergio Celestino, sindaco di Formello, riceviamo e volentieri pubblichiamo. “Con riferimento alla segnalazione inoltrata da una cittadina di Formello alla redazione di VignaClaraBlog.it e citata nel Vostro articolo del 7 settembre u.s. intitolato “L’Albereto di Formello: da quartiere dedicato alle vittime della mafia a quartiere simbolo dell’abbandono”, desidero fornire le seguenti precisazioni, peraltro comunicate all’interessata con tempestività in data 6.9.2012 dalla mia segreteria, con preghiera di diffonderle a tutela della realtà dei fatti.”

“Il quartiere, ancorché dedicato con cerimonia pubblica un anno fa alle vittime della mafia in concomitanza con l’apertura delle strade al pubblico transito, non essendo ancora terminati i lavori a carico dei realizzatori, è ancora di competenza di questi ultimi.
Ciò significa – spiega il sindaco Celestino – che fintanto che i costruttori non avranno adempiuto a tutti gli obblighi della convenzione con il Comune, manutenzioni e riparazioni sono a loro carico, come avviene sempre per legge nelle zone realizzate da privati, e le opere pubbliche restano di loro proprietà (questo a tutela della collettività: con i cantieri della parte residenziale non ancora ultimati, il Comune si ritroverebbe in poco tempo a dover riparare con soldi pubblici strade o eventuali danni dovuti ai lavori, al passaggio di mezzi pesanti, ecc.).”

“Nonostante ciò, ho trovato particolarmente odioso l’ultimo, stupido, atto di vandalismo registrato sul territorio del mio comune e segnalatomi dai residenti, ovvero il furto delle targhe toponomastiche, e ho per questo personalmente denunciato l’accaduto presso la caserma dei Carabinieri di Formello.
Trattandosi di un simbolo tanto importante non solo per la mia comunità ma per l’Italia intera (per questo l’iniziativa di un anno fa ebbe così ampia risonanza), provvederemo al più presto a sostituirle, imputando la spesa a chi ha ancora in carico tutte le opere, come detto”.

“Il quartiere, progettato per circa trecento abitanti, è ancora scarsamente abitato (sono presenti circa una decina di famiglie) e per questo – sottolinea il sindaco – possono verificarsi episodi incoraggiati da un controllo ‘sociale’ ancora scarso. Le due scuole pubbliche in via di ultimazione, non appena aperte e funzionanti, daranno sicuramente il loro contributo in termini di presenza quotidiana di cittadini e utenti.
Il quartiere rimane per noi un simbolo determinante nella promozione della cultura della legalità, e all’iniziativa di un anno fa sono seguite numerose altre iniziative in tal senso, condotte con Libera, con le scuole e con le associazioni del territorio, alle quali abbiamo proposto di dar vita a un presidio locale dell’associazione di don Luigi Ciotti.”

“Ben lungi dall’aver condotto uno ‘spot’, – conclude Sergio Celestino – continuiamo dunque a vigilare sia sull’integrità del nostro territorio, sia sugli obblighi convenzionali dei promotori di iniziative immobiliari, dei quali stiamo chiedendo il rispetto a termine di legge, a tutela di tutti i nostri concittadini.”

11 COMMENTI

  1. Tutto questo cemento era necessario? In 2 anni hanno acquistato casa solo 10 famiglie? Possiamo dire che è stato un fallimento….

  2. Grata della cortese risposta da parte del Sindaco auspico un intervento concreto da parte del comune a fronte dell’inattività della ditta , essendo l’Albereto parte del comune di Formello e a questo punto mi auguro che non si ricordi il quartiere solamente per le inaugurazioni…

  3. Per quanto riguarda il cemento di cui parla Alessandro ha fatto bene a porre la domanda al comune che ha rilasciato le autorizzazioni, ma tengo a precisare che l’Albereto è una zona residenziale molto graziosa che ha saputo valorizzare e rispettare il verde circostante basta vederla per rendersi conto del considerevole apporto dato al paese di Formello è un vero peccato pertanto abbandonarla.la domanda che pongo al nostro simpatico “ecologista”: ma lei vive in una capanna?

  4. Un ‘apporto “considerevole” per Formello è: acqua potabile , parcheggi gratuiti (almeno per i residenti centro storico), autovelox sulla formellese sud/nord compresa via Roma, posso documentare personalmente velocità doppie del limite dalle 22:00 in poi, Edilizia agevolata legge 167 e company, creare un centro asl a Formello e non costringere anziani e bambini a recarsi a Campagnano….ecc.ecc.
    Questo è valore aggiunto….
    Riguardo la capanna, è in vendita, sperando di recuperare almeno un 70% dell’ investimento fatto 2 anni fà.
    Ritorno in città, maggiori servizi a costi inferiori.

  5. Concordo con il sig. Alessandro riguardo l’ acqua, ma sopratutto i parcheggi blu a pagamento, una vera ingiustizia fatta senza ascoltare i cittadini, sopratutto per chi come me abita nel centro storico.
    Provengo anch’io da Roma e nella mia circoscrizione, chi vi risiedeva poteva richiedere un pass per il parcheggio.
    Per legge dovevano istituire dei parcheggi “rosa” per donne in gravidanza, sono passati 9 mesi ho partorito e parcheggiato sempre a 800metri da casa, al comune ancora rispondono “è in programma”.
    Sarà per la prossima figlia!

  6. Buongiorno a tutti, sono Laura e come Chiara anche io abito nel nuovo quartiere di Formello, mi unisco a lei nel richiamare l’attenzione delle istituzioni comunali su questo nuovo quartiere affinchè non venga abbandonato e tutti i lavori fatti finora sprecati. L’azione di aver levato le targhe delle vie ed i numeri civici dei negozi è stato un atto vandalico che non merita commenti, uno sfregio senza alcun senso che si aggiunge ai muretti rotti dagli skate-boards, alle scritte, all’immondizia lanciata sui prati alle strutture dei garage rovinate. È incredibile come il cattivo gusto, la maleducazione e la mancanza di rispetto non abbiamo limiti. Per non parlare poi delle auto che sfrecciano con la radio a tutto volume nel pieno della notte..Purtroppo siamo ancora poche famiglie ad abitare li, e a quanto pare non abbiamo alcuna voce in capitolo, è per questo che cerchiamo “aiuto e supporto” nel comune affinché la ditta che ha in carico questa struttura porti a termine i lavori per consentire alle famiglie che hanno acquistato di entrare in possesso della loro casa, ai commercianti di aprire i loro negozi…e ai bambini (e ragazzi) di Formello di avere le loro scuole!
    Inoltre vorrei rispondere ad Alessandro quando dice “Tutto questo cemento era necessario? In due anni hanno acquistato casa solo 10 famiglie” ..Tutto questo cemento ospita nuove famiglie, ragazzi giovani e anziani signori che vedono in questo quartiere il futuro che desiderano…immerso nel verso, con una vista mozzafiato su Roma, l’Albereto è stato costruito pensando all’ecologia! Ti chiedo..Hai mai fatto caso a tutti quei pannelli solari sui tetti? beh quelli garantiscono il 50% dell’energia senza inquinare! E poi non è vero che in due anni solo 10 famiglie hanno acquistato casa…forse le famiglie sono più di 80, purtroppo però, per ragioni che non dipendono né da queste stesse famiglie nè dal Comune, le case non sono ancora state consegnate; per non parlare poi di tutti gli esercizi commerciali già venduti, non ancora consegnati ai legittimi proprietari…Magari la ASL di cui parli sarà proprio all’Albereto. Forse l’errore più grande che fanno tutti, e sopratutto i Formellesi, è quello di non considerare l’Albereto parte integrante di Formello, ci considerano FORESTIERI e ABUSIVI…ma cos’è questa mentalità chiusa e paesana!!??
    Caro Alessandro…torni in città? Però del cemento dell’Albereto che ti da tanto fastidio te ne sei già dimenticato? Per non parlare poi dei COSTI INFERIORI? Forse è parecchio tempo che manchi dalla città…prova ad investire i soldi (che mi auguro recupererai dalla capanna) e prova a comprare una CASA in città! Mi sa tanto che sarai costretto reinvestire a Formello, che è vero non ha acqua potabile e parcheggi gratuiti, ma ti permette di avere una casa..e di mantenerla.

    A proposito dell’acqua, ma lo sapete che a Formello esistono i distributori che per soli 5 centesimi a litro danno un’acqua buonissima fresca, sia frizzante che naturale..e tutto questo nel totale rispetto della natura…perché puoi utilizzare sempre le stesse bottiglie di plastica o di vetro, che quando vorrai cambiare potrai buttare nei secchi della raccolta differenziata raccolti proprio sotto casa tua.
    È spiacevole dover dire ad un Formellese cosa di buono offre il suo paese!…Siamo tutti bravi a dire solo cosa c’è di male.
    A Sabrina che tesse le lodi dei parcheggi in città…Non so che dire! Ma parliamo entrambe di Roma? Trovi parcheggio facilmente e sopratutto non a pagamento, e ROSA? Cos’è “la città che non c’è”? Sai cosa..Non ho MAI visto un Formellese o un Campagnanese andare in bicicletta…MAI. Formello e Campagnano sono STRACOLME di macchine, quando ci si potrebbe muovere in bicicletta e a piedi. Invece di invitare il comune a creare nuovi parcheggi, e automaticamente “rendere la vita facile” ai pigri che non possono fare a meno della macchina per fare 100 e quindi inquinare (Alessandro questa è per te..) Invitiamo il comune a studiare un piano che ci possa permettere di girare a piedi e in bici senza preoccuparsi delle macchine che sfrecciano o fare le gimcane tra le auto parcheggiate. 
    Alessandro, Sabrina (e forse molti altri) ce l’avete tanto con il comune, come se avesse investito i suoi fondi nell’Albereto, levando soldi ad altre iniziative per il paese. L’Albereto è stato costruito da una società privata, e sull’Albereto il comune non può mettere mano finchè questa società non termina i lavori..Le cause del vostro astio mi sembrano poco fondate. Chiudo il mio intervento dicendo che stamattina ho avuto il piacere di parlare con la Segreteria del Sindaco, disponibili ad ascoltare le mie rimostranze, si sono mostrati vicini a noi nuovi concittadini di Formello, abbandonati a noi stessi dalla società che si è occupata fino a poco tempo fa dell’ALBERETO e che speriamo presto torni ad occuparsene.
    Spero con il mio intervento di non aver offeso nessuno (se si me ne scuso anticipatamente) vuole essere una provocazione, uno stimolo a guardare oltre il cemento, i parcheggi rosa e blu…etc.  Di cose positive ce ne sono, partiamo da quelle!

    PS Invece che sul VignaClaraBlog, sarebbe bello poter scrivere sul blog di Formello!
    Formello ha qualcosa da dire!

  7. Buonasera a tutti,
    con molto piacere vedo che qualcuno non nota solo gli aspetti negativi del ns. paese (in generale) ma anche qualcosa (se pur poco) di buono combinino i ns. politici.
    L’Albereto nel paese di Formello (prossima cittadina a quanto pare oltre 14.000 abitanti) credo sia una delle strutture meglio fatte sia architettonicamente parlando che urbanisticamente parlando del comune di Formello.
    Mi fa molto specie sentire cittadini di Formello che considerano l’Albereto solo cemento senza apprezzare sopratutto la bellezza del posto che hanno creato… a Roma città (se non in zone di extra lusso) non puoi trovare .. quindi sono d’accordo con la Sig.ra Laura quando dice che magari il Sig. Alessandro manca da un po dalla città di Roma dove investendo gli stessi soldi a Formello compra una bella casa a Roma un brutto Box (preciso che io sono nato e ho sempre vissuto a Roma).
    Mi piacerebbe molto che l’ impresa costruttrice rispondesse su questo blog ai numerosi interrogativi che la gente si pone in merito al compimento e alla vendita degli immobili.
    Rimaniamo in attesa fiduciosi di una risposta…
    Daniele

  8. Buonasera, stuzzicato da tutti questi elogi su questo nuovo quartiere, questa sera al ritorno dal lavoro sono passato a visitarlo….Diciamo che l’ architettura e la classica da stoccaggio umano intesivo, con l’ illusione di “villetta vorrei ma non posso”, incuriosito dai cartelli affittasi sui locali commerciali non ho resistito a chiamare….Vi assicuro che anche se finiscono i lavori non affitteranno MAI, sulla via principale di Formello ci sono locali sfitti e prossimi alla chiusura con pigioni anche inferiori alle 500€.
    Volendo avere più informazioni mi sono avvicinato al gabbiotto della ditta costruttrice…Bè! non c’ era nessuno, ma in compenso la finestra era piena di bollette acea e company….Penso che a breve mancherà anche qualcos’ altro!
    Per Laura: non sò dove abitava prima, ma i pannelli solari sono 5 anni che li ho sul tetto.
    Per Daniele: sono due anni che manco da Roma (zona Talenti), ho investito in 2°casa qui, mi aspettavo tranquillità verde e vivere tutto a portata di piede….ah!dimenticavo bere l’ acqua dal rubinetto!
    Mi sbagliavo, Formello stà diventando una borgata di Roma….
    Saluti

  9. Buongiorno a tutti ,
    probabilmente gli abitanti di Formello (oltre a nn leggere attentamente quello che le persone scrivono ) nn sanno in verità come stanno messe le cose… È posso immaginare che, vedere un centro così bello e proiettato ad avere 1000 servizi sotto casa può dar fastidio a chi ha comprato qualche anno fa a Formello. Detto questo … Sento definirte l’Albereto Stoccaggio umano da qualcuno che ha investito a Telenti? con tutto rispetto x talenti (che è a tutti gli effetti una borgata romana … via capuana è l’unica via carina di talenti e proprio xk lo sanno che è l’unica via decente se le fanno pagare a peso d’oro ) a me sembra quello uno stoccaggio umano magari mi sbaglio magari ho una visione distorta. Per quanto riguarda le bollette le stanno pagando i condomini è si tratta solo dell’illuminazione comdominiale nn capisco cosa possa interessare tutto questo ad un visitatore … Per quanto riguarda gli affitti partendo dal presupposto che ogniuno lo affitta al prezzo che vuole … Vuole paragonare un negozio in un ( anche se futuro) centro commerciale e un negozio si strada ? Purtroppo deve esserci una distinzione di prezzo magari con gli anni nn sarà giustificata xk nn prenderà piede ma adesso deve esserci (nn ho idea dei prezzi ne di Formello paese ne dell’Albereto). Della villetta vorrei ma nn posso nn sono d’accordo con i soldi di una casa al l’albereto se la sarebbero comprata una villetta a Formello (probabilmente neanche tanto etta) probabilmente nn hanno voluto ( nn tutti amano vivere da soli). Purtroppo l’impresa costruttrice è messa male e molte persone stanno da molti mesi con il fiato sospeso considerando che hanno dato dei soldi e ancora nn su vedono consegnare la casa, quindi inviterei ad avere più rispetto a chi nn sa bene dela situazione e si limita a passeggiare e girovagare per l’albereto senza scopo e senza meta … Mio caro Alessandro lei mi sembra una persona delusa da Formello il mio consiglio !!! VENDA E CAMBI ZONA FORMELLO NN HA BISOGNO DI PERSONE COME LEI !!!!
    Saluti a tutti da un abitante di Formello!!!!
    Daniele

  10. Carissimo sig. Alessandro le rispondo al suo commento appena letto qui sopra …sono rimasto alquanto stupefatto…il perché … Ho tradotto da ciò, tantissima rabbia cosa che mi porta a risponderle. Quando venni a vedere il paese di formello e poi la residenza albereto… Il mio commento e’ stato bello… Formello diventerà ancora più interessante…. E poi le scuole nuove per i nostri bambini … (nostri si intende i bambini di tutto il paese); da li ho pensato di acquistare casa…Capisco che accettare una zona nuova non e’ facile… Ma spero che il cambiare idea un giorno sia nelle sue corde.. E il commento possa acquisire altri toni . Inoltre la informo che le persone che abitano li hanno una loro dignità seguita da una professione che li contraddistingue…saluti

  11. Salve,
    in relazione alle segnalazioni pervenute alla vs redazione il 10 settembre 2012,
    da parte degli abitanti del quartiere Albereto a Formello, nonostante la replica
    del Sindaco Celestino pubblicata dal vs blog in data 12 settembre 2012,
    segnalo che la situazione del quartiere non è affatto migliorata.

    I realizzatori del quartiere sono letteralmente scomparsi, la manutenzione delle aree verdi è lasciata alla buona volontà dei residenti e al momento la zona è quasi completamente al buio, soggetta a numerosissimi furti.

    Negli ultimi mesi sono state rubate varie caldaie e termosifoni dalle unità immobiliari
    invendute o non abitate, e sono occorsi danneggiamenti e abbandoni di auto rubate, oltre al furto di targhe auto.

    Riporto di seguito alcuni stralci della replica del Sindaco Celestino del 12 settembre 2012 , a cui seguono i miei commenti :

    Primo stralcio della replica del Sindaco Celestino :

    ” spiega il sindaco Celestino – che fintanto che i costruttori non avranno adempiuto a tutti gli obblighi della convenzione con il Comune, manutenzioni e riparazioni sono a loro carico, come avviene sempre per legge nelle zone realizzate da privati, e le opere pubbliche restano di loro proprietà (questo a tutela della collettività: con i cantieri della parte residenziale non ancora ultimati, il Comune si ritroverebbe in poco tempo a dover riparare con soldi pubblici strade o eventuali danni dovuti ai lavori, al passaggio di mezzi pesanti, ecc.).”

    Mio commento : non ci sono lavori in corso.
    La società costruttrice non è più in loco da almeno 1 anno, e dubito
    fortemente che possa adempiere ai propri obblighi.
    Si tenga presente che per essa è in atto un concordato
    preventivo (per evitare il fallimento) presso il Tribunale di Vicenza.
    Nel frattempo la holding di cui essa è parte, è già fallita.

    Secondo stralcio della replica del Sindaco Celestino :

    “ Le due scuole pubbliche in via di ultimazione, non appena aperte e funzionanti, daranno sicuramente il loro contributo in termini di presenza quotidiana di cittadini e utenti.

    Mio commento :

    Le scuole sono state entrambe inaugurate ma nulla è cambiato.
    Al contrario, molti genitori degli studenti sono preoccupati dalla
    situazione del quartiere ove sono ubicate le scuole dei propri figli.
    Aggiungo che la sera la scuola è circondata dal buio, ed è a rischio
    di atti vandalici

    Terzo stralcio della replica del Sindaco Celestino :

    “Ben lungi dall’aver condotto uno ‘spot’, – conclude Sergio Celestino – continuiamo dunque a vigilare sia sull’integrità del nostro territorio, sia sugli obblighi convenzionali dei promotori di iniziative immobiliari, dei quali stiamo chiedendo il rispetto a termine di legge, a tutela di tutti i nostri concittadini.”

    Mio commento :

    Molti abitanti del quartiere, per usare le loro parole, si barricano in casa, mentre la situazione attuale danneggia gravemente quei pochi e coraggiosi esercizi commerciali che hanno avviato la loro attività, credendo in un quartiere simbolo
    della lotta alla criminalità, ma ormai in balia di essa.

    In poche parole : nihil sub sole novi.

    A distanza di due anni le criticità sono ancora più accentuate e a pagare sono sempre i cittadini. A proposito: è già tempo di TASI..

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome