Home ARTE E CULTURA Teatro Belli, Claudio Molfese dedica una serata ai novant’anni di Gassmann e...

Teatro Belli, Claudio Molfese dedica una serata ai novant’anni di Gassmann e rispolvera i successi del Teatro Tenda

gasman.jpgE’ un Vittorio Gassman inedito quello raccontato da Claudio Molfese, imprenditore teatrale e intimo amico del celebre attore. Uno spettacolo dall’atmosfera familiare. In scena, una carrellata di filmati mai visti dal grande pubblico, interviste ed emozionanti testimonianze che ritraggono lo spirito ironico, la genialità e la profonda umanità dell’artista scomparso dodici anni fa. Molto del materiale proposto è tratto da momenti di vita risalenti agli anni del teatro Tenda dove, oltre a Vittorio Gassman, si sono esibiti Eduardo De Filippo, Dario Fo, Mario Scaccia, Domenico Modugno, Gigi Proietti e molti altri artisti.

Questo palcoscenico improvvisato è stato inventato proprio da Claudio Molfese, che tornerà in scena al teatro Belli, dal quattro al sette ottobre, con ‘Le memorie di un impresario ovvero in principio era teatro’, uno spettacolo ideato insieme con Carlo Conversi e con la regia di Marco Simeoli. Filo conduttore, sarà la storia della sua carriera e una rispolverata delle gioie vissute negli anni del famoso teatro romano.

Nato come un esperimento, il teatro Tenda è stato il primo palcoscenico mobile. In principio era itinerante e si spostava nei quartieri di Roma con lo spettacolo ‘Alle nove sotto casa’.

Nel 1976 ha trovato la sua definitiva collocazione in Piazza Mancini, nel quartiere Flaminio, dov’è rimasto fino al 1986 ed ha vissuto anni di grandi successi. La vera rivoluzione era nel messaggio: il teatro era accessibile a tutti e non solo alla borghesia.

Federico Fellini disse: ‘Del teatro Tenda ho un ricordo simpatico, di qualcosa di povero, modesto, umile, provvisorio’. Uno spazio non convenzionale che ha ospitato spettacoli rimasti nella storia.

Uno di questi è ‘A me gli occhi please’ con Gigi Proietti, che per mesi raggiunse la cifra record di duemila presenze a sera. Oggi, Claudio Molfese, vorrebbe ripetere questa esperienza. Il suo progetto è un tour nei teatri romani per condividere i ricordi, le esperienze e incontrare il pubblico ancora legato a quegli anni di grande fermento culturale.

Maria Cristina Cusumano

riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

 

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome