Home AMBIENTE Tor di Quinto: stop allo scempio ambientale

Tor di Quinto: stop allo scempio ambientale

Una buona notizia per l’ambiente e per Tor di Quinto: ha preso il via, nella mattina di venerdì 13 aprile, la bonifica dell’immensa discarica abusiva situata al confine della caserma dei Carabinieri. Un’area nella quale erano state scaricate centinaia di tonnellate di materiale di risulta e decine di bidoni sfondati ancora pieni di liquame. Un vero scempio ambientale.

Ed approfittando di tanto marciume presente, l’area era stata inoltre utilizzata dai nomadi “svuota cassonetti” che dopo aver arraffato tutto ciò che aveva il sentore di riutilizzabile si ritrovavano là per selezionare  gli oggetti, abbandonando sul terreno tutto ciò ritenuto non degno d’attenzione. E così, accanto ai cumuli di mattonelle, calcinacci ed infissi, si erano formati anche cumuli di stracci e scarpe vecchie.

VignaClaraBlog.it questo scempio ambientale l’ha denunciato e documentato esattamente un mese fa, il 12 marzo (clicca qui), e la nostra segnalazione è stata raccolta da Francesco Petrucci, presidente della commissione ambiente del XX Municipio, e da Ludovico Todini, membro della commissione capitolina all’ambiente, che hanno a loro volta coinvolto l’Ama.
Ed infatti, pochi giorni fa, l’Azienda ha fatto sapere si sarebbe subito impegnata per la rimozione del materiale e per la recinzione dell’area (leggi qui).

Dobbiamo dunque dare atto ad AMA di aver prontamente mantenuto l’impegno. Già nella giornata di venerdì 13 due enormi mezzi hanno fatto circa dieci viaggi per portar via quanto nel frattempo accumulato dalle scavatrici fin dalle prime ore del mattino. Ed il lavoro andrà avanti ancora per giorni.
Al momento non è possibile quantificare la mole di detriti, di sacchi, di mobili vecchi, di sanitari abbandonati, ma certo parlare di centinaia e centinaia di tonnellate non è un azzardo.

Un carico speciale andrà poi organizzato per rimuovere l’eternit e le decine di bidoni che ancora perdono liquido nel terreno. Trattandosi di materiale inquinante rimozione e trasporto andranno organizzati ed effettuati in modo specifico e con tutte le cautele del caso.

A conclusione dell’enorme lavoro l’area sarà recintata, così si è impegnata a fare l’AMA, per evitare che nuovi o vecchi “criminali” dell’ambiente – non troviamo altro termine per definirli – ricomincino ad usare viale Tor di Quinto come un’immensa pattumiera dove scaricare illegalmente quanto proveniente da ristrutturazione di case o da svuotamento di cantieri.                

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. Lungo via Due Ponti, tra Via della Crescenza e il campo di golf hanno gettato dei rifiuti lungo la cunetta, se non vengono rimossi al più presto qualcun altro aumenterà il mucchio. Inoltre, sempre su via Due Ponti, quasi di fronte allo sporting club ci sono “due piani” di lamiere. Possibile che nessuno ci abbia fatto caso? E’ un altro hotel come quello su via flaminia?

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome