Home ATTUALITÀ Tor di Quinto: Atac non ha torto ma la stampa aveva ragione

Tor di Quinto: Atac non ha torto ma la stampa aveva ragione

stazione tor di quintoSingolare storia quella della sicurezza nella Stazione di Tor di Quinto. Alle denunce della stampa sull’assenza di un servizio di vigilanza nella seconda metà della giornata, quando il buio la fa da padrone, qualche giorno fa l’Atac aveva reagito con un comunicato sostenendo che si trattava di notizia non vera, che i vigilantes non erano mai stati rimossi dal loro servizio di presidio svolto 24 ore al giorno. Salvo poi scoprire un particolare.

Ripercorriamo brevemente i fatti.
Il 22 marzo, VignaClaraBlog.it dava spazio alle dichiarazioni di un’utente che aveva segnalato il deserto che regna nella stazione di Tor di Quinto dal primo pomeriggio in poi citando anche il fatto che l’unica persona presente era una addetta alle pulizie che “si faceva coraggio contando sulla saltuaria presenza del conducente del bus navetta”. (leggi qui).

Il 7 aprile, anche il quotidiano romano Il Tempo pubblicava un’inchiesta dello stesso tono riportando le dichiarazioni delle addette alla pulizie che denunciavano l’avvenuta riduzione del servizio di vigilanza che negli ultimi mesi era stato compresso nella fascia oraria 05.00-12.00.

Ma all’ATAC questi articoli non erano piaciuti tant’è che nella stessa giornata di sabato 7 aprile tramite un comunicato dichiarava che quanto riportato dalla stampa non corrispondeva a verità visto che “la presenza di guardie giurate lungo l’intera giornata non è mai stata messa in discussione” .
Dichiarazione rafforzata, il giorno successivo, da Giorgio Ciardi, consigliere capitolino delegato alla sicurezza che così dettava alle agenzie: “la presenza di personale di sorveglianza non è mai stata posta in dubbio. Sorprendono, quindi, in questa circostanza notizie di stampa che appaiono francamente frutto di un abbaglio”.

Tutto a posto dunque, verrebbe da dire pensando a questi strambi giornalisti a cui non pare mai vero poter accendere fuochi di paglia.

A quanto apprende invece VignaClaraBlog.it da documenti e fonti ben informate, il servizio di vigilanza h24, cioè ventiquattro ore su ventiquattro, nella stazione di Tor di Quinto è stato ripristinato domenica 8 aprile, giorno di Pasqua e giorno successivo al comunicato di Atac.
Fino al 7 aprile il servizio terminava nel primo pomeriggio e la stazione rimaneva sguarnita fino alle prime ore del mattino dopo.

Il che dimostra che oggi l’Atac non ha torto ma che ieri la stampa aveva ragione.

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

  1. Eccellente! E’ così che si fa giornalismo: impegno, ricerca, perseveranza e nessun timore di pestare i piedi a qualche politico (cialtrone o meno che sia). Peccato che oggi questa sia merce rara e che il mondo dell’informazione sia pervaso da incompetenza e servilismo.
    Complimenti a voi e nota di grande biasimo ai penosi vertici Atac e a questo Giorgio Ciardi.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome