Home ATTUALITÀ INRCA, il sostegno del XX Municipio

INRCA, il sostegno del XX Municipio

L’INRCA è una realtà della sanità pubblica che opera in via Cassia da ben 35 anni, svolge un importantissimo servizio sul territorio di Roma Nord, ma ora è a rischio chiusura. Alla base, problemi legati ai vincoli di bilancio della spesa sanitaria ed una situazione di collasso finanziario dovuto al mancato riconoscimento da parte della Regione Lazio delle prestazioni effettuate negli anni passati. Ma chiuderne i cancelli sarebbe un grande danno per la comunità locale.

Il caso INRCA, già anticipato da VignaClaraBlog.it in un recente servizio (leggi qui), è stato trattato nella seduta odierna di Consiglio del XX Municipio, chiamato a votare una mozione presentata congiuntamente dai Gruppi PD e SEL.
Illustrata dai due capigruppo, Daniele Torquati e Alessandro Pica, la mozione, che non contiene alcunché di politico, ripercorrendo le tappe della vicenda ricorda quanta importanza rivesta la struttura non solo per i residenti del XX Municipio ma per tutti i cittadini di Roma Nord.

Le motivazioni addotte sono state condivise dall’intera aula tant’è che anche gli altri gruppi hanno voluto sottoscrivere il documento che è stato quindi approvato all’unanimità.

Nello stesso, il Consiglio del XX Municipio, oltre ad esprimere solidarietà ai lavoratori ed agli operatori dell’INRCA elogiando la qualità del loro lavoro, chiede al presidente del Municipio di attivarsi con la Regione Lazio affinchè venga promosso un tavolo di confronto unitario con il sindacato, la dirigenza dell’istituto e le amministrazioni locali coinvolte per concordare un piano di riorganizzazione che rafforzi il rapporto di partenariato già in essere fra l’INRCA ed il Policlinico S.Andrea.
Con lo stesso documento si invita inoltre la Regione Lazio a riconoscere all’istituto le prestazioni pregresse subordinando l’erogazione dei fondi alla definizione di un piano di rimodellamento della struttura nella sua attuale ubicazione di via Cassia 1167.

A margine della seduta, Daniele Torquati, capogruppo PD, visibilmente soddisfatto per l’esito del voto, ha dichiarato: “Il testo approvato, oltre ad esprimere solidarietà ai lavoratori che, nonostante il clima di ambiguità e di silenzio da parte degli organi competenti, forniscono regolarmente servizi di qualità all’utenza, chiede alla Regione Lazio di promuovere un tavolo di confronto che valuti l’ipotesi di realizzare un piano di riorganizzazione rafforzando il rapporto di partenariato con il Policlinico S. Andrea. Ora il Presidente Giacomini si faccia portavoce della richiesta dell’opposizione e faccia valere la volontà del Consiglio del XX Municipio al fine di scongiurare la chiusura di un presidio ospedaliero di grande importanza per l’intero territorio che dal 1976 fornisce un servizio fondamentale per i nostri cittadini.”

Nel frattempo, nell’ambito delle iniziative messe in atto da parte dei lavoratori e delle organizzazioni sindacali, il 28 marzo, a partire dalle 15, si terrà nei locali dll’INRCA un’assemblea pubblica aperta a chiunque voglia interessarsi della vicenda (leggi qui).

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. ma il problema sanità ? pare che L’INRCA di Via Cassia 1167 di Roma, il 31 dicembre chiuda, senza motivo, un ospedale a carattere scentifico che funziona benissimo, forse perchè in Regione devono mantenere i loro lauti stipendi quindi tolgono assistenza sanitaria alla xx circoscrizione.

    Tempo fa il presidente Giacomini promise di intervenire poi invece sparì dalla circolazione. Ritengo che la salute dei cittadini vada salvaguardata e che qualcuno apra un’indagine sul perchè della chiusura. Ci sono ospedali e cliniche convenzionate in xx che potrebbero essere ridimensionate e mantenere invece aperte le strutture pubbliche,. Giusto?
    Sarebbe opportuno un intervento a porre rimedio a questa ingiusta decisione e comunque a capire il perchè e di chi ha interesse in questa vicenda.
    Grazie.
    Angelo

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome