Home AMBIENTE Degrado Via Capoprati e Ponte della Musica. Della Seta (PD): presentata interrogazione...

Degrado Via Capoprati e Ponte della Musica. Della Seta (PD): presentata interrogazione parlamentare

Il Ponte della Musica non completato ed al buio, la pista ciclabile che vi passa sotto interrotta da un anno ed il degrado e le baraccopoli di via Capoprati sono state oggetto di un’interrogazione parlamentare presentata dal senatore PD Roberto Della Seta che così dichiara: “Alemanno, dopo aver tagliato i nastri delle opere inaugurate, dovrebbe preoccuparsi che queste siano pienamente fruibili per i cittadini. Il contesto di degrado in cui versa il Ponte della Musica e’ intollerabile e richiede un intervento in tempi rapidi”.

“Dopo un’inaugurazione del Ponte piu’ volte rimandata – continua Della Seta – i cittadini e le migliaia di ciclisti romani aspettavano di poter tornare a usufruire della pista ciclabile posta sulla banchina del Tevere, ma purtroppo dopo quasi un anno tutto questo non e’ ancora avvenuto. Di fatto quei pochi metri di strada che passano sotto il ponte della Musica all’altezza del Lungotevere Maresciallo Cadorna sono ancora chiusi e recintati, anche se il cantiere non esiste piu”’.

”Inoltre le scale all’interno della struttura del Ponte non sono accessibili, anche perche’ non e’ stata avviata la bonifica del terreno sottostante – incalza Della Seta – In questa situazione, piu’ volte denunciata, esiste un’altra emergenza, questa volta sociale e umana, che riguarda la banchina del Tevere da via Capoprati a Ponte Duca d’Aosta: da parecchi mesi l’area ospita un accampamento di circa 15 baracche, nelle quali vivono, in una situazione igienico-sanitaria quanto mai disagiata, cittadini stranieri senza fissa dimora” (leggi qui).

“L’amministrazione Alemanno – conclude il senatore – deve rimediare al piu’ presto alla sua inefficienza e al suo lassismo, verificando innanzitutto se nella baraccopoli lungo il Tevere siano presenti dei minori e restituendo ai cittadini la completa fruibilita’ dell’area”.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome