Home ATTUALITÀ Come cambierà la viabilità nel XX Municipio

Come cambierà la viabilità nel XX Municipio

La Commissione Mobilità del XX Municipio ha dato il via all’esame del PPTU (Piano Particolareggiato del Traffico Urbano) relativo ad alcune aree critiche del territorio. Ne parliamo con Antonio Scipione, consigliere delegato al traffico e mobilità, che ci presenta in anteprima quanto elaborato dall’Agenzia capitolina sulla base delle indicazioni fornite dallo stesso Municipio e dal Dipartimento per la Mobilità.

“Gli ambiti definiti ‘critici’, in termini di fluidificazione del traffico e messa in sicurezza dei pedoni – ci spiega Scipione – nel territorio del XX Municipio sono sostanzialmente 5 e cioè via Cassia Antica-via Pareto, via della Farnesina-via Orti della Farnesina, via Flaminia Vecchia (quartiere Fleming) nel tratto compreso tra Corso Francia e Via Morlupo, via Flaminia Nuova, altezza civico 90 (qualche centinaio di metri dopo Corso Francia in direzione fuori città) e via Flaminia Nuova, altezza Stazione La Celsa, fra Labaro e Prima Porta.”

“L’Agenzia per la Mobilità – ci dice il consigliere – li ha presi in esame e dopo uno studio durato vari mesi ci ha proposto le soluzioni. Vediamole una ad una”.

Via Cassia Antica – Via Pareto

Il Piano proposto dall’Agenzia per la Mobilità prevede due interventi ed un semaforo. Si parte dalla realizzazione di una canalizzazione fisica che impedisca a chi proviene da via Pareto la svolta a sinistra in direzione Piazza Giuochi Delfici e di una corsia di accumulo su via Cassia Antica per chi, provenendo da via Cortina d’Ampezzo, debba immettersi su Via Pareto.
Questo delicatissimo incrocio, teatro negli anni di numerosi incidenti, potrebbe essere regolato da un impianto semaforico “a due fasi” che garantirebbe la sicurezza dell’interscambio di auto da e per Via Cassia Antica.

Ma i semafori in quella zona non piacciono a nessuno.
“La Commissione – ci spiega Antonio Scipione – ha espresso parere contrario a tale soluzione poiché la semaforizzazione creerebbe problemi alla fluidificazione del traffico in entrambi le direzione e proporrà, in sede di Conferenza dei Servizi, la sola realizzazione delle canalizzazioni fisiche che impediscano le svolte vietate”.

Non ha torto il Consigliere e gliene diamo atto. Chi vive da qualche decennio in questa zona non può che ricordare con sgomento il caos che, a metà anni 90, si venne a creare nell’intero quadrante con l’implementazione del sistema semaforico di Piazza Giochi Delfici che venne spento e mai più riacceso dopo solo tre giorni.

Via della Farnesina – Via Orti della Farnesina

E veniamo alla nota dolente dell’area Farnesina, quella che, oltre ad accendere gli animi degli automobilisti ogni mattina e sera, fu anche un casus belli, a marzo 2010, all’interno del gruppo PdL municipale. Ma il problema è ancora più vecchio, è da agosto 2009 che la viabilità è stata modificata, meglio dire stravolta, ed è da allora che si tenta di trovare una soluzione migliorativa (leggi qui).

Ed ora giunge finalmente questo Piano, le cui premesse sembrano andare incontro alle tante centinaia di richieste da parte dei cittadini. Il progetto dell’Agenzia Mobilità prevede infatti, così come indicato nella risoluzione n. 6/2010 del XX Municipio, l’inversione del senso unico di marcia di Via della Farnesina nel tratto compreso tra Via Ranuccio Farnese e Via Orti della Farnesina.
Ciò significa che via della Farnesina sarà nuovamente ed interamente percorribile fino a Ponte Milvio, costituendo così una valida alternativa alla parallela via degli Orti senza più intasarla.

E non solo. Il Piano prevede anche l’inversione del senso di marcia di Via Ranuccio Farnese. Così facendo si creerà dunque un “anello” con via Duchi di Castro garantendo l’interscambio fra le due strade. Per far ciò si renderà necessario riorganizzare i due incroci.

Il parere della Commissione?
“La commissione – ci risponde Antonio Scipione – è sostanzialmente d’accordo su tutto e proporrà inoltre anche la realizzazione di due ‘orecchie’ sul marciapiede di Piazzale Ponte Milvio in modo da evitare la sosta selvaggia all’incrocio con Via Flaminia Vecchia.”

Orecchie?!?  “Si tratta di una specie di propaggine del marciapiede, dalla forma che ricorda appunto quella di un orecchio, che, dotata di parapedonali, serve appunto ad impedire la sosta in prossimità degli incroci. Tanto per darvi un’idea – ci spiega Scipione – una realizzazione simile è stata adottata da un paio di anni con ottimi risultati nelle strade del quartiere Prati, chi le ha notate capisce bene di cosa sto parlando”.

Via Flaminia Vecchia, Fleming

“La commissione ha accolto in pieno quanto previsto dall’Agenzia per la Mobilità. In pratica si tratta di realizzare sul lato destro (per chi proviene da Corso Francia) e nel tratto compreso tra Corso Francia e Via Morlupo di alcuni ‘moli’ ed ‘orecchie’ che impediscano fisicamente la sosta in prossimità degli incroci e delle fermate degli autobus in modo da rendere fluida la viabilità”.

Dopo le orecchie i moli. Consigliere, ci spieghi….”I moli sono piccoli corpi avanzati dei marciapiedi, lunghi quanto è lunga l’area della fermata di un bus. Non sottraggono posti auto perché tutti sanno che alle fermate è vietato sostare. Ma realizzandoli si impedisce proprio fisicamente che vi si posteggino le auto”.

Via Flaminia Nuova civico 290

Il piano prevede la realizzazione di un impianto semaforico a due fasi che consentirà in tutta sicurezza l’ingresso al complesso residenziale sia ai veicoli che da Via Flaminia direzione centro desiderano svoltare a sinistra sia a quelli in uscita dallo stesso. Ovviamente la commissione municipale non ha avuto nulla da obiettare.

Via Flaminia Nuova, Stazione La Celsa

Così come non ha avuto nulla da obiettare sull’eliminazione dell’ampia zona neutra al centro della carreggiata, in modo da regolarizzare la sosta in prossimità della stazione, e la realizzazione di marciapiedi per la messa in sicurezza dei pedoni. Nell’occasione saranno realizzati anche due attraversamenti pedonali luminosi.

Ma c’è dell’altro

“Il Piano – ci spiega ancora il consigliere delegato – prevede inoltre un sesto intervento che riguarda la Cassia, nel tratto compreso tra Via Bracciano e Via di San Godenzo, con la realizzazione di una corsia preferenziale sul lato destro in direzione Corso Francia, una nuova disciplina degli incroci con Via di Grottarossa e con Via Azzarita. Ma vista la complessità dell’intervento, la sua successiva e condizionata attuabilità a causa degli espropri che si dovrebbero fare, la commissione ha espresso parere contrario e proporrà diversi interventi da inserire nel Piano, magari in compensazione”.

Ce li indichi, il tema è altrettanto interessante.  “La commissione intende proporre la disciplina dell’incrocio Via Valchetta Cartoni/Via Flaminia in prossimità della Stazione di Labaro; nuovi parcheggi in Via Flaminia, nel tratto compreso tra Via Morlupo e Via Monterosi, mediante la riduzione dei marciapiedi; la realizzazione di una rotatoria all’incrocio tra Via Flaminia e Via Frassineto; il rifacimento della segnaletica su Via Tiberina in prossimità delle rampe di entrate/uscita dalla Via Flaminia; una nuova disciplina dell’intersezione Via Flaminia/Via del Labaro/Via Bellagio e, infine, nuova disciplina della circolazione di Via Valdagno.”

Quanto costerà?

Che ben venga questo Piano, ma quanto costerà attuarlo?  “L’importo complessivo dei lavori per la realizzazione delle opere di cui sopra è stato stimato in poco più di un milione e trecentomila euro”, afferma Scipione.

E non finisce qui

Ma gli interventi previsti per rivoluzionare, in meglio si spera, il traffico e la mobilità nel territorio del XX Municipio non sono solo quelli previsti dal Piano elaborato dall’Agenzia per la Mobilità.

“Faccio inoltre presente – aggiunge Scipione – che ulteriori interventi sono allo studio e/o verranno realizzati da altri Uffici/Dipartimenti e pertanto non sono stati inseriti nel PPTU anche perché per lo più sono interventi che non rientrano nello spirito del Piano: ricordo, infatti, che i Piani Particolareggiati riguardano essenzialmente interventi per la fluidificazione del traffico (schemi di circolazione) e la messa in sicurezza dei pedoni da attuarsi nel breve periodo, pertanto non vi rientrano quegli interventi infrastrutturali da attuarsi sul lungo termine”.

Ci faccia qualche esempio. “L’elenco è lungo, ma voglio citare l’assetto sperimentale di Viale Tor di Quinto-Via Riano per l’accesso al mercato rionale e alle annesse aree commerciali; la realizzazione del collegamento Via di Grottarossa-Via Ischia di Castro-Via Due Ponti (Strada di Fondovalle); l’intervento per la messa in sicurezza dell’intersezione Via Flaminia-Villa Claudia; interventi nell’ambito della Stazione Due Ponti; il progetto per la messa in sicurezza dell’intersezione Via Cassia-Via Cortina d’Ampezzo-Via dell’Acqua Traversa; la disciplina dell’intersezione Via Cassia/Largo della Giustiniana.”

Oddio, quando tutto sarà stato realizzato, con questa viabilità rivoluzionata riusciremo a trovare la strada di casa?

Ovviamente scherzando, lasciamo Antonio Scipione ringraziandolo per aver voluto affidare in anteprima a VignaClaraBlog.it il contenuto del Piano e gli intendimenti della Commissione municipale. La parola ora ai lettori.

Claudio Cafasso
                                  © riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

Visita la nostra pagina di Facebook

19 COMMENTI

  1. Ringrazio il Consigliere Scipione per tutte le spiegazioni, ma i tempi di attuazione quali saranno? Mi piacerebbe scrivere “quali sono”?

  2. La novita’ piu’ importante sono le orecchie marciapiedali stile quartiere prati. E’ una soluzione ottima.. Era da tempo che mi chiedevo come mai non ci si fosse pensato per il piazzale angolo flaminia. Ma non bisognerebbe pensare anche al marciapiedi che arriva da via farnesina, per impedire il parcheggio tra il benzinaio e la fontanella? Li’ a piedi non si passa quasi mai, e le persone sono costrette ad aggirare le macchine passando in mezzo alla strada mentre giu’ vengono come i pazzi. Per favore le mettessero anche li’.

  3. Giustissimo quello che dice Piero e mi accodo a Nico: se deve essere data una priorità ai lavori, si faccia subito via Farnesina !! è una situazione che grida vendetta da troppo tempo. Non conosco di persona il consigliere Scipione ma gli devo fare i miei complimenti per quanto si sta dando da fare per risolvere questa situazione.
    Bravo !!

  4. Strada di fondovalle?????
    al momento è una discarica a cielo aperto. Immondizia dappertutto e baracche abitatissime, degrado assoluto. quindi, gentili consiglieri, assessori ecc. ecc. , fate in modo che il quartiere torni ad essere vivibile con un minimo di sicurezza.

  5. Un’altro semaforo sulla flaminia è follia pura !!!!!
    Via flaminia ( soprattutto in uscita ) è una coda perenne che arriva fino a Corso Francia, un’altro semaforo che si aggiunge a quelli vicino al camping flaminio aggraverebbe ancora di più una situazione già tragica.

  6. Sarebbe alquanto utile dare la possibilità di effettuare la svolta a sinistra per la Via Flaminia Vecchia a chi proviene da Corso Francia, da nord.

  7. quando vedrò un autobus accostare su via flaminia vecchia per far salire i pedoni in modo che le macchine dietro di lui continuino a fluire tranquillamente allora sarò contento.

    Mi chiedo se con le orecchie l’autobus può accostare consentendo a chi è dietro di passare….

    Se poi mi tolgono pure le varie bancarelle che stazionano TRANQUILLAMENTE ai lati delle strade o addirittura IN MEZZO ALLA STRADA (come accade per il Fioraio all’angolo tra Via Bevagna e Via Flaminia Vecchia, allora si che potremmo iniziare a parlare di piano della viabilità del Fleming….

    ma mi chiedo? Da dove viene fuori il milione e trecentomila euro per i lavori???

  8. Consiglio vivamente al cons. Scipioni di occuparsi dei problemi che riguardano il suo quartiere ( es : voragine di via comparini o del prossimo blocco di via due ponti o della strada di fondovalle della stra ecc ecc ) , anzichè andare in giro a fare danni sulla viabilità !

  9. Non capisco il perchè di tanta acrimonia, egregio Angelo, ce la vuole spiegare ? Non mi sembra corretto dare dell’inetto a qualcuno così gratuitamente. Per quel che so io il consigliere Scipioni è uno dei pochi che si merita tutta la stima per attaccamento al lavoro e serietà nell’affrontare i problemi del traffico dei nostri quartieri. La tenacia con la quale sta tentando di sistemare la Cassia Antica e la Farnesina è testimone.
    Parli dunque, altrimenti era meglio se taceva.

  10. Mi associo alle affermazioni e alla richiesta del sempre lucido Urbano.
    E poi, di grazia, perché mai il Consigliere delegato al traffico e mobilità del XX Municipio dovrebbe occuparsi solo dei problemi del suo quartiere e non di quelli di tutto il Municipio? Sarebbe cosa assai grave! Per fortuna Scipione è una persona seria e non seguirà il suo consiglio…

    Bene il PPTU in generale. Benissimo i “moli” e le “orecchie” che estenderei il più possibile, non solo su quel tratto di Flaminia Vecchia. Bravo per non aver dimenticato via Valdagno e tante altre situazioni insostenibili e pericolose.
    I miei complimenti.

  11. I provvedimenti adottati appaiono dei palliativi se non interverranno fatti strutturali, che non sembrano essere previsti.
    Nel frattempo stanno partendo i lavori per la cementificazione dell’area verde in fondo a via città di castello: il carico abitativo che ne deriverà contribuirà non poco a peggiorare il traffico.
    La centralina di rilevazione delle polveri sottili di corso francia segnala sempre livelli ben al di sopra della soglia minima ammessa. Il blocco del traffico oramai avviene pressoché tutti i giorni, ma anche questo è un palliativo che non risolve il problema.
    La giunta comunale e gli amministratori tutti stanno giocando con la nostra salute e con la vivibilità del nostro quartiere, oltre che della città tutta. Dovremmo avviare una class action per gravi danni alla salute pubblica.
    Non ultimo il progetto che i palazzinari stanno prevedendo per il nuovo villaggio olimpico a tor di quinto in previsione delle olimpiadi 2020 cambierà irrimediabilmente il nostro quartiere e lo strozzerà in un traffico inesorabile.
    Condivido pienamente l’intervento che trovate all’indirizzo sotto indicato:
    http://www.online-news.it/2012/01/24/perche-dire-no-alle-olimpiadi-2020-a-roma/

  12. A mio parere ottimo – Sottolineo inioltre la OPPORTUNITA di prevedere anche la imissione diretta da via ZANDONAI VERSO PIAZZA GIUOCHI DELFICI (LA ROTATORIA E LO SPAZIO LO CONSENTIREBE) crendo un terzo varco – eventualmente protetto da idonea protezione ( ad es. uno spartitraffico a marciapiede sopraelevato) senza ad esere costretti da via Zandonai ad una tortuosa inversione ad U su Via Nemea – Via Apollo Pizio – oppure.da via Giuochi Istimici – Cassia- per giungere finalmente a p.Giuochi Delfici. IN TAL MODO SI EVITEREBE A TUTTO IL TRAFFICO , PROVENIENtTE da VIA FARNESINA – NEMEA – ORTI DELLA FARNESINA – che DEVE DIRIGERSI comunque A P.GIUOHI DELFICI / CAMILUCCCIA / CASSIA ANTICA / VIGNA STELUTI , di INTASARE LE SOPRA INDICATE STRADE con conseguente aumento di smog, tempi inutili di percorenza ecc.ec.

  13. condivido il parere di Simone: va tutto bene, ma l’unico vantaggio concreto per la viabilità il nostro quartiere lo avrebbe tratto dalla prevista e poi cancellata linea C2 della metro. Ma che aspettate assessori ecc. ecc. a darvi da fare per farla rimettere in calendario??
    E sono con Aurora per un NO alle olimpiadi e conseguenti guai per noi!

  14. NON DOVEVANO FARE CORSO FRANCIA SOTTERRANEA CON UN TUNNEL? IL PROGETTO HA VINTO L’HANNO SCORSO. il resto sono solo piccole ed effimere cose per rubare altri soldi.

  15. @sofia
    Sì, sarebbe opportuno, ma credo di difficile realizzazione, sia per la conformazione stessa delle strade, sia per l’inciviltà di quanti, perennemente, parcheggiano in doppia fila davanti al fioraio e/o in corrispondenza dell’innesto a U tra Zandonai e Nemea. Per non parlare di quando c’è Messa a S.Chiara, che attira qualche decina di fedeli pronti a scambiarsi un segno di pace in Chiesa e contemporaneamente a fregarsene di chi deve circolare per strada… con atteggiamento molto poco cristiano…

  16. Fa piacere innanzitutto sentire delle proposte che non arrivano più dall’EGREGIO consigliere Antoniozzi ma da un’altra persona speriamo più credibile. Ringraziandolo cmq per le proposte fatte vorrei porre 2 domande al cons. Scipioni: perchè per il doppio senso di Via Riano (voluto, anzi preteso da Trony) ci sono volute solo poche settimane mentre per sistemare la viabilità del quadrante farnesina, peggiorata sensibilmente dopo i ‘lungimiranti’ interventi degli anni scorsi, ci vogliono anni? La seconda domanda è la seguente: perchè i vigili urbani NON MULTANO MAI (ho chiesto personalmente di farlo un pomeriggio in cui tutto il primo tratto di via della farnesina era occupato da auto in doppia fila e non lo hanno fatto) le macchine di quelle 4 maleducate che vanno a comprarsi le scarpe lasciando l’auto in doppia fila, ma si limitano a multare solo di notte le auto lasciate in sosta sulla segnaletica orizzontale (disegnata solo qualche anno fa, sembra solo allo scopo di creare un parcheggio abusivo per poi multare chi lo usa) tra via orti e via della farnesina?

  17. Dopo quasi un anno tutto è fermo, in questo municipio si fanno solo chiacchiere ! mi dispiace per il consigliere Scipione che sembra una brava persona ma mi sa che hanno preso in giro pure lui ! e poi mi chiedo: tutto questo po’ po’ di studio quanto è costato e chi l’ha pagato ? come al solito noi cittadini con le nostre tasse. chi dobbiamo ringraziare per non aver realizzato tutti questi miglioramenti ?

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome