Home ATTUALITÀ De Giusti (ApI): La nuova viabilità di Piazza Cavour produrrà solo caos

De Giusti (ApI): La nuova viabilità di Piazza Cavour produrrà solo caos

Il Presidente del XVII Municipio, Antonella De Giusti, stigmatizza in una nota la nuova disciplina di traffico, introdotta dal Campidoglio in Piazza Cavour  pochi giorni fa, definendola figlia di una “ennesima inaugurazione frettolosa” pronta a ingenerare “nuovi errori che pagheranno i cittadini. Quella che si sta producendo attorno al cantiere per il nuovo parcheggio di Piazza Cavour – afferma De Giusti – sarà una rivoluzione per niente rivoluzionaria”.

“Anzi. La nuova viabilità genererà soltanto caos, senza apportare alcun reale beneficio agli abitanti di Prati. Io credo che la zona di via Cavour a questo punto rischi il ‘tilt’, perché il traffico di via Vittoria Colonna sarà dirottato fuori dalla piazza, invadendo il rione prima di incanalarsi nella direzione voluta.”

“Questa nuova viabilità che toglie la rotatoria delle auto di piazza Cavour, in realtà – incalza De Giusti – crea al suo posto una nuova grande rotatoria che va sotto le case della gente, lungo le strade tra lungotevere e via Tacito. Temo che la conseguenza sarà la creazione di un microclima pazzesco, con una pessima qualità locale dell’aria. Temo pure che nuovo caos si aggiungerà a quello prodotto dall’invasione dei bus turistici.”

“È in gioco la viabilità e la vivibilità di un quartiere, e noi vogliamo che il nuovo parcheggio di piazza Cavour, che io giudico comunque un’opportunità, non venga rovinato da un contestuale progetto di viabilità sbagliato. Non vorrei che l’ennesima inaugurazione frettolosa nel nostro territorio (come prima il mercato Trionfale e il Ponte della Musica) ingeneri altri errori che poi pagheranno come al solito i cittadini dei nostri quartieri. Questa vicenda – conclude Antonella De Giusti – vale anche come monito: le istituzioni preposte devono comunicare tra loro e i cittadini devono essere informati esaurientemente e per tempo.”

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome