Home AMBIENTE Il loop telefonico di RomaNatura

Il loop telefonico di RomaNatura

E’ uno di quegli episodi che se non fossero veri farebbero pensare ad una scena di “Comma 22” la pellicola tratta dal romanzo di Joseph Heller: il “comma 21” dice che “l’unico motivo valido per chiedere il congedo in tempo di guerra è la pazzia” ma il 22 precisa che “chiunque chiede il congedo in tempo di guerra non è pazzo”! Veniamo al fatto: pomeriggio di sabato 5 novembre, alcuni motociclisti scorrazzano nella Riserva dell’Insugherata avendola scambiata per una pista da cross.

E’ bene subito premettere che all’interno della Riserva Naturale è tassativamente vietato entrare con mezzi meccanici; oltretutto quei motociclisti stanno arando il terreno come dei trattori.

Una nostra lettrice li vede dal suo terrazzo e, indignatissima, chiama la nostra redazione non sapendo a chi rivolgersi. Le suggeriamo di telefonare alla Polizia Municipale mentre noi decidiamo di rivolgerci all’Ente naturalmente preposto e chiamiamo quindi la sala operativa dei Guardiaparco di RomaNatura al numero 0635405346 indicato sul sito web dell’Ente.

Dopo numerosi squilli a vuoto ci sentiamo rispondere da una voce registrata che per chiamare i Guardaparco bisogna fare invece il numero 0635405316.

Nel frattempo, sempre sul sito web di RomaNatura, troviamo quello del Comando della Stazione del Corpo Forestale dello Stato: 0635405320. “Meglio di così – ci diciamo – questo corpo forse è ancora più idoneo alla bisogna”, e fiduciosi lo componiamo.

Una nuova voce asettica e registrata ci dice però di chiamare lo 0635405316, lo stesso già datoci da RomaNatura.
Perplessi, ma determinati a porre limite ai danni che i centauri stanno facendo alla bella Riserva, ci affrettiamo a comporre il numero indicato: 0635405316.

Dopo una dozzina di squilli a vuoto ecco la stessa identica anonima voce: ci dice che per chiamare i guardaparco bisogna fare lo 0635405316.
Non è possibile, ci deve essere un errore, ma è lo stesso a cui stiamo telefonando!

Per tre volte, pensando di avere le traveggole, ripetiamo quel numero e, mentre agitati il nostro pensiero va ai solchi dei copertoni sul manto erboso dell’Insugherata, per tre volte otteniamo la stessa risposta.

Non serve darci pizzicotti o gettarci acqua sul viso per svegliarci, non stiamo sognando. La realtà è proprio questa: se un sabato pomeriggio devi chiamare per un’emergenza i Guardaparco al numero 0635405316 ti sentirai rispondere che per chiamarli devi fare il numero 0635405316.
Neanche nel vecchio gioco dell’oca capita di andare in loop così!

Al margine di questa grottesca vicenda viene spontaneo chiedersi: ma se per esempio la Riserva stava andando a fuoco cosa mai sarebbe accaduto?
E ancora: in questi giorni di nubifragi e allarmi della Protezione Civile, se il Fosso dell’Acqua Traversa, ingombro di alberi, rami, canne e detriti esondasse, chi mai bisognerebbe chiamare?

Ancora delusi, ma curiosi, il lunedì mattina chiamiamo il fatidico ed agognato 0635405316 e spieghiamo la faccenda ad un’interlocutrice che si limita a giustificare l’accaduto dicendo che il sabato e la domenica gli uffici sono chiusi. E quando insistiamo per chiedere ragione dell’incredibile paradosso del loop telefonico ci risponde: “non è a me che dovete dirlo”.
E a chi allora?

Materia per un altro romanzo alla Heller: “Se la Riserva va a fuoco devi chiamare i Guarda parco al 35405316; ma se chiami il 35405316 ti diranno di chiamare i Guardaparco al 35405316”.

Crossisti del sabato, buon divertimento nella Riserva dell’Insugherata!

Francesco Gargaglia

© riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

Visita la nostra pagina di Facebook

6 COMMENTI

  1. Vi segnalo che il numero di emergenza h24 del Corpo Forestale dello Stato è il 1515. Credo che nel 2011 non sapere i numeri di emergenza delle forze di polizia, 112 – 113 – 1515 – 117, sia come non sapere il Presidente della Repubblica. In particolare quello della Forestale è l’unico che viene addirittura pubblicizzato su tutte le emittenti TV/radio sia statali che private, in maniera continuativa, soprattutto durante il periodo estivo proprio perchè c’è l’aumento d’incendi, ma non solo per quello:

    http://www3.corpoforestale.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/204

    Chi fa informazione queste cose le deve conoscere altrimenti che informazione dai?

    Anche perchè non trovo una rubrica di numeri utili che generalmente deve essere riportata in ogni sito che produce informazione.

    Saluti.

  2. Gentile Alex,
    grazie dell’aiuto ma conosciamo bene il 1515 così come sappiamo bene chi è il nostro presidente della Repubblica.
    Venendo alle sue osservazioni, precisiamo – forse le è sfuggito – che il nostro intento era di chiedere l’intervento della stazione del CFS ubicata proprio all’interno della Riserva i cui agenti in pochi istanti avrebbero potuto essere sul posto. Le precisiamo inoltre che i numeri chiamati sono quelli appositamente indicati sul sito dell’ente gestore RomaNatura.
    Detto ciò, per quanto attiene all’assenza dei “numeri utili” dal nostro sito, la invitiamo a guardare in alto, a destra del suo schermo: giuriamo di non averli messi lì da pochi minuti !
    Grazie della collaborazione
    Molto cordialmente,
    La Redazione

  3. Questi numeri li ho reperiti sul sito del Parco dell’insugherata. Ai cellulari indicati e a cui ho chiamato per verifica, mi hanno comunicato che rispondono direttamente i Guardiaparco reperibili nell’arco dell’anno.
    06.98.93.26.33 / 329.08.22.160 / 339.57.93.993

    Per quanto riguarda la Protezione Civile:
    Protezione Civile Regione Lazio 803.555 attiva 365 giorni l’anno h24
    Protezione Civile Roma Capitale: 800.854854 attiva 365 giorni l’anno h24

  4. Di seguito la mail che ho inviato al servizio RomaNatura in riferimento al succitato episodio.

    Spett.le servizio,
    abito in Via Vallombrosa a confine con la riserva dell’Insugherata e il mio terrazzo affaccia direttamente sulla valle della rimessola all’altezza della fattoria Mostarda.

    Da alcuni mesi a questa parte assisto alle scorribande di proprietari di motocicli e di quad che transitano all’interno della riserva, probabilmente provenendo da Via dell’Acqua Traversa, percorrendo ad alta velocità il Fosso della Rimessola producendo, come potete immaginare, un rumore veramente fastidioso.

    Sono riuscito cogliere questi “ignoti” in foto fissando anche la targa del veicolo.

    Vi invio le fotografie per l’uso che riterrete più opportuno.

    I più cordiali saluti
    Firmato

  5. Ancora una volta dobbiamo prendere atto del fatto che all’interno dell’Insugherata possono scorrazzare suv, fuoristrada, cavalli, moto e quad ma non possono entrare i cittadini, gli stessi cittadini che pagando le tasse consentono la sopravvivenza di Enti come Roma Natura.

  6. Roma è una città in cui si può fare di tutto per sfregiarla, o perchè chi dovrebbe non fa rispettare le regole o perchè le regole sono fatte ad uso e consumo dei nuovi barbari: vedi entrambe le cose presenti nell’invasione di cartellone selvaggio, e in quella dei tavolini a Ponte Milvio. .
    E ci rimettono le persone che hanno senso civico e si impegnano per il bene comune.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome