Home ATTUALITÀ Trony a Ponte Milvio. Traffico senza paragoni. Bloccato l’intero quadrante di Roma...

Trony a Ponte Milvio. Traffico senza paragoni. Bloccato l’intero quadrante di Roma Nord.

Apertura Trony Ponte MilvioE’ quasi un bollettino di guerra quello che ci approntiamo a diramare. L’apertura del più grande negozio Trony d’Italia che questa mattina ha aperto i battenti in via Riano ha sconvolto il traffico dell’intero quadrante di Roma Nord coinvolgendo oltre alla zona di Via Flaminia Vecchia e Via Riano che per l’occasione sono state chiuse al traffico Ponte Milvio, Corso Francia e le consolari Flaminia e Cassia. Clacson impazziti, nervi a fior di pelle, negozianti di zona imbestialiti. Non ci sono paragoni.

Già dalle prime ore di ieri sera centinaia di persone si sono messe in fila per approfittare delle offerte che Trony ha riservato per il giorno dell’inaugurazione bivaccando su Via Riano. Verso le 4 e mezza di questa notte i fan dell’acquisto a basso costo erano diventati oltre 4.000. Questa mattina all’atto dell’apertura la situazione era caotica. La fila per l’accesso al centro Commerciale di Via Riano occupava l’intera Via Riano ed il traffico ha subito ripercussioni impressionanti.

La consolare Cassia era bloccata fino a Sacrofano mentre sulla Flaminia la fila è arrivata fino a Prima Porta. La zona Ponte Milvio, Vigna Clara, Cassia, Corso Francia, Fleming è paralizzata. Notevole il dispiegamento della Polizia Municiplae che ha messo in campo tutte le sue risorse per cercare di contenere il traffico.

Diverse le segnalazioni di automobilisti infuriati che hanno impiegato più di un’ora per effettuare il tragitto che normalmente richiedeva un tempo di percorrenza di pochi minuti. In ritardo anche l’apertura della seduta del Consiglio Municipale del XX Municipio prevista per questa mattina alle 9:30.

Fabrizio Azzali

© riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

Visita la nostra pagina di Facebook

77 COMMENTI

  1. La notizia del traffico impazzito nella zona di Ponte Milvio è stata data anche stamattina al GR1 , non so se Trony se ne gioverà.
    E poi, è vero, ci lavorano solo giovani maschi!
    Sonod’accordo che occorre un’azione collettiva per il risarcimento dei danni. tanti intrappolati e tanti che hanno dovuto rinunciare ad avventurarsi. nell’intero quadrante Corso Francia-Ponte Milvio.

  2. Io ho mandato questa email, non so se servirà ma almeno mi sono sfogata..

    sono una cittadina residente nel 4° Municipio di Roma ed anche io oggi, come altre centinaia di romani, sono rimasta letteralmente bloccata ed ostaggio dell’apertura del nuovo negozio Trony a Ponte Milvio. Il mio autobus, la linea 88 che prendo a via Cavriglia, ci ha impiegato circa 40 (quaranta) minuti per fare il tragitto: via Vaglia – Largo Valtournanche, che su Google Maps misura 700 metri, circa 2 minuti a piedi. Tutto ciò si è ripercosso sul resto del viaggio, comportando un ritardo sul posto di lavoro di quasi mezz’ora.
    Tutto ciò perchè un negozio di elettronica ha deciso di organizzare l’inaugurazione in pieno centro di Roma, la città più abitata d’Italia, nel mattino di un giorno FERIALE, quando migliaia di romani vanno a lavoro.

    Ora mi chiedo, chi ha dato l’autorizzazione al negozio di aprire una filiale in quella zona?
    Chi ha dato l’autorizzazione affinchè l’inaugurazione avvenisse la mattina di un giovedì qualsiasi?
    Perchè la cittadinanza interessata (ovvero praticamente mezza Roma!!!!!!!!!!!!) non è stata avvisata che ci sarebbero potuti essere dei disagi, molti considerato il tipo di sconti che il negozio aveva deciso di praticare?
    E’ mai possibile che nel terzo millennio con a disposizione tutti i mezzi telematici e informatici del mondo, l’amministrazione pubblica non abbia saputo gestire in maniera quantomeno decente una situazione del genere? Sarebbe chiedere troppo di avvisarci? Magari posso suggerire al Comune di Roma di aprire una pagina Facebook/Twitter o un sito più funzionale?!?

    E poi, dove stavano i vigili nel mio quartiere stamattina a gestire il traffico? Ho visto scene di vero panico con la gente infuriata in macchina che strombazzava a tutto volume. La gente sul mio autobus era semplicemente sconvolta dal traffico. Per di più gli autobus passavano a rilento (ma è un eufemismo, già passano così raramente che è un miracolo che oggi sull’88 non siamo morti soffocati!). Abbiamo congetturato di tutto ma non certo che avremmo fatto tardi a lavoro perchè c’era l’inaugurazione di un qualsiasi negozio che era stato autorizzato in tal senso.
    Se il sindaco esige delle scuse, bè, io penso che chi ha dato l’avvio a questo caos le debba a tutta la cittadinanza.

    E’ davvero una cosa folle e scandalosa che mi auguro sinceramente che non si ripeta mai più. La gente è davvero stanca e prima farete qualcosa per far funzionare questa città, credo meglio sarà per tutti.

  3. ma il prefetto perchè non è intervenuto chiudendo il negozio per ragioni e tutela dell’ordine pubblico?la fila incomincioava dall’uscita del casello roma nord firenze.

  4. Per chi stava da Trony questa mattina… Ma veramente non avete niente da fare, per andare occupare un negozio e pensare di riuscire a comprare una qualunque cosa in quantità limitatissima?
    Non ho parole, siete dei veri “geni”.

  5. Vuoi scommettere che un buon 80% degli “indignados” qui sopra finiranno, nel giro di un mese, per andarsi a fare una passeggiata in quel paese dei balocchi per adulti di 5000 metri quadri? 😉

  6. colpa del sindaco, colpa di giacomini, nessuno sapeva etc.. etc … le chiacchiere stanno a zero.boicottiamo …. quereliamo … danni ,,, risarcimenti . domani è tutto finito! domani la nostra attenzione sarà sullo sciperero, ci dimenticheremo di quello che è successo oggi..
    Pensate a quei poveracci del mercato di ponte milvio come hanno fatto oggi a lavorare?! pensare di aprire un megastore a via riano, dove non esiste parcheggio … Perchè non venite a raccontare che il parcheggio sotto al mercato è un parcheggio! Vogliamo parlare anche dalla viabilità di via riano?? doppio senso da ieri!!! una stradina a doppio senso. Questa estate sono stati fatti dei lavori per ampliare la strada.. sono stati guadagnati 20 cm. … ma quanto ci costa tutto questo??? Chi ci guadagna??? Le risposte sono sempre le stesse … nessuno sa niente, nessuno poteva prevedere etc. etc. CHE SCHIFO!

  7. 1) Per Riccardo:
    premesso che la class action all’italiana è una bufala, niente a che vedere con quella statunitense, mi guarderei bene dal tirare in ballo gli avvocati.

    Infatti, un eventuale richiesta di risarcimento del danno dovrebbe essere provata in quanto il fatto di aver perso un’ora e mezza della tua vita nel traffico non è sufficiente per fondare una richiesta di risarcimento.

    Certo che se a causa di quell’ora hai perso un colloquio di lavoro e hanno assunto un altro si potrebbe parlare (forse) di perdita di chance.
    Se non hai potuto partecipare a una gara d’appalto pur avendo tutti i presupposti per vincere, potresti dedurre (forse) il mancato guadagno (ma dovresti dare la prova che avresti vinto la gara).
    Se non hai potuto proporre un appello il cui esito sarebbe stato sicuro e il tuo cliente ti fa causa chiedendo il risarcimento dei danni tu magari potresti chiamare in causa il comune e (o) trony, ma sfido a trovare un avvocato che ti garantisca la vittoria.

    Più semplicemente, apri un sito http://www.notrony.it dove convogliare tutte le proteste, potresti avere un ritorno molto più efficace.
    Ricordatevi che in Altamura un panettiere sconfisse McDonalds

    http://www.repubblica.it/2007/05/sezioni/spettacoli_e_cultura/panettiere/panettiere/panettiere.html

  8. 2) Questa, semmai, è l’ennesima dimostrazione del fatto che parte degli italiani, privi di obiettivi superindividuali, degradano a tubi digerenti, pronti a ingurgitare ogni tipologia di bene.

    Questa è gente che si abbrutisce e meriterebbe di finire nelle miniere o nella palude pontina o in un altoforno; renderebbero la loro esistenza più degna di essere vissuta e offrirebbero un servizio alla Comunità, allo Stato e all’Italia.

    Hanno fatto più danni questi non capenti che i black bloc.

    Il problema dell’Italia non sono due manipoli di estremisti; il problema è costituito dagli italiani ordinari, quali sono questi …..

    Ricordatevene nella cabina elettorale

  9. Anzi, perché non scrivete una letterina ad Alemanno, come una volta di faceva a babbo natale?

    Visto che ci siete, scrivetene tre o quattro

    La prima ad Alemanno, le altre, per conoscenza, a tre quotidiani

    Costo: solo 2,40 euro

  10. Io già non concepisco una città messa in ginocchio da un temporale anche se molto forte, ma tutti sappiamo che a Roma anche un temporale normale blocca la città! Figuriamoci il dover apprendere che il traffico nel quale ieri mattina alle 7,30 ero imbottigliata insieme ai ragazzi da accompagnare PUNTUALI a scuola era dovuto all’apertura di TRONY!!!!!!!
    Vorrei sapere: CHI ha approvato la campagna di sconti di un centro commerciale del genere posizionato in una zona che ha già dei problemi grandissimi di traffico; CHI ha dato il permesso di aprire questo centro di Giovedì e non di Sabato o Domenica;
    CHI non ha valutato l’impatto che avrebbe avuto sul quartiere, su parte della città e su noi cittadini visto che TRony ha fatto aperture simili in molte altre volte; Chi rimborserà noi per le ore perse nel traffico, la benzina sprecata e la mancata puntualità di entrata a scuola:
    E pensate al periodo di Natale!!!!!!!!! Mi piacerebbe avere risposte ai miei interrogativi. Grazie mille

  11. Ci risiamo,il Sindaco Alemanno e Giacomini,che fanno a scarica barile,per il traffico provocato da Trony,sempre in via flaminia nuova,stavolta verso Roma,i poverini non sapevano nulla,che ci sarebbe stato il caos,Trony,apre il suo piu grande negozio in Italia e loro non nè sapevano nulla.M SE SONO MESI che si sapeva che Trony andava a riqualificare quella specie di (centro commerciale)a Ponte Milvio,il il Municipio ha anche cambiato la circolazione delle auto in via Riano (doppio senso)queste cose mica si fanno con un giorno,ma loro non sapevano niente e i vigili che vedo sempre piu raramente(pare per mancanza di organico)ieri sono spuntati come i funghi,pare 250,ma sicuramente erano di più(chissà se gli pagheranno gli straordinari)alla faccia della crisi del Comune di Roma,aumento rifiuti etc.etc..

  12. Il traffico alle dieci bloccava via valbondione vle gem del friuli, ho pensato ad un incidente, zona labaro colli d oro. Sapevo dell apertura drl trony, ma non ho associato la cosa al Traffico! Sono arrivata in palestra e l ho saputo, mi sembrava assurdo , ed invece quando nel primo pomeriggio sono passata da via riano, x l erboristeria, ho trovato lo sconvolgimento di un guerriglia :cartaccia dapertutto,transenne, vetri sfondati, pattuglie di poliziotti e impigati troni, che tenavano a bada, dentro due box recintati, due gruppi di disperati, ancora convinti, di trovare l affare. La domanda spontanea:ma che reglano?
    Se queste folle si fossero mosse qlc anno prima, non avremmo questo orrore.
    Il c commercile è nato al posto del piu economico parcheggio del ex mercatino di ponte milvio. quel mercatino pieno di sole di platani, che creava sempre un pó di caos, ma voui mettere?ma il comune stabilisce che i mercati rionali, vanno raccolti in una struttura, per motivi di igiene. Al posto del piccolo parcheggio il comune ha dato (venduto)?la concessione per la costruzione del mercato coperto. Insime a questo é nato un piccolo centro commerciale,con tanti negozi in fitto che facevano guadagnare soo il costruttore, perche i negozi, dopo hanno chiuso tutti. Il Cc non é stato pubblicizzato grancheé, era sempre vuoto, anche perché il parcheggio sottostante, non era gratis neanche x la prima ora, con l acquisto fatto. la zona sempre congestionata non invitava a fermarti, e fare spesa e shopping cn tranquillità . Mi é capitato diverse volte che non riuscendo a parcheggiare ho mancato l acquisto.
    Il mercatino , progettato con banchi con servizi igienici, piazzetta, fontanina piante, sarebbe stato perfetto, se tutte quelle aperture , per consentire, il passaggio dell aria, non avessero provocato una ventilazione eccessiva, specialmente nei mesi invernali,che hadato diversi problemi di salute a tanti.
    Ma tutto qusto chi lo paga? Chi ci guadagna?
    Mi piacerebbe sapere, come e perché una cosa pubblica, deve per forza diventare un affare

    Intanto i locali ora sono affittati al Trony,senza paragony.

  13. Secondo me sono stati pure fortunati che ieri non ci sia scappato il morto! Ho visto dei filmati da panico, con la gente urlante ed in preda al panico premuta contro le transenne! E poi il nostro sindaco “casco-sempre-dal-pero” cosa avrebbe detto? Me lo posso immaginare: che era imprevedibile che bastava un niente perchè qualcuno potesse essere schiacciato da una folla di 8000 persone deliranti, in fila dalla notte e quindi con uno stato di coscienza quanto meno alterato, e tutto per comprarsi una consolle o un cellulare di ultima generazione! E ultima ma non ultima per importanza: chi ripagherà i gestori dei banchi del mercato rionale che, speranzosi che l’apertura di Trony potesse portare dei benefici anche a loro in termini di affluenza di persone nel centro commerciale, invece rischiano di finire prigionieri del megastore?

  14. Il Sindaco dichiara che:
    “… non può certo desumere (l’ Amministrazione Capitolina ndr) l’impatto di un evento del genere inseguendo le affissioni pubblicitarie. ”

    Infatti non doveva, l’Amministrazione, “desumere” un tubo.
    Bastava prendere in considerazione i precedenti.
    Imparare attraverso l’esperienza. Il grado zero dell’apprendimento.

    E adesso voglio vedere chi si mostrerà sorpreso nel “desumere l’impatto” di ingresso e uscita su Viale Tor di Quinto (a un passo da Trony) da e per le nuove strutture private del Parco Reggiani.
    Accetto scommesse. Anche sullo scaricabarile.

  15. Non sono d’accordo a criticare la gente che ci è andata. Davano offerte come un tv 32 pollici a 100 euro invece di 250, e se uno non ha soldi non si capisce perchè è un imbecille a voler risparmiare (io ho rinunciato perchè mi immaginavo con queste offerte file lunghissime e litigi, anche se non in questa misura). La colpa è di Trony innanzitutto che ha sicuramente l’esperienza per aspettarsi il casino e avrebbe potuto perlomeno aprire di domenica come giustamente ha osservato qualcuno e poi inventarsi qualcosa per contenere la ressa e del comune in secondo luogo, perchè se l’ho previsto io il casino che faccio il professore di letteratura sicuramente potevano immaginarlo loro.

  16. Ma non avete notato la megainsegna di trony che deturpa il paesaggio dall’ alto del ponte? Possibile che sia stata autorizzata? Mi chiedo quante mazzette siano state date… Ma comunque vorrei aprire una raccolta di firme per la demolizione, visto che si tratta di un,offesa oltretutto per gli occhi di chiunque passa di la’non solo di notte ma anche di giorno, copre quella meraviglia della vista del palazzo di roccagiovine che mi pare sia da salvaguardare e difendere..
    E con l’occasione chiederei di rimuovere anchel’insegna sopra l’edificio dell’ex standa che rassomiglia a quelle di las vegas… Che ne pensate? Facciamoci coraggio e alziamo la testa, facciamo sentire la nostra voce…

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome