Home ATTUALITÀ XX Municipio – Tolli (PD): Scuola Grottarossa, servono valanghe e proteste per...

XX Municipio – Tolli (PD): Scuola Grottarossa, servono valanghe e proteste per svegliare il Municipio

“La storia dell’istituto Grottarossa in Via di Valle del Vescovo ha dell’incredibile e mette a nudo tutta l’incapacità della giunta del XX Municipio”. Così in una nota Marco Tolli, Consigliere PD al Municipio XX e responsabile periferie del PD di Roma, a proposito di quanto accaduto il 20 ottobre nella scuola e delle proteste dei genitori (leggi qui) avvenute nel corso della seduta di Consiglio di lunedì 24 ottobre.

“Già il 27 luglio, a causa dello smottamento di un terrapieno realizzato a fini edificatori, la scuola subì ingenti danni. In quell’occasione il Municipio scelse una linea di concertazione tra i soggetti coinvolti, l’istituto scolastico e i titolari delle concessioni edilizie, tesa a bonificare parzialmente le aree pubbliche danneggiate e a proteggere da ulteriori valanghe l’edificio attraverso la realizzazione di trincee scavate all’interno del perimetro della scuola. Va segnalata una banale contestazione relativa ai tempi di intervento previsti dalla DIA per le attività di movimento terra che ha portato alla sospensione delle attività edilizie.”

“Dal mese di Luglio ad oggi – continua Tolli – non risulta alcun intervento formale finalizzato ad aggredire e rimuovere gli elementi di pericolo, nessuna azione in difesa del patrimonio pubblico, nessun cenno a garanzia degli utenti e dei lavoratori della scuola. E’ questo sciagurato atteggiamento he a distanza di tre mesi porta alla seconda inondazione dei locali della scuola.”

“Le questioni aperte sono serie e gravi – conclude il Consigliere Tolli – e sarà la Magistratura, interpellata dai cittadini, a chiarire le responsabilità del XX Municipio. Nel frattempo si compia ogni sforzo utile a rimuovere il terrapieno realizzato e a bonificare i luoghi per evitare ulteriori danni alla scuola di Grottarossa.”

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. La magistratura… A Labaro (via Comparini / via Torfanini) ha emesso una sentenza di responsabilità di ACEA e dell’amminsitrazione comunale per risolvere il problema di una voragine che è a cielo aperto da febbraio 2010. Oggi i cittadini saranno in Consiglio comunale a richiedere un loro diritto. Di non essere trattati da cittadini di serie B anche se vivono in periferia. Ne va della credibilità delle istituzioni e della qualità della democrazia. E’ ora di cambiare.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome