Home ATTUALITÀ Passeggiata notturna anti trans in via Flaminia

Passeggiata notturna anti trans in via Flaminia

C’è chi organizza escursioni domenicali per allietare genitori e bambini e chi passeggiate feriali in nome della difesa degli stessi. In questa seconda categoria annoveriamo Riccardo Corsetto, portavoce romano del Movimento per l’Italia con Daniela Santanché, e Fabio Sabbatani Schiuma, coordinatore regionale Mpi e membro dell’esecutivo romano del PdL, che in una nota congiunta annunciano per questa sera una passeggiata anti trans in via Flaminia.

“Questa sera alle ore 23.00 accompagneremo un gruppo di residenti in una nuova passeggiata di disturbo ai transessuali ed ai clienti che s’incontrano ogni notte nei pressi di via Flaminia, all’altezza del civico 950, rendendo disagi a coloro che vivono in questa zona. Saremo muniti di torce elettriche – prosegue la nota – presidiando la zona alfine di dissuadere i clienti dal sostare presso i trans per la contrattazione.”

“Dal momento che i residenti non sono garantiti nel loro diritto al decoro, nemmeno sotto i portoni delle proprie abitazioni domestiche – concludono Corsetto e Sabbatani Schiuma – daremo seguito a periodiche passeggiate di disturbo alla prostituzione, con lo scopo di sradicare il fenomeno dalla zona.”

Visita la nostra pagina di Facebook

53 COMMENTI

  1. Sig. Carlo Maria Mosco,

    ma lei dove vive? non vede che in italia il sesso è spiattellato ovunque, anche nelle merendine per i bambini? Abbiamo anche il presidente del consiglio che ama la prostituzione( votato da oltre il 50% degli italiani), e non solo lui….
    Non credo che in Svezia sia lo stesso…..

    ricordo che poco tempo fa il nostro caro sindaco fece un giro notturno alla ricerca delle lucciole in non so quale consolare……. un impatto devastante!!!! non ho più visto una lucciola in giro!!!!!! MADDAI!!!!!!!!!!

  2. Caro Pietro,
    lo so bene dove vivo, ma penso anche a dove vorrei vivere.
    E agisco di conseguenza.

    Comunque rifletta! Finché palazzo Grazioli sarà abitato, molte di esse convergeranno in quella zona lasciando le strade più libere e sicure.

    Magari il 17 le strade erano vuote perché qualcuno aveva organizzato un festino…

    Mi creda! Siamo fortunati ad avere un simile presidente; ce lo invidiano tutti!
    Non ci sono paragoni!

  3. Vedo che stiamo scivolando fuori tema e tutti evitano di rispondere al quesito da me formulato: tali personaggi, a prescindere dal loro genere sessuale e dall’attività di meretricio svolta, hanno o no diritto di risiedere sul suolo italiano ?
    Le nazioni di loro provenienza fanno parte a nostra insaputa dell’UE o forse hanno aderito, sempre a nostra insaputa, alla convenzione di Schengen ?
    Dati del Viminale del 24 ottobre: dall’accordo di aprile con l’esecutivo transitorio della Tunisia sono stati rimpatriati con voli di stato 3581 tunisini.
    Personalmente non condivido alcuna crociata, ancorché laica, contro la prostituzione, in quanto inutile e dannosa. Ritengo che il meretricio abbia una funzione sociale di grandissima utilità e la sua repressione nel nostro paese
    provocherebbe danni ben peggiori. Anche io auspico una regolamentazione, ma oltretevere non ne vogliono sapere !

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome