Home ATTUALITÀ Mamme al XX Municipio: perchè cambiare gli orari degli scuolabus?

Mamme al XX Municipio: perchè cambiare gli orari degli scuolabus?

Scrive una mamma: perchè cambiare gli orari degli scuolabus a Roma Nord? “Vorrei rendere pubblico l’ennesimo episodio che evidenzia come a Roma i servizi sociali a favore della gente comune continuino a peggiorare. Dopo gli aumenti dei ticket, i tagli agli ospedali e tutto quello che conosciamo, nel XX municipio dopo almeno 14 anni cambia, e in peggio, anche un servizio essenziale per i bambini”. Così Simona, una mamma, scrive a VignaClaraBlog.it per lamentarsi dei nuovi orari del trasporto scolastico adottati dal XX Municipio.

“Io sono una mamma pendolare, 1000 euro al mese (ma ringrazio Dio perchè ho un lavoro) , esco alle 6:45 e torno alle 19 se va bene. I miei figli – continua Simona – vanno a scuola con il pulmino messo a disposizione a pagamento dal XX Municipio e l’orario era sempre stato alle 7:45, per i bambini delle medie invece era le 7. Ma da quest’anno anche i bambini delle elementari dovranno prenderlo alle 7”.

“Quei genitori che hanno un figlio alle elementari ed uno all’asilo, dovranno trovare qualcuno che porta 2 volte i bambini alla fermata. Quei bambini ancora così piccoli già dovranno imparare ad alzarsi alle 6 del mattino. Il loro destino di pendolari già tende l’ombra.”

” Vi sembra giusto – si chiede Simona – che chi dispone l’organizzazione di un servizio lo faccia senza calcolare i disagi per i genitori e per gli stessi bambini? E’ stata firmata una petizione da noi mamme “arrabbattatrici” ma già sappiamo – conclude – che questo è un primo passo verso l’intento di eliminazione totale di un altro servizio per noi povera gente.”

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. Concordo con l’osservazione della signora. Vengono minati tutti i diritti e i servizi basilari, sanità, trasporti, scuola, che altro s’inventeranno!!!
    Si predica da anni che non si fanno figli, che l’Italia è un popolo di vecchi. Ma con quale coraggio un giovane senza casa, senza lavoro, senza aiuti può costruirsi una famiglia, fare dei figli? Bisogna essere dei pazzi o farsi mantenere dai genitori/nonni anziani (quando possono), che vorrei ricordare come siano preziosi per le famiglie con figli che hanno la possibilità di goderne. Grazie per la possibilità che ci date di far sentire la nostra voce…..

  2. Si, giusto, ma il problema è identico per chi ha un figlio alle medie e uno ancora alle elementari, situazione anche questa molto probabile. Uno parte alle 7 e uno alle 7,45. Non è il massimo! Almeno così usciranno insieme, e quello più grandicello potrà portare il fratellino alla fermata.

  3. Sono una mamma di Cesano che ha appunto il problema descritto e vorrei sottolineare come sia difficile riuscire ad organizzare ogni cosa per il buon andamento della famiglia, lo Stato dovrebbe aiutarci, in questo caso il Comune, in realtà ci complicano sempre di più.
    Speriamo che quando la decisione verrà presa, ad ottobre, sia quella giusta per noi. Saluti

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome