Home AMBIENTE Inviolatella, terminata la recinzione

Inviolatella, terminata la recinzione

I lavori di sistemazione della rete metallica lungo la Via Cassia Antica, al confine con il nascente Parco Urbano dell’Inviolatella, sono terminati. La rete è stata ricoperta con un telo per l’ombra di colore verde, lo stesso telo che è stato utilizzato per nascondere le bruttissime lamiere che circondano un ex distributore. Ora non sarà più possibile gettare rifiuti all’interno dell’area verde come sarà più difficoltoso, per sbandati e senza tetto, realizzare delle baracche all’interno del parco come avveniva nel passato.

Ha fatto anche la sua comparsa un bel cartello di colore verde che oltre a specificare che si tratta di un Parco Urbano ricorda come l’ingresso sia libero.

Francesco Gargaglia

© riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

Visita la nostra pagina di Facebook

6 COMMENTI

  1. Complimenti per aver tolto ogni possibile spazio per consentire l’eventuale fermata di emergenza dei veicoli o il passagio in sicurezza dei pedoni! Bravi!

  2. Non diciamo sciocchezze e andiamo a vedere i luoghi!
    Già prima non c’era posto per la sosta di emergenza e chi si fermava lo faceva solo per scaricare rifiuti. Si vede benissimo che la rete è stata messa a filo degli alberi e dove inizia la scarpata.

  3. Si, ricordo benissimo che non esisteva nenache prima spazio per la sosta di emergenza o il passaggio pedonale.
    Credo sarebbe opportuno rendere percorribile quel tratto della Cassia nuova anche ai pedoni dalla parte opposta della strada, ma viviamo in una città in cui è sempre più difficile transitare a piedi nelle zone non completamente cementificate.
    Qualcuno di voi ha provato a raggiungere Piazza dei Giuochi Delfici a piedi dal bivio Cassia. Cassia lungo la Cassia vecchia ? E a proseguire verso Ponte Milvio? io si e vi assicuro che è sconsolante. Soprattutto dove c’è un piccolomarciapiede, senza pietà ingombrato da paletti vari, eccetera, eccetera.

  4. @ monica consiglio una segnalazione circonstanziata all’Ente Parco di Veio ed al Dipartimento Ambiente del Comune, nonchè al XX Gruppo della Polizia Urbana

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome