Home ATTUALITÀ Comitato per Via Gradoli: lettera aperta a Piero Marrazzo

Comitato per Via Gradoli: lettera aperta a Piero Marrazzo

Continua a far discutere l’intervista che Piero Marrazzo, ex presidente della Regione Lazio, ha rilasciato al quotidiano La Repubblica lo scorso 15 agosto. Già il Comitato per via Gradoli aveva ritenuto necessario puntualizzare alcune sue affermazioni con un comunicato pubblicato da VignaClaraBlog.it pochi giorni fa. E’ di oggi invece una lettera aperta che lo stesso Comitato ci invita a diffondere sulle nostre pagine. Lo spirito che anima il nostro giornale è quello di dar voce a tutte le espressioni del territorio: raccogliamo dunque l’invito.

Ecco il testo della lettera aperta a Piero Marrazzo a firma Carlo Maria Mosco, presidente del Comitato per via Gradoli.

“Sig. Marrazzo, nell’intervista rilasciata il 15 agosto al quotidiano “la Repubblica”, confermando quanto precedentemente riportato da altre fonti giornalistiche, ha dichiarato di non escludere il rientro sulla scena politica. Qualora ciò corrispondesse al vero, mi ritengo legittimato, personalmente, quale residente in Via Gradoli, e a nome di tutti i membri del Comitato per Via Gradoli, a chiederLe quanto segue:

a. Con riguardo alle somme versate in occasione degli incontri, Lei ha dichiarato di essere “stato per molti anni un professionista affermato” e di aver “speso solo soldi miei”. In proposito, La invito a rendere pubblici tutti gli elementi reddituali e patrimoniali, Suoi e familiari, che giustifichino il tenore di vita adottato, con riferimento a quelli precedenti i noti eventi e anche a quelli successivi.

b. Con riguardo al possibile rientro, Lei dichiara che “molti lo temono, anche fra gli amici”, in quanto “ho conservato un rapporto straordinario con le persone, con la gente per strada”.
Se così fosse, Lei non dovrebbe temere in alcun modo di tornare in Via Gradoli per verificare l’eventuale consenso degli elettori.
La invito pertanto a comunicarmi una data di Suo gradimento per incontrare i residenti. Dall’esito, sia esso positivo oppure negativo, potrà dedurre validi riscontri circa l’opportunità di ricandidarsi alle prossime elezioni politiche e (o) amministrative. Con i migliori saluti,
Carlo Maria Mosco”

l’intervista pubblicata da La Repubblica: clicca qui
A proposito dell’intervista di Marrazzo...L’editoriale di VignaClaraBlog.it del 17 agosto: clicca qui
Comunicato del 16 agosto del Comitato per via Gradoli: clicca qui

 

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. Certa gente non ha un minimo di dignità. Marrazzo se ne avesse ancora un pò farebbe bene a partire per la Nuova Zelanda. Lì non lo conosce nessuno e soprattutto non c’è il rischio che si ripresenti con qualche partito alla disperata ricerca di voti (spero non sia vero che qualcuno della sinistra voglia ripresentarlo, per favore…) !
    Se veramente (cosa di cui dubito fortemente) è consapevole di aver sbagliato dia i suoi soldi in beneficenza, faccia del bene a chi ne ha bisogno, visto che finora il denaro lo ha sperperato in trans e quant’altro !

  2. Ma questa gente ancora gira a piede libero……? se lo incontro gli sputo in faccia….e’ questa la sinistra in italia? a tanto siamo arrivati?e vabbe’…..coninuiamo cosi’…….

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome