Home ATTUALITÀ Per Giorgio “lo zozzone di corso Francia” striscioni e mobilitazione politica

Per Giorgio “lo zozzone di corso Francia” striscioni e mobilitazione politica

Lo zozzo nun se toccaPer il chiosco di Giorgio, il cosiddetto zozzone di corso Francia, che è stato chiuso notti fa [leggi articolo] si sono mobilitati in tanti. Dai semplici cittadini fino ai politici.

“Lo zozzo nun se tocca. È questo – dichiarano in una nota Riccardo Corsetto, delegato al XX Municipio di Riva Destra, e Fabio Sabbatani Schiuma, membro dell’esecutivo romano del Pdl – lo slogan dello striscione appena affisso sul cavalcavia della tangenziale Est, sopra Corso di Francia, a pochi metri da dove sabato notte il XX Gruppo di Polizia Municipale ha sequestrato le attrezzature da lavoro al noto venditore di panini ambulante Giorgio. G., meglio noto a tutti i giovani di Roma nord come Giorgione lo Zozzo”.

[GALLERY=1526]

“Lo striscione è un chiaro segno di solidarietà a chi da oltre quindici anni allieta il ritorno a casa dei giovani romani al ritorno dalla movida. Non si può – continua la nota di Corsetto e Schiuma – chiudere un’istituzione come Giorgione a Corso Francia che da 15 anni con i suoi panini ha cresciuto almeno tre generazioni di giovani, molti dei quali stanno aderendo a diversi gruppi di solidarietà su Facebook. Ho parlato personalmente con Giorgio, ed acclarata la sua volontà di regolarizzare alcune mancanze amministrative.”

“Ciò che resta meno chiaro – concludono – è come mai a qualche centinaio di metri, presso la grande Moschea, sia permessa la ristorazione ambulante senza nessun controllo, nè autorizzazioni.”

Visita la nostra pagina di Facebook

19 COMMENTI

  1. mi dispiace che lo abbiano chiuso, ma la legalità prima di tutto.

    regolarizzi la sua posizione e lo aspettiamo a braccia aperte!

    “junior, caricame due petti in piastra 1!! “

  2. eccoli qua!
    basta un chioschetto da quattro soldi abusivo privo delle minime condizioni igieniche, ma popolare presso i giovinotti, che per rastrellare quattro voti la Legge “Non si può” applicarla!
    ma vergognatevi! Tornate adesso a parlare di rispetto della legalità, delle bancarelle, dei mendicanti, dei bancarellari abusivi, degli zingari, dei clandestini.
    eccola qua la morale doppia!

  3. Sicuramente uno “zozzo” non fa piacere toccarlo .
    Accanto a motorini , anche belle e lussuose macchine ferme la notte davanti al baraccone su ruote.
    Ma sarà proprio per il panino con carne , cetrioli , mostarda ,lattuga &C ?
    O qualcosa di molto ma molto più semplice ?

  4. La dovete smettere di “cantarvela e suonarvela” Nel Municipio c’è la maggioranza PDL al Comune idem, a prescindere dal discorso se sia più o meno legale la presenza di “giorgione” è ridicolo che un atto amministrativo di istituzioni governate dal Pdl sia criticato da esponenti del pdl come se fossero all’opposizione, questo pur di cavalcare opportunisticamente gli umori della piazza.
    Se non siete d’accordo con quello che combina il vostro partito abbiate il coraggio di lasciare le vostre deleghe e dimmettetevi passando all’opposizione, sarebbe un atto di coerenza prima ancora che di coraggio.

  5. Gent.mo Sancho,
    Le vorrei far notare, innanzitutto, che il sig. Fabio Sabbatani Schiuma è il primo dei non eletti in Consiglio comunale con la lista de La Destra, quindi non con il PdL.
    Inoltre, il duo Schiuma-Corsetto è lo stesso che sollevò un vespaio di critiche per le affermazioni rilasciate in occasione del “caso pidocchi” all’Istituto Baccano di Labaro, da cui presero le distanze gli esponenti del PdL in Municipio.
    Vuole scommettere che qualcuno ha già iniziato la campagna elettorale facendo dichiarazioni fuori dal coro solo per attirare l’attenzione su di se?
    Per quanto riguarda il chiosco del sig. Giorgio, invece, la vera notizia io non la ravviso nella sua chiusura bensì nel fatto che tale struttura commerciale possa aver operato per molto tempo senza la ben che minima autorizzazione, sia di tipo amministrativo che di tipo sanitario e per questo, La prego, non chiami in causa la politica.
    Buona giornata.

    Antonio Scipione
    Consigliere PdL Municipio XX

  6. Concordo con il consigliere Scipione, anche se non parlerei di vera notizia,
    ma di vera e propria assurdità.
    Una domanda mi sorge spontanea: quanti “zozzoni” girano a Roma ?

  7. Quello che veramente mi suona strano è che per un caso come questo che proverei a definire marginale ci sia stata una sollevazione popolare, mentre per argomenti ben più seri quali il verde e la cosiddetta cementificazione di Roma Nord ben pochi abbiamo alzato gli scudi.

  8. PERCHE’ ORA?

    PERCHE’ NON L’ANNO SCORSO??

    PERCHE’ NON DUE ANNI FA????

    PERCHE’ NON 15 ANNI FA????

    perchè ora Giorgione da fastidio a qualcuno??????????

    Vogliamo spiegazioni……

  9. Egr. Prof. Vigna,
    non definirei episodio marginale ciò che attiene, oltrchè la legalità, l’igiene e
    la salute pubblica. Trovo invero assai stravagante invocare ancora una volta il “benaltrismo” !

  10. concordo con il Prof. Vigna, tanto rumore per chi? Ma questo “zozzone” quanto intasca al mese e in nero ? Preferisco dare la mia solidarietà a chi ne ha veramente bisogno

  11. Signor Pietro,
    La spiegazione che lei cerca l’ha data Giorgione stesso al Messaggero:
    Ha dichiarato che si comprerà un camion attrezzato e si metterà in regola.

    Mi chiedo (senza strillare)
    Perchè non 15 anni fa?
    Perchè non due anni fa?
    Perchè non l’anno scorso?
    Perchè ora?

    Perchè se fosse stato in regola, anche nel caso avesse dato fastidio a qualcuno, come lei ipotizza, forse sarebbe ancora all’ angolo di Corso Francia.

  12. Da semplice cittadino mi domando, questa città e questo Paese potrà mai risollevarsi, se c’è gente che difende ‘uno zozzone’ che lavora abusivamente da una quindicina d’anni senza avere nè autorizzazioni amministrative , nè sanitarie?
    …con guadagni stratosferici!!
    Al duo Corsetto- Sabatani Schiuma dico….braccia tolte all’agricoltura!!
    Via tutti gli zozzoni che inquinano la nostra città e la nostra Italia!!

  13. oh, ma parlando bene dello zozzone c’e’ la possbilita’ di rastrellare qualche voto!

    chissenefrega della cemetificazione di roma nord e dei 1.000 altri problemi seri!
    se punti ai voti dei giovani del sabato sera allora devi parlare di cose che conoscono bene..tipo lo zozzone!

    personalmente il dinamico duo ,di cui sopra, mi fa tristezza..molta tristezza

  14. Crosetto e Sabbatani Schiuma devono vergognarsi: al solito la legge deve valere solo per gli altri e mai per gli amici loro!!!
    Anziché chiedersi perché non ci sono controlli nei confronti dei ristoratori ambulanti di fronte la Moschea (i quali magari avranno anche loro cresciuto 3 generazioni di giovani con kebab e felafel), si chiedano com’è che il loro caro amico Giorgio non ha subito controlli per 15 e passa anni.

    I controlli ci devono essere per tutti senza distinzioni.

    @Consigliere Scipione: Crosetto non saprei, ma Sabbatani Schiuma mi risulta far parte del Movimento per L’Italia della Santanché, attualmente organicissima al PdL

    @Lucio Maria Frizzoni: credo che il Prof. Vigna non volesse fare del “benaltrismo”, ma si lamentasse della levata di scudi in favore del ristoratore abusivo cui fa da contraltare l’assoluta indifferenza di buona parte della popolazione per i temi dell’ambiente, del degrado sociale, nonché della legalità e della salute pubblica da lei citati; in sostanza direi che di questi temi, e di molti altri, si facciano paladini ben pochi cittadini, agli altri è sufficiente che nessuno tocchi loro il panino illegale e ben poco igienico dello zozzone.

  15. La morale dell’italiano medio emerge sempre: W I FURBETTI! (o meglio dire, grandi furbi!).
    Questo già aristava al suo posto l’altra sera, e sicuramente tornerà e tornerà, fino a che il clamore sulla faccenda si placherà, comincierà l’estate e i vigili andranno in ferie, le sanzioni amministrative tanto si sa che alla fine nessuno le paga, il processo penale? e chi se ne frega, in Italia tanto non vanno in galera, o ci vanno per poco, pure i ladri e gli assassini, insomma, tempo qualche settimana e lo zozzone tornerà indisturbato al suo posto, scommettiamo?

  16. Sono un ingengere, guadagno una miseria lavorando 8 ore al giorno davanti a un monitor, pago le tasse fino all’ultimo centesimo essendo un lavoratore dipendente…. e questo farabutto guadagna (in nero) almeno 5 volte più di me fregandosene della legge? Ma lo mettessero in galera a pane e cipolla!!! E ci mettessero anche tutti quelli che lo difendono (o forse sono evasori totali anche loro e vedono minata la loro “libertà”?)

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome