Home ATTUALITÀ Roma Nord – Si ipotizza un nuovo campo nomadi a 3 km...

Roma Nord – Si ipotizza un nuovo campo nomadi a 3 km dall’Olgiata

“Saltare tutti gli ostacoli burocratici per la costruzione di campi regolari ed attrezzati e chiudere tutti quelli abusivi”. E’ quanto ha annunciato questa mattina il sindaco Alemanno nel corso della trasmissione televisiva ‘Unomattina’ nella quale si è parlato della tragica morte di quattro bambini a seguito dell’incendio della baracca dove vivevano in un campo nomadi abusivo. Tragedia per la quale il sindaco ha dichiarato per domani, mercoledì 9 febbraio, il lutto cittadino.

Il Sindaco ha poi annunciato di aver rivolto un appello anche al presidente Giorgio Napolitano affinchè lo aiuti a smantellare lacci e lacciuoli della burocrazia che impediscono tempi rapidi nella gestione delle emergenze.

“Noi abbiamo chiesto il suo appoggio per poter accorciare i tempi di realizzazione del Piano Nomadi. Bisogna esser chiari su quanto accade in Italia. Purtroppo quando scoppia un’emergenza si urla, poi il giorno dopo ricomincia l’andazzo lento e faticoso. Mi sono impegnato – ha aggiunto Alemanno – a non stare più zitto e ad urlare ogni qualvolta c’è qualcuno che blocca questi processi. Dobbiamo andare avanti rapidamente e con decisione perché fatti del genere non devono avvenire mai più”.

Nel frattempo si fanno i conti su quanti siano nella Capitale i rom, quanti quelli che vivono in insediamenti abusivi analoghi a quello dove hanno trovato la morte i quattro bambini e si comincia ad ipotizzare dove realizzare due nuovi campi.

La notizia arriva dal quotidiano Il Tempo, nella cui edizione odierna si legge che a vivere in insediamenti abusivi sono 2.400 mentre in totale “in città, secondo il Campidoglio, sono circa 7.300 i rom. Per l’Opera nomadi, invece, sono più di 15mila. I campi autorizzati e attrezzati sono sette, dove vivono 3.300 rom. Cinque insediamenti sono già stati ampliati e ristrutturati: sono quelli di Salone, Castel Romano, Gordiani, Candoni e Camping River” sulla via Tiberina, a Prima Porta.

Sempre secondo l’articolo de Il Tempo “i nuovi campi da realizzare, oltre a quello de La Barbuta in via di ampliamento, sono due. Il primo sorgerà nel XVI Municipio. Il prefetto ha detto che i lavori partiranno già dalla prossima settimana, il terreno è stato acquisito. Dovrebbe trovarsi a Valle Galeria. Per l’altro campo va ancora scelto il terreno. Potrebbe trovarsi a Santa Maria in Galeria, a tre chilometri dall’Olgiata”.

Visita la nostra pagina di Facebook

21 COMMENTI

  1. Claudio, è orribilmente cinico e disumano quello che lei scrive. La morte è morte, e quando a morire sono dei bambini innocenti a lutto dovrebbe esserci l’intera umanità. Si guardi allo specchio mentre dice io non sono a lutto, ce l’ha il coraggio di reggere il suo sguardo ?

  2. Clara, non ho detto che non mi dispiace per la morte di 4 innocenti, semplicemente non ritengo che Roma debba mettersi a lutto per dei non romani morti, a lutto ci si metterà il paese loro in romania.

  3. Consiglio a Claudio (e a tutti i lettori di VCB) di andare a fare un giro al campo nomadi della Muratella: un girone infernale indegno di un paese civile (ma anche di un paese incivile, come il nostro).
    Per il rapimento di Yara Gambirasio ci vorranno “mesi” per analizzare i tabulati telefonici; per le “note vicende” 150 poliziotti lo hanno fatto in pochi giorni!
    Le cancellerie si lamentano perchè non hanno la carta per fotocopiare e si spende un milione di euro per le intercettazioni di “quele vicende”!
    Ma sapete quante cose potevano essere fatte con un milione di euro? Quanti containers, tende, gruppi elettrogeni, bagni chimici, viveri, coperte, medicine, stufe, testi scolatici………Che gran paese il nostro!

  4. Sig. Claudio, mi scusi, lei e’ la stessa persona che ha scritto ” mi dispiace che in fin dei conti, abbiamo speso un sacco di soldi solo per rifare “il bagno” a quei 4 barboni…” questo dopo essersi entusiasmato della parata militare lungo la cassia. Se si, sempre per piacere, puo’ indicare anche il suo cognome perche’ 1) si assume la responsabilita’ di uello che scrive 2) non si confonde con omonimi come me. Vedra’ anche sua figlia ne sara’ fiera di avere un padre così.

    grazie

    Claudio Marinali

  5. E’ sicuramente cinico e disumano non essere colpiti da una simile tragedia.
    E non credo che Claudio non lo sia.
    Credo altresì che sia parimenti cinico e disumano continuare con questa farsa dell’accoglienza a tutti i costi.
    E costi quel che costi , i risultati sono questi.
    E sicuramente cinico e disumano perché fatto a scapito della gente , dei cittadini , della società civile.
    E sicuramente anche sulla “loro” perchè indotti a credere che questa insensata accoglienza sia solo l’ingresso ad un paese del bengodi. Che così non è.
    E va tutto bene , però il fatto che i genitori Elena e Mircea “pretendano” dallo Stato Italiano il contributo per le spese del trasporto loro e delle salme , del funerale in Romania e che pretendano poi di rientrare ( in Italia ovviamente perchè in Romania li hanno “trattati male” e chissà perchè ) e trovare una casa , mi sembra francamente troppo.
    Mi sembra troppo di fronte all’esigenza di milioni di italiani che hanno il “loro” problema abitativo e magari di occupazione. E che pagano le tasse , che non razzolano nei bidoni dei rifiuti , che non sono allergici ai censimenti , che cercano di avere un lavoro ed una vita onesta.
    Ma Elena e Mircea a cui va tutta la mia comprensione di padre ( ma solo questa e per questo ) , non potevano accorgersi che forse dopo 30 ( diconsi trenta ) allontanamenti da campi e bivacchi abusivi che dicono di aver subito , non era forse questo il modo di vivere in questa Nazione ? Così come non lo era nella loro “natia” ? Dobbiamo veramente continuare a farci carico di tutti i disadattati ? Dobbiamo veramente spendere altri 30milionidi euro per dargli un alloggio ?
    Ma io i 30milionidieuro li voglio spesi per le nostre scuole , per i nostri trasporti , per le nostre abitazioni, la nostra cultura.
    E’ diventato uno spot pre-elettorale questa storia.
    Da una parte uno si affanna ( o finge di farlo ) nel cercare altri fondi per costruire accampamenti “regolari”.
    Ma che so’ Sioux , Seminoles , Apache ? Se possono che si facciano una casa “normale” od altrimenti tornino in Romania o da dove cacchio sono venuti e si accampino lì.
    Dall’altra parte invece è partito lo sciacallaggio , l’Arci, le associazioni Popica, 21 luglio, Lunaria, Cgil, Sinistra Ecologia e Libertà, Rifondazione comunista e via dicendo , tutti a manifestare.
    Chissà se partecipa pure Cofferati che quando ha avuto il boccino in mano non ha fatto altro che farli sloggiare dall’intorno della Dotta Città.
    Facciamo referendum su tutto , ma un bel referendum con il quale l’italica popolazione possa far sapere o meno se gradisce questa “forzata” convivenza ?
    Chissà quale sarebbe il risultato ?

  6. La cosa da dire è che comunque Claudio non è un ipocrita.
    Dell’esistenza di questi bambini ci si accorge sempre quando muoiono, di solito atrocemente.
    Mi piacerebbe sapere alla fine quanti italiani la pensano come Claudio, ma tacciono.
    Ho chiesto a mia figlia e alla sua amica, che frequentano due scuole pubbliche differenti, se hanno osservato oggi il minuto di silenzio, ma nessuna ne sapeva niente.
    E queste povere creature sono vittime innocenti, ma vittime anche in vita, sfruttati, buttati ad elemosinare vestiti di stracci ai semafori, tenuti mille volte peggio di come noi persone “civili” teniamo i nostri amati animali domestici.
    Perchè alla fine tolleriamo tutto questo? Perchè non interviene, per esempio, il Tribunale dei Minori e i servizi sociali? Per loro, che pure vivono “ospiti” in Italia, non esistono le regole?
    Mi dispiace, ma io non ci sto a sentirmi colpevole. Colpevoli sono i genitori, che mettono al mondo figli a cui non possono assicurare neanche i livelli minimi di esistenza, colpevole è la Romania, che non li vuole ed è ben contenta di scaricarli a noi, che alla fine prendiamo tutto, e che facciamo finta che non esistano.
    Perchè deve diventare un problema (e grosso) nostro? Che tipo di integrazione possiamo noi offrire a questa gente? E quanto loro si vogliono integrare? E come poi? Rubando e vivendo di elemosina, o peggio, come è successo proprio qui alla povera signora Reggiani, uccidendo per pochi spiccioli?
    Dargli le case? A tutti? Ma di che stiamo parlando!! Non ci sono i soldi neanche per costruirle ed assegnarle alle giovani coppie e alle famiglie regolari, e non dico solo italiane, perchè farei un discorso discriminatorio. Scoppierebbe, e giustamente, una rivoluzione!
    Perchè non ne accogliamo un numero piccolo, a cui assicurare però livelli dignitosi di vita, invece che queste grosse masse (si parla nell’articolo di 15000 persone!).
    Chiusi in questi campi attrezzati vivranno comunque sempre ghettizzati, avranno il WC chimico, ma rimarranno sempre isolati dalla società “civile”.
    E che nessuno dica che l’immigrazione, in questo caso, è una risorsa!

  7. Ma avete capito di cosa stiamo parlando? Parliamo di 4 bambini morti bruciati vivi dentro una baracca fetida come ce ne sono migliaia nella Capitale d’Italia!
    La vita di un bambino (che non ha nessuna colpa) deve essere tutelata in ogni modo, altro che minuti di silenzio!
    Il nostro è uno dei paesi più industrializzati del mondo, che fa parte del G7, G8, G20, che paga la Sig.ra Clerici con1,800 milioni di Euro di soldi del contribuente (anzi la Signora aveva chiesto anche un ulteriore premio di produzione) e che non è in grado di fare leggi che impediscano l’ingresso a chi è privo di lavoro, casa e reddito ma che non è neppure in grado (una volta che li ha lasciati entrare) di garantirgli l’assistenza. Fa semplicemente finta di niente salvo poi versare qualche lacrima di coccodrillo ad ogni tragedia annunciata. Un gran paese!

  8. A 5 anni sono bambini, e la loro morte (ma forse, a mio parere, sopratuttto il modo in cui sono stati al mondo) deve suscitare commozione.
    A 13 sono deliquenti e necessitano che le loro condotte criminali siano represse.
    I comportamenti insani vanno soppressi e le risorse dedicate ai comportamenti virtuosi

    Il buonismo italico ha prodotto caos e decadenza. Ma mentre i rom continuano nei loro piccoli furti, i colletti bianchi continuano a depredare l’Italia. Come ricordava Piero Nuvolone, il codice penale è reazionario e punisce il furto assai più del falso in bilancio o della diffusione di sangue infetto.
    Comunque credo sia opportuno abbassare la soglia di punibilità per i minorenni da 14 a 11 anni e condannare i genitori per sfruttamento e riduzione in schiavitù.

  9. Strix, quei bambini avevano + o – l’età dei miei quindi, credimi, la loro morte non mi ha lasciato indifferente. Ora ti dico però che non sono finiti, di bambini in quelle condizioni c’e ne sono ancora molti. Quando passi al campo nomadi della Muratella, quante volte ti sei offerta di ospitarne a casa tua un paio per fargli trascorrere la notte al caldo? Quante volte hai ospitato una famigliola in casa tua per il pranzo della domenica, quante?

  10. Claudio tu confondi il volontariato e la carità con quelli che sono gli obblighi di un paese civile (tra l’altro non puoi sapere quello che faccio io….). Credi che una banda di Rom possa, per esempio, andare in Canada e creare una bella baraccopoli a Toronto? No, non potrebbe. In Italia invece si perchè questo è un paese alla deriva, un paese che non è in grado di far rispettare le leggi, un paese che manda liberi mafiosi, banchieri corrotti, terroristi pentiti e indaga i genitori di quei 4 poveri bambini!

  11. Su questo hai ragione, il nostro è un paese gestito da cialtroni, manda liberi mafiosi, banchieri corrotti, terroristi pentiti e non solo permette alle bande di rom di farsi una bella baraccopoli, ma se queste non sono sicure e fatte bene, glie le diamo noi gratis, dotate di corrente acqua e navette gratuite.
    Chi parla soltanto e non fà niente, è corresponsabile dei fatti che accadono.
    Cordiali saluti e a risentirci alla prossima notizia.

  12. Lo sapete che sorte riservava Hitler agli zingari? La stessa che agli ebrei, ma essendo un popolo nomade, in minoranza e senza storia nessuno se li ricorda e nessuno si è mai indignato per questo. GLi zingari ci danno fastidio, certo sono sporchi , danno cattivo odore, ci si attaccano dietro per un euro, ci stizziscono ma da qui a relegarli a livello di bestie ce ne corre. Non ho visto il campo della muratella, ma ho visto quello di castel romano (sulla pontina) e credetemi è una cosa ignobile , fa stringere lo stomaco, non c’è un albero ( e fosse solo l’albero) ed è a ridosso della pontina . E noi pretendiamo che questa gente rispetti le regole ? No , io sono dell’ idea che prima sia nostro dovere farli vivere in condizioni più umane e poi pretendere il rispetto della legalità. Sul rispetto della legalità, poi, ci sarebbe un mondo da discutere: siamo noi , i primi, a non rispettare le regole, anche le più semplici di convivenza civile, e le pretendiamo dagli altri.

  13. E’ solo arrivato il momento di “cacciare” via tutta questa gentaglia che ruba, sporca e sfrutta il popolo dei cittadini che vivono legalmente….Basta mantenere questa gente! Si vergogni il nostro Sindaco e il Capo di Stato ad offrire a questi case, vitto, ed addirittura lavoro quando ci sono tanti italiani ad avere serie difficoltà di vivere!! Dobbiamo pensare ai nostri problemi…non farci carico di altri…basta con questo finto buonismo…tanto non ci crede nessuno!
    sono d’ accordo totalmente con Aragon su tutto o quasi ma in particolare sulla possibilità di indire un referendum per ascoltare la voce del popolo almeno una volta…in fondo siamo noi che paghiamo e li manteniamo….avremmo pure diritto di scegliere….!

  14. Santa Maria di Galeria? Ma non era pericolosa quella zona per le emissioni di Radio Vaticana, de La Casaccia, del materiale radioattivo di Cesano? Possibile che si inviino i Signori Rom in una zona che avrebbe un’incidenza di leucemia infantile più alta della media della privincia di Roma?
    Non sarebbe meglio requisire villette ad Olgiata o a Le Rughe e darle a questi galantuomini che vivono solo di onesto lavoro? Non si può andare avanti così! Uno che arriva “nomade”, si vuol fermare per svolgere qui più comodamente le sue attività (circa le quali va tenuto ovviamente un doveroso riserbo, nel rispetto della privacy) ha diritto almeno ad una villetta con vista mare… che diamine!

  15. io vorrei dire solo una cosa: sono italiano ed ho studiato e poi lavorato tutta una vita, pagando la casa, la scuola ai figli, le tasse, le multe e così via.nessuno, nè lo stato , nè il comune nè nessuna associazione benefica o politica ha mai speso un centesimo per me e la mia famiglia. domanda da pierino: perchè devo pagare , insiema agli altri romani e italiani, per alloggiare, nutrire, far studiare i bambini, dar loro cure e medicine, a gente che non lavora, vive di furti ed accattonaggio , se non di peggio, che mette al mondo figli appena è in età riproduttiva, perchè servono ad intenerire e a farsi dare l’ elemosina, che vive in condizioni di sporcizia e degrado voluto da loro stessi ? perchè dobbiamo pagare? tutti quelli che vengono in Italia devono integrarsi, imparare la lingua, lavorare, sosttostare alle leggi e così via…conosco gente dell’ Ucraina che è venuta qui e fa tutto questo e si è integrata e lavora e paga le tasse.per questi c’ è integrazione, sono felice che siano qui , ma non per gli zingari. ma chi li vuole? facciamolo questo referendum.ho letto adesso che si pensa di mettere una campo a tre chilometri dall0 Olgiata…poveri loro

  16. vorrei proprio vedere cari buonisti pro-rom se vi mettessero un campo nomadi sotto casa… vorrei proprio vedere le vostre facce…. attenti a parlare perche non è detto che non capiti proprio a voi!

  17. Mettiamo i rom in vaticano……poi vediamo…..buonisti attenti che la pazienza non e’ infinita……anzi…quasi finita…….

  18. Ma perche’ i rom …..
    …a roma…diventano tutti stanziali e non piu rom……solo da noi si vedono queste cose…….mettiamogli pure sky calcio e sky cinema nei campi rom…..paghiamo noi pure quello…tanto ……a tanto siamo giunti…….meditate genti buoniste cosi’ nacque il nazismo anni fa…….

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome