Home AMBIENTE Cassia Bis – Torquati (PD): piazzole bonificate grazie alla Provincia di Roma

Cassia Bis – Torquati (PD): piazzole bonificate grazie alla Provincia di Roma

“Un sentito ringraziamento alla Provincia, che ha messo fine al balletto delle responsabilità innescato dal Municipio XX e dalla Regione Lazio relativamente alla competenza della pulizia delle piazzole della Cassia Bis” Così dichiara Daniele Torquati, capogruppo PD al XX Municipio, in relazione allo scambio di battute (leggi qui) intercorso tra Gianni Giacomini, presidente dello stesso Municipio,  e il vicepresidente della Commissione Lavori Pubblici della Provincia di Roma, Enzo Carpenella

“Nei mesi scorsi, il Municipio, dopo le mie insistenti segnalazioni, invece di attivarsi per dare soluzione al problema che affliggeva una arteria fondamentale per la mobilità di Roma nord, ha colto l’occasione per strumentalizzare la vicenda, lanciando attacchi contro l’unica Amministrazione che non aveva competenze in materia: la Provincia. Tale problema – continua Torquati –  è stato affrontato anche nel corso della trasmissione “Foro Romano” in onda su Roma Uno, di cui sono stato ospite: durante il programma è apparsa chiara l’intenzione degli amministratori del XX Municipio di sollevare ed alimentare sterili ed inutili polemiche.”

“Ebbene, nonostante alla Provincia competa solo la manutenzione ordinaria della Cassia bis, e non la raccolta dei rifiuti, in questi giorni l’Amministrazione provinciale ha avviato una attività di pulizia straordinaria e di bonifica delle piazzole. Se, dunque il XX Municipio ha cercato di gettare fango sulla Provincia – unica Amministrazione governata dal centrosinistra – la Provincia, per senso di responsabilità nei confronti dei cittadini romani, ha posto rimedio a situazioni di degrado diffuso.”

“Ribadendo perciò il ringraziamento alla Giunta Zingaretti e tralasciando le patetiche provocazioni di chi non intende, in realtà, risolvere i problemi dei cittadini, avendo come unico scopo quello di vincere le competizioni elettorali, sin da oggi chiedo che sia dato seguito a quanto chiesto dalla Provincia di Roma: convocare un tavolo istituzionale al fine di definire in maniera chiara le competenze in materia di pulizia sulla Cassia Bis. Mi auguro che i cittadini romani – conclude Torquati – riflettendo sulla vicenda, possano riconoscere coloro che hanno davvero a cuore le sorti della nostra città.”

Visita la nostra pagina di Facebook

9 COMMENTI

  1. L’intervento straordinario degli operai incaricati dalla provincia di ripulire le piazzole della Cassia bis sommerse dai rifiuti è positivo, però la competenza, dicono i tecnici, spetterebbe all’Astral. Quello che maggiormente preoccupa è la situazione dela manto stradale ,infatti il capo cantiere delegato dalla provincia ha affermato ce sono anni che non vengono fatti interventi strutturali. La strada in alcuni tratti è pericolosissima e basterebbe delle piogge per farla chudere. la società Astral deve intervenire anche a tutela della sicurezza dei cittadini.

    UDC XX Municipio.

  2. le chiacchere stanno a zero.
    la Provincia DEVE pulire le aree di sosta sulla cassia bis.
    l’Astral DEVE effettuare interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria di aspetto strutturale.

  3. Scusi Gianni ma da dove trae tutta questa certezza ? Per questo suo DEVE così perentorio ci deve delle spiegazioni altrimenti anche questo suo commento è fatto di chiacchiere che stanno a zero, o no ?

  4. Non capisco su quali elementi il Signor Mercante dice che la Provincia “deve” pulire le aree di stosta.
    E’ imbarazzante apprendere da alcuni commenti come il fenomeno di negare l’evidenza sia ormai un attenggiamento che ha invaso la cultura politica degli italiani.
    La proprietà della strada è della Regione Lazio, i rfiuti in tutto il Comune di Roma secondo il Decreto Ronchi li devono raccogliere i comuni, e ancora ci sono persone che strumentalmente danno sponda a chi tira per la giacchetta la Provincia di Roma.
    Alla Provincia compete, su delega della Regione, la manutenzione ordinaria (riparazione buche e manutenzione gallerie) e riguardo i rifiuti (art. 20 comma 1 a,b,c Decreto Rochi) compete alla Provincia la programmazione e l’organizzazione dello smaltimento dei rifiuti a livello provinciale, il controllo e la verifica degli interventi di bonifica e del monitoraggio ad essi conseguenti. Questi sono i fatti il resto, veramente, solo chiacchiere.

    Daniele Torquati
    Capogruppo PD Municipio Roma XX
    danieletorquati@virgilio.it

  5. Torquati, premesso che l’intervento sulla Cassia-Bis è un fatto importante e sicuramente è lodevole il tuo intervento politico, mi permetto di chiederti una cosa.
    Ma la Polizia Provinciale ha competenza su tali controlli?
    A me pare proprio di si. Quanto meno in relazione al controllo e alla prevenzione.
    http://www.provincia.roma.it/istituzionale/ufficio/857
    •Verifica dell’osservanza delle prescrizioni per le attività di gestione dei rifiuti.
    Allora mi chiedo.
    Ma esiste da qualche parte una relazione, un denuncia, un verbale della Polizia Provinciale che indichi un’attività di controllo su queste situazioni?
    Se ho capito bene, il problema (ricordo bene le montagne di immondizia sulla strada) è capire chi si doveva occupare della rimozione di tali rifiuti, ma mi pare di ricordare che esistono competenze anche per la prevenzione e il monitoraggio.
    Il distaccamento Roma Nord- Distaccamento territoriale Bracciano ha competenza sul luogo in questione, mi pare di leggere dal sito della provincia e allora credo che non sarebbe male pensare di coinvolgere anche loro in situazioni analoghe, a meno che non si pensi che ora l’unica competenza provinciale è dare internet gratutito a tutti i “potenziali elettori”…
    Perchè se è solo questa la competenza della Provincie, allora forse è davvero meglio chiuderle…
    Sulle solite richieste di tavoli istituzionali, sai bene cosa io penso, ma forse sarebbe utile chiedere un aumento della presenza della Polizia Provinciale sulle “aree a rischio”.
    G.Mori

  6. Percorrendo oggi la Cassia bis non ho potuto fare a meno di notare che all’imbocco di ogni rampa di accesso che immette alla stessa Cassia c’è un grosso cartello che riporta la scritta Astral. Non entro in merito alla questione di quale competenze questa Azienda abbia, ma trovo alquanto anomalo (e aggiungerei in perfetto stile Italico!!!!) che su una stessa direttrice ci siano più società che si devono dividere i lavori di manutenzione/pulizia ordinaria. Mi viene da pensare che si voglia far prevalere il concetto ” compete a tutti ma nessuno si prende l’impegno di farlo!”.
    Non commento poi gli interventi dei politici, di qualsiasi schieramento, perchè chiedo loro: dove eravate voi di Provincia, Comune, Regione, Municipio durante i mesi scorsi?La cassia bis è da un anno che versava in quelle condizioni, e già dopo 2 giorni dalla pulizia ci sono di nuoo rifiuti abbandonati!!!Se nterverrete subito farete il Vs dovere, altrimenti la bonifica dei giorni scorsi è stata fatta solo per scopi propagandistici! Mi dispiace ma non credo più nelle Vs parole….

  7. Consigliere Mori alla Provincia non compete il controllo della raccolta dei rifiuti, ma il controllo periodico sulle attività di gestione, di intermediazione e di commercio dei rifiuti, ivi compreso l’accertamento delle violazioni del decreto Ronchi.
    Come lei si ricorderà bene infatti sulla vicenda dei cassonetti gialli la polizia provinciale è stata costretta ad intervenire.
    La polizia provinciale non può verificare se ci sono inadempienze sulla raccolta dei rifiuti perchè questo spetta al Comune di Roma in quanto è solo il Comune che può stipulare e stipula contratti di servizio con le aziende di pubblici servizi (come AMA) per la raccolta dei rifiuti.

    Daniele Torquati
    Capogruppo PD Municipio Roma XX
    danieletorquati@virgilio.it

  8. Claudio non mi sembra il caso di mettere “i politici” in un unico calderone.
    Direi che in generale, ma soprattutto in questo caso specifico, non mi sembra proprio giusto utilizzare la forma “non entro nel merito, tanto sono tutti uguali”.
    La situazione è la seguente: personalmente ho chiesto la pulizia delle piazzole, da questo è partito un rimpallo di competenze dalle quali il Municipio, l’Astral e la Regione hanno cercato di tirarsi fuori cercando di coinvolgere la Provincia. Dopo mesi di rimpalli inutili la Provincia di Roma si è fatta carico degli interventi per risanare la situazione pur non essendo di sua competenza.
    Non mi sembra proprio il caso di non entrare nel merito.
    In ultimo, lei, solleva un tema importante: la sorveglianza e il controllo di quelle aree. Su questo tema spero di non continuare a vedere l’atteggiamento strumentale e dannoso come quello di Municipio, Astral e Regione.
    Cordiali Saluti

    Daniele Torquati
    Capogruppo PD Municipio Roma XX
    danieletorquati@virgilio.it

  9. Putroppo a distanza dall’ultima pulizia delle piazzole, siamo di nuovo al punto di partenza. In modo particolare, e sistematicamente, la piazzola dopo la Galleria al KM 3 della Cassia Bis direzione Viterbo, è di nuovo piena di rifiuti di ogni tipo, che vengono scaricati da qualche incivile, che sa di non essere beccato. Ci vorrebbero le telecamere per fargli pagare il costo della pulizia e fargli scontare qualche giorno di carcere. E non è l’unica piazzola. Speriamo che le altre, rimangano pulite il più a lungo possibile (Svincolo Cesano, Via Pradis Pedaggi, Via della Femmina Morta e cosi via)….

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome