Home ATTUALITÀ Dal Campidoglio il via al nuovo modello di gestione della grande viabilità

Dal Campidoglio il via al nuovo modello di gestione della grande viabilità

“E’ attivo dal 1 febbraio, su tutto il territorio comunale della grande viabilità, il nuovo modello di gestione delle strade che sostituisce definitivamente il maxi appalto Romeo”.È quanto afferma l’assessore ai Lavori pubblici e Periferie di Roma Capitale, Fabrizio Ghera spiegando che “il nuovo modello prevede la suddivisione del territorio in 8 lotti con interventi relativi alla sorveglianza, al pronto intervento e alla manutenzione ordinaria. Avrà durata triennale per un importo complessivo pari a 75 milioni e 247 mila euro, spalmato su 800 Km di strade e 11 milioni di superficie carrabile.”

“Per quanto riguarda la manutenzione straordinaria – dice Ghera – si interverrà con appalti specifici laddove vi sarà la necessità di realizzare interventi strutturali sulla fase di una programmazione tecnica ed economica. L’amministrazione capitolina volta pagina con un’innovazione tecnica e operativa dando corso al nuovo modello di gestione del patrimonio stradale e proseguendo, quindi, il programma già avviato di ristrutturazione della rete stradale di grande viabilità”.

“E’ attivo anche il Sistema Centrale di Gestione (SCG) – spiega  ancora Ghera – che consentirà il rilevamento in tempo reale di tutta la rete viaria ottimizzando e razionalizzando la programmazione delle risorse disponibili. Si tratta di uno strumento ad hoc per la gestione del patrimonio stradale con funzioni di pianificazione, progettazione e controllo dei servizi di manutenzione”.

“Infine – conclude l’assessore capitolino ai lavori pubblici – come strumento di verifica circa la qualità degli interventi è attiva la task force di tecnici comunali specializzati, attività che si aggiunge all’ordinanza sul regolamento scavi e alla convenzione firmata con l’ordine degli ingegneri per la vigilanza sulla corretta esecuzione dei lavori”.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome