Home AMBIENTE La cementificazione di Collina Fleming a TG Regione

La cementificazione di Collina Fleming a TG Regione

TG Regione Collina FlemingA TG regione Lazio del 13 Gennaio è andato in onda un lungo servizio sulla prevista cementificazione dell’ultimo spicchio di verde della Collina Fleming a Roma. Durante il servizio il giornalista Lazzaro Pappagallo ha illustrato la situazione coinvolgendo alcuni cittadini presenti, tra i quali Rosanna Oliva e Mario Attorre del locale Comitato Cittadino. A  rappresentare il XX Municipio Marco Petrelli, presidente della commissione Urbanistica-Edilizia. Il video lo trovate qui sotto.

Tutta la storia della cementificazione della Collina Fleming la trovate invece cliccando qui

[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=uSoPKy74oM4&autoplay=0 475 385]

Visita la nostra pagina di Facebook

7 COMMENTI

  1. Basta con il territorio in mano ai costruttori!!!
    Sono stufo.

    Non si costruisce lo sviluppo di una città sul cemento.

    Senza parlare di Roberto Carlino un palazzinaro Assessore all’Ambiente della Regione Lazio.
    Abbiamo raggiunto proprio il fondo.

  2. Leggo su vignaclarablog che la centralina di corso francia, come al solito, registra il primato PER L’INQUINDAMENTO, in buona compagnia di Largo Preneste, con le polveri sottili che superano il limite di 50 microgrammi per metro cubo due giorni su tre Un giorno su due invece a Cinecitta’ mentre sono “solo” (si fa per dire) sette superamenti a Bufalotta, Fermi e Magna Grecia. Quindi il quartiere fleming appare il più inquinato di Roma, al pari di altre zone, periferiche o meno, ad altissima densità abitativa e commerciale. Tuttavia, in questa situazione, l’amministrazione appoggia la cementificazione delle aree verdi e il conseguente incremento di traffico senza NEANCHE PREOCCUPARSI, PRIMA DI FAR PARTIRE QUALSIASI INTERVENTO COSTRUTTIVO, DI RENDERE UTILIZZABILI LE INFRASTRUTTURE DI TRASPORTO SU FERRO ESISTENTI (ad esempio la famosa abbandonata stazione di vigna clara e della farnesina). Inoltre, PROPONE LA COSTRUZIONE DEL VILLAGGIO OLIMPICO PER LE OLIMIPIADI 2020 alle pendici di collina fleming, a poche centinaia di metri dalla zona oggetto di cementificazione di via città di castello, gettando così le basi per uno stravolgimento inaudito del quartiere e un carico abitativo insostenibile. Ciò con il solo scopo di favorire gli interessi FORTI dei grandi costruttori, industriali, commercianti, ecc. Una follia, se non fosse purtroppo la realtà dei fatti che dobbiamo, con tutti i nostri mezzi, contrastare. Per la difesa dei nostri diritti, di quelli dei nostri figli, nonché della nostra salute e benessere.

  3. Tutto giusto, ma sfruttiamola stà benedetta area verde!
    Sono anni che se ne parla, ma quand’è che sorgerà un bel parco, fruibile ai cittadini? Che dobbiamo lasciare ai residenti, a proposito, ciao Filippo, una jungla qual’è ora?
    Che mi risulti è da sempre solo un’area incolta, che non viene fruita proprio da nessuno, o almeno, fino a qualche tempo fa ci si portavano i cani, approfittando dell’abbandono totale, ora credo pure.
    Quindi, per carità all’ipotesi dell’ulteriore gettata di cemento, ma vediamo di farci qualcosa co stò benedetto verde!

  4. cara lucia,
    a quanto mi risulta i cani la frequentano tuttora, i bambini un pò meno perchè è incolta, e tale resterà fino a quando non sarà eliminata la minaccia di cementificazione, oppure quando sarà sparita proprio sotto il cemento.
    Comunque, anche se non a tutti è chiaro, un’area verde (anche se incolta) vicino alle case riduce l’inquinamento e evita il peggioramento del traffico. ed è utile, anche se non praticabile.

  5. Sono d’accordo con Lucia, un’area verde va bonificata.

    Contrariamente a ciò che dice Rosanna, un’area verde incolta, se non opportunamente bonificata, può diventare una discarica, un luogo dove possono trovare rifugio drogati, una meta per far fare semplicemente i bisogni ai cani e quant’altro.
    Naturale conseguenza: un aumento del degrado.

    Se un’area verde ci deve essere, come la maggior parte di noi auspica, che sia vivibile!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome