Home ATTUALITÀ Roma – Capodanno col botto per i proprietari di passi carrabili

Roma – Capodanno col botto per i proprietari di passi carrabili

Scadono oggi le bollette arrivate in questi giorni ai romani possessori di passi carrabili: integrazione tariffaria cosap, anno 2010, scadenza 31.12.2010 è la laconica causale riportata sul conto corrente che ha lasciato di stucco i destinatari. Consapevoli che l’aumento sull’occupazione di suolo pubblico, che comprende anche i passi carrabili, scattasse dal 2011, hanno tutti supposto un errore: come si può chiedere – si sono domandati – un’integrazione a fine anno su una tassa regolarmente pagata dodici mesi prima?

Una tassa che, peraltro, non è a fronte di nessun servizio erogato in quanto parametrata esclusivamente all’ampiezza del suolo pubblico impegnato e dovuta, almeno da loro, per il fatto di possedere un passo carrabile. Il che, nella maggioranza dei casi, significa un accesso ad un garage privato e quindi una mancata occupazione di suolo pubblico con la propria auto.
E’ un’integrazione non da poco quella richiesta, perché l’un per l’altro è circa il 30% dell’importo già pagato.

Nessun errore purtroppo, si mettano l’animo in pace i destinatari dei bollettini e si mettano in fila all’ufficio postale entro le 14 di oggi: l’integrazione va pagata.

Il fatto è che con la delibera del 31 Luglio 2010 Il Consiglio Comunale, oltre ad approvare l’aumento della COSAP, ne ha deliberato anche l’applicazione all’anno in corso in maniera retroattiva.
Ma oltre che retroattiva l’applicazione è avvenuta in modo silente, se non altro per quanto riguarda i piccoli proprietari di passo carrabile.

Se ne è parlato molto, a fine luglio, per quanto attiene ai bar, ristoranti, pizzerie, tavole calde e altri pubblici esercizi, in quanto l’aumento medio del 30% è stato deciso in base ad un accordo siglato dal Campidoglio con le principali associazioni di categoria. Ma nessuno ha pensato ai non commercianti, ai singoli proprietari di un passo carrabile fino a quando non è scattato, nella seconda metà di dicembre, l’invio in massa dei bollettini con l’ordine perentorio: pagamento entro il 31 dicembre 2010.

Brutta storia chiudere l’anno pagando una tassa inaspettata. Un vero botto di capodanno che però, per gli interessati, ha tutta l’aria di essere un bottino.

Edoardo Cafasso

.

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. Ma perche’ invece di aumentare il passo carrabile alla gente onesta che sta in regola non si fa un controllo a tappeto su chi mette questi cartelli senza pagare un euro?sapete che sulla stragrande maggior parte delle vie uno massimo due sono regolari e gli altri il cartello e’ abusivo?allora mi chiedo perche’ invece di aumentare il passo carrabile non lo si fa pagare a tutti?

  2. Ma sopratutto, visto che pago un passo carrabile regolarmente con tanto di aumento, esigo controlli su chi invece parcheggia in modo selvaggio fregandosene dei cartelli!

  3. State tranquilli c’e chi come me paga la tassa su una strada privata , ma aperta a pubblico transito.
    Saranno ormai cinque anni che attendo risposte dall’ufficio preposto.
    La manutenzione delle strade se co così si possono chiamare la facciamo da soli, le strade internamente sono prive di segnaletica.
    Il municipio ci nega ogni intervento per la sicurezza dei pedoni e dei mezzi .
    Forse c’e qualcosa che non va giudicate voi.
    Valle Muricana .

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome