Home AMBIENTE Al via la sostituzione dei cassonetti nella Capitale

Al via la sostituzione dei cassonetti nella Capitale

Al via l’operazione sostituzione cassonetti a Roma. A presentarla questa mattina il sindaco Gianni Alemanno, l’assessore all’ambiente Fabio De Lillo ed i vertici AMA rappresentati dal presidente Marco Daniele Clarke e dall’AD Franco Panzironi. Nel giro di poco più di un anno – questo il cuore dell’annuncio – AMA sostituira’ 28.050 vecchi cassonetti posizionando sulle strade capitoline nuovi e piu’ moderni contenitori per la raccolta dei rifiuti.

L’iniziativa, “oltre ad essere importante dal punto di vista funzionale – ha detto Alemanno – costituisce una sfida fondamentale al decoro urbano, visto che i vecchi cassonetti sono un elemento grave dal punto di vista dell’immagine della città”.
Si tratta di ”un’ulteriore tappa nell’ammodernamento dell’azienda Ama – ha aggiunto De Lillo – un passo avanti che ci e’ stato fortemente richiesto dai cittadini”

i numeri
Si tratta di 14.450 contenitori per la raccolta di rifiuti indifferenziati, 6.800 per la raccolta del multimateriale e 6.800 per la raccolta della carta. Il 50% dei cassonetti sostituiti sara’ ripulito, manutenuto e riposizionato. In totale, quindi, salira’ a 42mila il numero di nuovi cassonetti in citta’, su un totale di 66mila. Il posizionamento avverrà al ritmo di circa 1800 unità al mese per ciascuna tipologia di cassonetto.

le novità
Due sono le principali novità di questi contenitori. La prima consiste nella grande semplicità di apertura, che facilita le operazioni di conferimento da parte degli utenti garantendone la sicurezza.
La seconda nel noleggio e manutenzione con la formula “full service” che comprende: la fornitura di ricambi originali; le prestazioni di manodopera; il servizio di prelevamento e riposizionamento del contenitore sul territorio; l’intervento di manutenzione in loco. Questo servizio ha una durata di 60 mesi  che decorrono dalla data di consegna dell’ultimo contenitore della fornitura ed è operativo dalla data di consegna del primo contenitore. È garantita, così, la manutenzione e gli interventi di massima urgenza, da evadere tassativamente entro 24 ore dalla richiesta dell’Ama (48 ore nel caso siano inclusi dei giorni festivi).

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome