Home ARTE E CULTURA Festival del Film di Roma 2010: le pellicole in programma

Festival del Film di Roma 2010: le pellicole in programma

VignaClaraBlog.it sarà presente al festival ogni giornoMentre nella zona intorno all’auditorium sono in corso i preparativi per allestire le strutture temporanee che costituiranno il Villaggio del Cinema, lo scorso martedì è cominciata la prevendita dei biglietti per tutte le proiezioni della V Edizione del Festival del Film di Roma che si snoderà dal 28 ottobre al 5 Novembre. Un calendario ricco ed articolato, diamo insieme un’occhiata al programma.

Il giorno prima dell’apertura ufficiale della manifestazione e a vent’anni esatti dalla scomparsa di Ugo Tognazzi, il 27 ottobre il Festival ricorderà il grande attore italiano con la proiezione di Ritratto di Mio Padre, il documentario firmato dalla figlia Maria Sole che rievoca la vicenda umana e professionale dell’indimenticabile interprete de Il Federale attingendo ad un archivio sterminato di video, filmini amatoriali ed interviste. In occasione del centenario della nascita di Akira Kurosawa, il 28 ottobre sarà proiettata la versione restaurata di Rashomon, una delle pellicole più significative del grande maestro giapponese. Inoltre, il 2 novembre, le tre sceneggiatrici Cristina Comencini, Iaia Fiastri e Francesca Marciano animeranno un incontro nel corso del quale verrà tributato il premio Marc’Aurelio alla memoria di Suso Cecchi d’Amico, la straordinaria sceneggiatrice che ha reso grande il cinema italiano e che è deceduta il 31 luglio scorso.

Per quanto riguarda gli Eventi Speciali, il 31 ottobre è in programma La Scomparsa di Patò, la pellicola, tratta dal fortunatissimo romanzo di Andrea Camilleri, con protagonisti Nino Frassica, Maurizio Casagrande e Neri Marcorè, mentre il giorno successivo Ennio Morricone condividerà con il pubblico alcuni dei suoi ricordi essendo protagonista di una conversazione con Antonio Monda, autore del libro “Ennio Morricone, lontano dai sogni” di prossima uscita per Mondadori. Sempre l’1 novembre, introdotto dai giornalisti Luca Telese e Luisella Costamagna, è in calendario Social Network, il film di David Fincher (del quale ricordiamo i bellissimi Seven e Il Curioso Caso di Benjamin Button) che racconta la parabola di Facebook dalla sua nascita alla causa multimilionaria intentata contro uno dei suoi creatori. Il 2 novembre la Sala Santa Cecilia ospiterà l’anteprima di Carlos – il film, lunga pellicola (quasi tre ore) che ricostruisce la storia di Carlos, il terrorista e mercenario venezuelano detto lo Sciacallo che attualmente sta scontando l’ergastolo nelle prigioni francesi. Il 4 novembre verrà proposta la versione per il cinema (durata quasi sei ore) della miniserie per la tv Le Cose che Restano, incentrata su una famiglia che confusamente resiste e che faticosamente si ricompone alla ricerca di una nuova identità. La proiezione sarà introdotta dal cast, che è composto da attori italiani di prima grandezza: Paola Cortellesi, Claudio Santamaria ed Ennio Fantastichini. Francesco Nuti…e vengo da lontano è, invece, il titolo del documentario di Mario Canale che ripercorre i momenti felici e creativi, le sconfitte e le difficoltà del geniale regista toscano.

Silvio Orlando e Margherita Buy, domenica 31 ottobre, saranno protagonisti di un incontro nel corso del quale dialogheranno fra loro e con il pubblico. C’è da scommettere che l’alchimia tra queste star del cinema italiano, che hanno recitato insieme in cinque film, tra i quali ricordiamo il bellissimo Fuori dal Mondo di Piccioni e Il Caimano di Moretti, sarà frizzante e surreale, imbarazzata e spassosa. Incontrerà gli spettatori anche il grande John Landis, al quale si devono pellicole memorabili come Animal House, The Blues Brothers, Un Lupo Mannaro Americano a Londra, Una Poltrona per Due e Tutto in una Notte: il sessantenne regista americano sarà presente venerdì 29 ottobre nella sala Petrassi dove saranno mostrate le scene più belle del suo cinema e l’anteprima del suo ultimo film Burke & Hare.

 

Parlando dei lungometraggi inclusi nel Concorso della Selezione Ufficiale, sono da citare innanzitutto tre produzioni italiane: La Scuola è Finita, il film di Valerio Jalongo, con protagonista Valeria Golino, che racconta la storia di due professori che tentano di salvare un proprio alunno, Una Vita Tranquilla, opera seconda di Valerio Cupellini con Toni Servillo nei panni di un ristoratore emigrato in Germania il cui passato torna improvvisamente a galla, e Io Sono Con Te, la pellicola di Guido Chiesa dedicata a Maria di Nazareth.

Tra i film che si contenderanno il Marc’Aurelio, bisogna ricordare anche Last Night, una storia romantica tra sesso, attrazione, tradimenti e gelosia, firmata da Massy Tadjedin e interpretata da Keira Knightley e Eva Mendes, e Rabbit Hole di John Cameron Mitchell, la pellicola che, oltre ad includerla come protagonista insieme a Dianne West e Aaron Eckart, rappresenta l’esordio alla produzione di Nicole Kidman in un lungometraggio che evoca il dramma di una coppia costretta a fare i conti con l’improvvisa scomparsa dell’unico figlio.

Da prendere in grande considerazione anche Dog Sweat, il film girato clandestinamente a Teheran che racconta la vita di sei giovani ragazzi nell’Iran di oggi, Oranges & Sunshine, la coproduzione anglo-australiana incentrata sulla figura di un’assistente sociale di Nottingham che svela un terribile segreto del governo britannico, ossia la deportazione all’estero, tra il 1920 e il 1960, di 130.000 bambini inglesi indigenti, e Kill Me Please, che si preannuncia come una commedia nerissima, grottesca e politicamente scorretta. Attendiamo con curiosità anche The Back, una rilettura in chiave horror della rivoluzione culturale maoista e delle sue crudeli follie.

Sempre nell’ambito della Selezione Ufficiale, ma Fuori Concorso, segnaliamo alla vostra attenzione l’ultimo film di Martin Scorsese, ossia Boardwalk Empire, che è ambientato nel 1919 ad Atlantic City, la città del gioco, dei bordelli e della corruzione, e che annovera Steve Buscemi, Michael Pitt e Kelly MacDonald tra i protagonisti. Inoltre, sembra proprio che meritino una possibilità Animal Kingdom, che ci trasporterà nel “regno animale” del clan Cody, che terrorizza il sottobosco di Melbourne, e Crime d’Amour, l’ultima pellicola firmata da Alain Corneau, il regista francese scomparso a Parigi lo scorso 30 agosto.
Davvero accattivanti le proposte della categoria L’Altro Cinema – Extra, la sezione dedicata ai documentari: su tutte, tra le pellicole in concorso, spicca l’anteprima europea di The Promise: The Making of Darkness on the Edge of Town, il lungometraggio di Thom Zimny che, alternando immagini di uno Springsteen non ancora trentenne e della E Street Band in studio ed interviste realizzate recentemente, racconta il processo creativo che ha portato alla nascita di uno degli album più belli ed intensi della storia del rock. Il tutto, naturalmente, condito abbondantemente dalle canzoni che sono entrate a far parte di quel capolavoro pubblicato nel 1978  e dai pezzi che invece sono stati scartati solo in quanto ritenuti non in linea con le tematiche del disco.

 

Rimanendo in ambito musicale, segnaliamo anche Mother of Rock: Lilian Roxon, il film che racconta la vita della giornalista australiana ed i suoi incontri con Jim Morrison, Andy Warhol, Bob Dylan e John Lennon. Cambiando decisamente argomento, è da tener presente anche Facing Genocide, nel quale Khieu Samphan, capo di stato dei khmer rossi, si mostra ancora leale verso Pol Pot, nonostante le immagini di repertorio denuncino con inesorabile spietatezza i massacri compiuti (e da lui ordinati) negli anni settanta in Cambogia. Nell’ambito della stessa categoria, ma fuori concorso, suscitano assai il nostro interesse The Freebie, che viene annunciato come una provocazione, onesta e tagliente, su amore e tradimento, Ad Ogni Costo, che dipinge la vita, la sopraffazione e lo spaccio nella periferia di Roma, The People Vs George Lucas, traboccante d’ironia demenziale con i bizzarri e sfegatati fans di Guerre Stellari che  accusano Lucas di aver stravolto la saga originale, e  Yves Saint Laurent, l’Amour Fou, che si propone di svelare la personalità complessa e fragile del grande stilista.

 

Quest’ anno la categoria Occhio sul Mondo – Focus punta i suoi riflettori sul paese che viene spesso definito come “l’ultima fermata prima della luna”: il Giappone, oltre che dall’omaggio a Kurosawa e a Satoshi Kon, il giovane regista prematuramente scomparso, sarà rappresentato al Festival da sette film, selezionati tra le produzioni più recenti, e da un’ampia retrospettiva dedicata allo Studio Ghibli, il colosso dell’animazione nipponica.
Last but not least, la sezione Alice Nelle Città proporrà una serie di lungometraggi dedicati al pubblico dei più giovani.

Per il calendario completo, potete consultare il sito http://www.romacinemafest.it, mentre per acquistare i biglietti on line potete andare su www.listicket.it.

VignaClaraBlog.it sarà presente al festival ogni giorno e quotidianamente informerà i propri lettori circa gli eventi più interessanti, con le recensioni dei film e le cronache dall’Auditorium e dal Villaggio del Cinema.

Giovanni Berti

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome