Home ARTE E CULTURA Cassia, Museo Crocetti: giovedì 16 settembre premiazione del concorso letterario del XX...

Cassia, Museo Crocetti: giovedì 16 settembre premiazione del concorso letterario del XX Municipio

Giacomini: Nessuno si aspettava un successo così eclatante – Si svolgerà domani, giovedì 16 settembre alle ore 19.30 presso il Museo Crocetti in via Cassia 492, la serata di premiazione del concorso letterario femminile dal titolo “Attraverso gli occhi delle donne”, indetto lo scorso febbraio dal XX Municipio, che ha visto la partecipazione di concorrenti appartenenti ad ogni fascia di età.

I racconti sono stati selezionati da una giuria composta sia da esperti in comunicazione che da docenti, raccolti poi in una pubblicazione che sarà presentata nel corso della serata e distribuita in tutte le sedi del Municipio.
Una serata nell’ambito della quale, saranno esposte anche una parte delle opere della pittrice Cinzia Cotellessa che ha voluto contribuire con questo gesto ad una serata tutta al femminile.

” Attraverso gli occhi delle donne …” riflette , forse meglio di quanto facciano gli opinionisti, una visione generale della società, vista appunto con gli ” occhi” di una platea femminile, gli argomenti affrontati infatti spaziano dai temi quali : Istituzioni, Politica, società, a Famiglia ed esperienze di vita.

Grande soddisfazione per il risultato ottenuto è stato espresso dalle componenti della Commisione Pari Opportunità del XX Municipio, Consigliere Elisa Paris, Sonia Costantini e Clarissa Casasanta, nonché dal Presidente del Municipio Gianni Giacomini che, sul suo sito, dichiara: “questo premio letterario è alla sua prima edizione. Nessuno si aspettava un successo così eclatante. Dalla passione verso la letteratura italiana è nata una manifestazione importante che ormai non conosce ostacoli e si consolida tra quelle più importanti della nostra città”.
E l’obiettivo dello stessa era chiaro, spiega ancora Giacomini nell’affermare che “il fine della manifestazione culturale è quello di tutelare, valorizzare e promuovere l’importanza della letteratura italiana. Le numerose adesioni di quest’anno sono la testimonianza più eloquente.”

Perché credere a queste manifestazioni, si chiede il presidente Giacomini, che sintetizza il suo pensiero nel definire i premi letterari come il luogo dove si trova “il presente e un probabile futuro del libro, libro come oggetto e come immaginario. E, in fondo, la convinzione che il libro non morirà. Lo stesso atto di fede, lo stesso invito ad avvicinarsi ai libri, che sorregge la presenza del Municipio XX a questo premio letterario, che avrebbe potuto anche intitolarsi ‘Come decostruire un romanzo’, poiché il campo di ricerca proposto parte dall’analisi dei testi per comporne altri. Un libro lo si sfoglia, lo si tocca con piacere, lo si espone in libreria, ci consente in un attimo di tornare indietro di trenta pagine, lo si può leggere a letto. Non è assolutamente vero che le vie telematiche lo soppianteranno” conclude Giacomini.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome