Home ATTUALITÀ Foro Italico – si è concluso SportLab, le nuove formule dello sport...

Foro Italico – si è concluso SportLab, le nuove formule dello sport tra grandi eventi e marketing

Si è svolto ieri al Foro Italico il secondo ed ultimo giorno di incontri e convegni dedicati al mondo dello sport organizzati dall’ASI (Alleanza Sportiva Italiana). Dal cinquantenario delle Olimpiadi del 1960, alla grande celebrazione degli Olimpionici Azzurri di tutti i tempi, prevista per oggi con il Presidente Napolitano, mai come in questi giorni Roma sta riflettendo sulla propria natura di ospitare i Grandi Eventi sportivi.

Lo svolgimento di Sport Lab, il laboratorio di cultura sportiva organizzato dall’ASI, in questi due giorni al Foro Italico si colloca quindi in un momento in cui l’esigenza di riflettere su certi temi si è resa urgente. Per questo il convegno della mattina è stato dedicato proprio ai grandi eventi sportivi ed al tavolo dei relatori si sono passati la parola, con l’attenzione che si spostava dal passato al futuro, testimoni degli appuntamenti internazionali che hanno visto o vedranno protagonista il nostro paese: da Angelo Zomegnan, Direttore del Giro d’Italia, al Presidente della Federazione Ciclistica Italiana, Renato Di Rocco, che ha presentato in questa occasione la candidatura italiana ai Mondiali di ciclismo 2013, da Paolo Taveggia, direttore generale del Comitato Organizzatore dei Mondiali di Boxe 2009, al Presidente della Federazione Italiana Golf, Franco Chimenti. Dalle parole di Giovanni Malagò, Direttore del comitato per i Mondiali di nuoto 2009, è emersa una realtà sempre più complessa e competitiva che sottende alle candidature di eventi mondiali, per i quali non basta più avere il supporto di forze politiche coese, ma è necessario uno strutturato sistema organizzativo. Dal passato, al presente, lo sguardo si è spostato sui Mondiali di Volley che prenderanno il via tra 15 giorni. Francesco Ghirelli, direttore generale del Comitato organizzativo, ha approfittato dell’occasione per fare un bilancio del lavoro svolto, sottolineando la difficoltà di realizzare questa kermesse in un momento di crisi economica.

Nel pomeriggio l’attenzione si è spostata sul tema del marketing sportivo. L’esigenza di offrire un modello di marketing innovativo e più moderno, in grado di integrare diversi aspetti e di produrre valori e non solo business è stata al centro degli interventi di molti relatori, a cominciare da Roberto Ghiretti, Presidente di Studio Ghiretti e Lamberto Dolci, responsabile immagine e pubblicità dell’Eni. Sulla stessa linea il dirigente FIGC Michele Uva, che ha auspicato un rinnovamento del concetto di marketing per avvicinarsi alle esigenze del pubblico e riportare la gente nei palazzetti e negli stadi, fronteggiando la crisi di spettatori che colpisce l’Italia, che dimostra di non riuscire a tenere il passo di altri paesi europei e non.L’approccio internazionale che l’evento ha voluto mantenere in questi due giorni è stato rimarcato dalla presenza di Katia Bassi, Country Director Italy at Nba sports, che ha trasmesso al pubblico presente l’entusiasmo di chi sta contribuendo a portare la magia dei giganti del basket americano in Europa ed in Italia, grazie all’Nba Europe Live Tour. Il neo-eletto presidente di Lega Serie B, Andrea Abodi, ha espresso chiaramente l’ obiettivo che si è posto in questa sua nuova veste: trasformare la Serie B in un sistema, sfruttando le peculiarità di questa realtà, legata ancora in Italia alla provincialità e lontana dalle deviazioni della serie maggiore.

Sport Lab quest’anno non si esaurisce con la due giorni romana, ma si sposta al Sud, con due ulteriori tappe: il 18 e 19 settembre a Reggio Calabria e il 25 settembre a Milazzo.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome