Home AMBIENTE La Storta – al via Floracult, mostra mercato di Florovivaismo Amatoriale

La Storta – al via Floracult, mostra mercato di Florovivaismo Amatoriale

floracult.jpgPrende il via presso presso l’Azienda Agricola I Casali del Pino a La Storta la prima edizione di Floracult, mostra mercato florovivaistica promossa e organizzata da Ilaria Venturini Fendi e curata da Antonella Fornai. Si terrà da venerdì 14 a domenica 16 maggio col patrocinio dell’assessorato alla Cultura e dell’assessorato alle Attività Produttive del XX Municipio, con quello del Comune e della provincia di Roma, del Parco di Veio, della Regione Lazio e del Ministero dell’Ambiente.
Nella manifestazione  sarà possibile ammirare piante insolite, fiori e frutti rari – oltre 400 tipi di salvie, 30 varietà di gelsomini e innumerevoli piante per orti, giardini, terrazzi – e si potrà chiedere consigli e avere incontri con esperti “maestri giardinieri” sia per la coltivazione sia per le malattie delle piante.  Attraverso la partecipazione di esperti vivaisti Floracult si propone infatti come laboratorio di idee e stimolo per la diffusione e lo sviluppo della conoscenza e dell’uso di piante adatte ad essere coltivate nei nostri giardini e balconi.

Anche l’AMA sarà presente con due ecoinformatori, che oltre a dare informazioni sulla pulizia della città e la raccolta differenziata, distribuiranno gratuitamente ai visitatori un sacchetto di compost, il fertlizzante naturale di qualità prodotto nell’impianto Ama di Maccarese. Il compost è utilizzabile per concimare i terreni o i vasi e deriva dalla raccolta e lavorazione dei rifiuti organici come scarti di cibo, di frutta e verdura, piante recise, sfalci dei prati, potature, trucioli e segatura, ecc.

Saranno molti gli appuntamenti che si susseguiranno in questa tre giorni dedicata al verde, ne citiamo alcuni.
Venerdì 14 maggio ore 13.00
si terrà un’interessante dimostrazione, a cura di Secondino Lamaprelli,  di come si realizza un giardino verticale nelle nostre città dove le aree verdi sono sempre più rarefatte. Grazie a questa nuova tecnica si possono realizzare veri e propri giardini verticali che, coprendo le facciate degli edifici, le abbelliscono e ne migliorano l’isolamento termico grazie alla produzione di un microclima favorevole.
Peruzzi editore sarà presente invece Sabato 15 maggio ore 11.00  con “Tenendo innanzi frutta” di Isabella dalla Ragione. Riconoscere negli affreschi presenti nelle nobili dimore umbre una grande varietà di vegetali identificati e propagati da Isabella dalla Ragione nel frutteto di Archeologia Arborea.
Ma è Domenica 16 maggio il clou della manifestazione.  Domenica infatti La prof. Antonella Canino, del Dipartimento di Biologia dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, terrà un incontro sul tema “Il miele: un mondo di proprietà dal biomonitoraggio all’analisi sensoriale” mentre la Camera di Commercio Industria e Artigianato e Agricoltura di Roma con l’Azienda Romana Mercati organizzerà dei mini corsi gratuiti di giardinaggio e di gestione del terrazzo a cui ci si potrà iscrivere direttamente alla mostra.
Ma non solo. Il progetto “Orto in Condotta”, in collaborazione con Slow Food, insegnerà ai bambini ad essere consumatori coscienti e consapevoli avvicinandoli alla terra, facendo loro coltivare frutti e verdure più o meno conosciuti, educandoli alla varietà, alla stagionalità, ai metodi di coltivazione biologici e biodinamici, al rispetto della natura. Sempre per i bambini la Cooperativa Il T-Riciclo organizzerà il laboratorio di reinvenzione del giocattolo per creare sculture e oggetti di gioco con giocattoli rotti. E per finire i bambini potranno cimentarsi con le costruzioni in legno: insieme ad un animatore sperimenteranno  la scultura e l’architettura, torri, castelli, giganti, animali, casette realizzate con tavolette finemente lavorate in pino marittimo.

I Casali del Pino si trovano in Via Giacomo Andreassi,30 a La Storta. La mostra si terrà dal 14 al 16 maggio 2010 dalle 10.00 al tramonto, l’ingresso costa 8 euro, ridotto 5.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome