Home AMBIENTE A Collina Fleming non esistono più regole e controlli

A Collina Fleming non esistono più regole e controlli

regole.jpgDa Ettore G., nostro lettore residente al Fleming, riceviamo e pubblichiamo questo accorato appello contro il degrado del  quartiere.  “E’ molto frustrante vedere come a Collina Fleming non esistano più regole e controlli- dice Ettore a VignaclaraBlog.it – chiunque ad esempio può affiggere abusivamente la propria reclame pubblicitaria: all’inizio di via Fleming, in pieno giorno, sono stati recentemente installati due megacartelloni abusivi con tanto di plinto in cemento armato. Nella stessa via le automobili parcheggiano disinvoltamente sulle aiuole che dovevano ospitare le nuove piantumazioni distruggendole. Le motociclette vengono sistematicamente parcheggiate sui marciapiedi che sono diventati il parcheggio esclusivo loro e dei  SUV. A nulla serve chiamare i vigili urbani perchè tanto non vengono ed i danni alle pavimentazioni li ripaga pantalone.”

“Lo stato di totale disinteresse ed incuria trionfa nel canneto che, sempre salendo via Fleming, deborda sulla carreggiata schiaffeggiando i camioncini che imboccano la strada. E’ inutile prendere l’argomento delle buche scavate dall’Acea – incalza Ettore – di come sta gestendo l’apertura e la chiusura dei varchi, di come sta transennando inopinatamente intere vie, di come lascia le buche sprovviste delle più normali protezioni di sicurezza, di come mal ripristina il manto stradale perchè questa è un’altra battaglia persa. E’ così evidente che nessuno controlla, che in via Calvi dell’Umbria, ad esempio, non è mai stata ripristinata la segnaletica orizzontale che comprendeva il posto disabile, le strisce pedonali e le fincature di parcheggio.”

“Questa è la palese dimostrazione che nessuno di chi è preposto alla verifica se i lavori vengono compiuti tutti, o in parte, bene o male, si reca sul luogo a controllare. In Piazza Monteleone di Spoleto – conclude Ettore – c’è un mercato che ogni giono, ed in particolare il Sabato, sembra un suk, ci sono gli abusivi con le merci contraffatte, gli scatoloni e gli scarti dell’ortofrutta rovesciati in terra. Fleming è sempre così, da anni.”  (red.)

Visita la nostra pagina di Facebook

5 COMMENTI

  1. Caro Ettore ti dò pienamente ragione ,non solo il flaming ma anche altre zone ,Vigna Stelluti,Giochi Delfici ,Farnesina ,e ponte milvio,evidentemente la maggior parte del Gruppo Polizia Municipale del XX Municipio vivono in queste zone e quindi non vogliono scontrarsi fra di loro,o non vogliono fare brutte figure con parenti e amici ,quindi preferiscono stare alla larga,oppure il XX Municipio non è in grado di gestire il tutto ,forse anche perchè il XX è uno dei municipi più grandi come estensione e quindi non hanno sufficenti mezzi e uomini …

  2. Vorrei segnalare il peggioramento della situazione causato dai continui lavori che interessano via flaminia, da corso francia fino alla caserma dei lancieri: il rifacimento dei marciapiedi, con l’allargamento degli stessi, che di fatto favorisce l’installazione dei tavolini del bar fleming e dei chioschi dei venditori; le transenne e le buche causate dalla stesura di cablaggi nonchè dai lavori fastweb, che vanno avanti oramai da settimane ed in particolare intralciano l’immissione dalle strade lateriali; ma soprattutto la costante presenza di macchine e camionicini adibiti ad uso privato e commerciali, che stazionano costantemente in seconda e talvolta anche in terza fila, senza che mai un vigile provveda alla rimozione o alla multa.
    La situazione sta costantemente peggiorando. La maleducazione dei cittadini, i continui lavori non coordinati tra loro, gli interventi di dubbia utilità (perché allargare i marciapiedi ?), la costante assenza dei vigili, tutto ciò rende di fatto impercorribile il quartiere pressochè in tutte le ore della giornata, con picchi di traffico e code impossibili nelle ore di punta.

  3. Vorrei solo porre un quesito: ma chi sarà mai stato il genio che ha autorizzato l’inizio di tutti i lavori su Collina Fleming contemporaneamente, senza tenere nel benchè minimo conto che sarebbe bastato un mese scarso perchè finissero le scuole e si creassero molti meno disagi per tutti!!!!!!!!

    Praticamente TUTTE le strade in questo momento sono dei cantieri aperti, in modo particolare su via Flaminia Vecchia, dove, mentre da una parte si mettono i cavi, dall’altra si ampliano i marciapiedi….. Sembra quasi uno scherzo di cattivissimo gusto.

    Poi, oltrettutto, qui prodest l’ampliamento del marciapiedi, quando non ci sono parcheggi sufficienti già così????

    Non si potrebbe, tra l’altro, invertire uno dei sensi di marcia delle due parallele di Via Flaminia Vecchia, per esempio Via Loria, in modo da allegerire il traffico, già congestionato, da Tor di Quinto verso Corso Francia?

    Non si potrebbe aumentare il numero dei vigili che non facciano fermare le macchine in quadrupla fila davanti al Gesù Maria all’entrata e all’uscita della scuola, bloccando un intero quartiere in orari di traffico elevato?

    Insomma, basterebbe un pò di impegno per semplificare la situazione, invece di cercare di complicarla il più possibile!

  4. Via Valdagno è completamente abbandonata a se stessa, non passano a pulire la strada oramai da settimane e non c’è stato un controllo sullo stato dei pini negli ultimi anni. Sarebbe possibile fare qualcosa? Grazie

  5. Ma gli uffici comunali e municipali che si occupano di decoro urbano a cosa servono? Possibile che non si riesca a fare con AMA e Polizia Municipale una programmazione degli interventi, compatibilmente con le limitate risorse a disposizione, per controllo abusivismo, pulizia strade e manutenzione del verde e soprattutto vigilare sul loro rispetto? E soprattutto, perchè non si lancia una campagna per sensibilizzare i romani a un maggior rispetto del proprio quartiere, avere un comportamento civile quando si usa la macchina, si butta l’immondizia nei cassonetti (ormai sono piccole discariche a cielo aperto), educare se stessi e i propri figli a non trattare le strade e gli spazi pubblici come se fossero latrine?

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome