Home ATTUALITÀ Cesano – E’ ufficiale: si chiama Enzo Biagi l’Istituto Comprensivo di via...

Cesano – E’ ufficiale: si chiama Enzo Biagi l’Istituto Comprensivo di via Orrea

biagi.jpgAi più forse è sfuggito, qualcuno l’ha volutamente ignorato, ma da Aprile 2010 l’istituto scolastico di via Orrea, a Cesano, ha assunto definitivamente la denominazione di “Istituto Comprensivo Enzo Biagi”. Si è chiuso in silenzio, ma si è chiuso positivamente, un caso che mesi fa suscitò polemiche, proteste e grida allo scandalo fino a diventare un caso nazionale.

La storia inizia nella primavera del 2009 quando il consiglio dell’istituto scolastico di via Orrea (materna, elementare e media) delibera di intitolare l’insieme dell’istituto a Enzo Biagi anziché al nome della via dove si trova. Un atto per dare all’intero complesso scolastico un’identità che non sia solo quella toponomastica restando inteso che i singoli plessi che fanno parte dell’istituto avrebbero conservato i loro nomi d’origine. Le medie, ad esempio, sono intitolate a Michele Perriello, sergente dell’esercito italiano caduto da eroe in Libia, medaglia d’oro al valor militare, e così sarebbero rimaste.
Tutto sembra procedere senza intoppi, tanto che a fine giugno la scuola riceve il decreto ufficiale sul nuovo nome.

La cerimonia d’intitolazione era già fissata per il 5 ottobre quando pochi giorni prima scoppiano le polemiche e le proteste. Il PdL romano, sia a livello locale che comunale, non ci sta, ritiene che l’operazione sia strumentale all’eliminazione del nome di Michele Perriello dalla targa della scuola. Non usano mezzi termini alcuni esponenti PdL definendo “vergognosa” la decisione e addirittura “sciagurata” l’intitolazione ad Enzo Biagi (leggi qui).

“Non ci dobbiamo vergognare di nulla” risponde loro il presidente del comitato dei genitori dell’Istituto Comprensivo sulle pagine del Corriere della Sera mentre altrettanto immediate sono le reazioni del PD locale. “Sterili e puerili” vengono definite le proteste del PdL (clicca qui) mirate a non dare lustro neanche da morto a chi si macchiò di “lesa maestà”.

Ma le polemiche s’infiammano quando improvvisamente la scuola riceve un decreto che annulla l’intitolazione a Biagi, peraltro già autorizzata a fine giugno. Ad inviarlo è l’Ufficio scolastico provinciale che trasmette lo stop della Prefettura: le intitolazioni sono consentite solo dopo dieci anni dalla morte della personalità. “Il ritiro del decreto è vergognoso, è chiaro che l’offensiva lanciata da alcuni amministratori comunali e municipali del PdL è alla base di questa decisione” denunciano gli esponenti PD.

In realtà dietro la rigidità della regola dei 10 anni ci sono numerosi precedenti di deroghe (basti pensare al caso della giornalista Ilaria Alpi) ma il Ministero dell’Istruzione, chiamato in causa perché la querelle è giunta ormai sulle prime pagine di tutti i quotidiani, si tira fuori dichiarando che non è competente sulle intitolazioni delle scuole. Lascia però una porta aperta, “la deroga va chiesta al Ministero dell’Interno”, dovrebbe essere la stessa scuola a farlo, suggerisce il Ministro “e se lo facesse ora la pratica potrebbe riaprirsi”.

E la pratica a quanto pare s’è silenziosamente riaperta e positivamente richiusa.
Da Aprile 2010, a Cesano, l’Istituto Comprensivo di via Orrea 23 si chiama “Enzo Biagi”. Lo conferma una sobria circolare del dirigente scolastico (clicca qui).
(red.)

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. Mi fa piacere che finalmente è finita la disputa sul nome di Enzo Biagi alla scuola di Cesano.
    Un Partigiano, un grande giornalista e ricordiamo anche un esiliato dalla Rai.
    Peccato che la cosa si passata in sordina a Cesano.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome