Home ATTUALITÀ Labaro – intitolato a Vanessa Russo il Parco di via Bellagio

Labaro – intitolato a Vanessa Russo il Parco di via Bellagio

bellagio.JPGA Labaro il parco di via Bellaggio da oggi porta il nome di Vanessa Russo, la ragazza di 23 anni aggredita mortalmente in metropolitana nel 2007. A partecipare all’inaugurazione, questa mattina alle 10, il sindaco Gianni Alemanno, il presidente del XX Municipio, Gianni Giacomini, ed i genitori di Vanessa, Rita e Giuseppe Russo.

“La vicenda di Vanessa Russo, non è solo una storia per chi la conosceva o per un quartiere ma è una vicenda a cui è legata tutta la città – ha detto Alemanno – episodi terribili come questi ci feriscono. Esistono luoghi difficili da custodire in una città complessa come Roma e che in certi versi è cresciuta male. Quello di Vanessa è un atto di memoria a una ragazza che non doveva morire a 23 anni ma è un atto di memoria a noi stessi perché la sicurezza sia la nostra prima preoccupazione. Dobbiamo far sentire ognuno a casa propria, liberi, sicuri e a proprio agio, senza avere paura. Vanessa è una perla che ci siamo persi per questa città. Sulla sicurezza bisogna moltiplicare gli impegni ed essere vigili e presenti”.

Ma i momenti più toccanti sono stati quelli in cui hanno parlato i genitori di Vanessa. Il papà ha detto che “non poteva essere scelto un luogo migliore per intitolare qualcosa a mia figlia. Vanessa è infatti un nome di farfalla come le tante che volano in questa area verde” . La mamma ha aggiunto “oggi viviamo una forte emozione per il terzo anniversario della morte di Vanessa, e’ bello sapere che dei bambini giocheranno qua in ricordo di Vanessa, ringrazio molto il sindaco che nell’ombra e’ stato sempre vicino alla mia famiglia”.

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. Oltre la targa in memoria della povera ragazza un marciapiede per chi scende da Via Brembate al parco sarebbe chiedere troppo??? Non è piacevole portare un bambino con le macchine che ti sfrecciano a pochi centimetri senza neanche un marciapiede…

  2. Condivido la dedica e l’istituzione del parchetto, carino e bene esposto. Ma perchè non viene curato almeno un pò? tutto è lasciato al degrado, raramente vengono vuotati i contenitori dei rifiuti e tagliate le erbacce! Io sono una nonna che ci va col nipotino ed è molto triste lo stato di abbandono di un luogo che potrebbe essere tanto accogliente!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome