Home ATTUALITÀ Auditorium: Volando sul ghiaccio con Silvia Fontana

Auditorium: Volando sul ghiaccio con Silvia Fontana

La giornata di venerdì 29 gennaio, pur nata con un bel sole, nel pomeriggio si è fatta sempre più scura e nuvolosa fino alle cinque quando ha cominciato a piovere ad intermittenza. Questo non ha impedito a tante giovani pattinatrici di presentarsi alla Pista da Ghiaccio dell’Auditorium per partecipare allo stage con Silvia Fontana, che, con i suoi cinque titoli di campionessa italiana, le sue molteplici partecipazioni alle Olimpiadi, ai Campionati Mondiali e a quelli Europei, nonché con la sua permanenza per tre anni nella top ten mondiale, è una delle figure di maggiore importanza nel panorama italiano del pattinaggio artistico.

L’atmosfera che si respira è di attesa ed emozione, che sfocia in sommessi “è arrivata” quando si vede giungere una dolce figura con un trolley dove riposa un paio di pattini “magici”. Silvia si cambia velocemente per poi intrattenersi con le ragazze e i loro genitori a bordo pista; si spera che il tempo regga e nel frattempo si commentano i risultati dei Campionati Europei di Tallin, conclusi domenica scorsa, che hanno portato all’Italia la medaglia d’oro di Carolina Kostner e quella d’argento “dorato” dei romani Federica Faiella e Massimiliano Scali, ai quali non è bastato vincere due prove su tre per salire sul gradino più alto del podio.

La Fontana appare semplice e alla mano, le sue risposte sono tutte accompagnate da un sorriso incantevole che le dona la simpatia e l’ammirazione dei presenti ben oltre i suoi indiscutibili meriti sportivi; di lei poi colpisce l’umiltà, caratteristica di chi è veramente grande, soprattutto quando la senti affermare silvia.jpgche nei suoi sogni lei pattina come Carolina Kostner, affermazione che lascia un tantino interdetti i suoi interlocutori che sognano di pattinare come lei; comunque, guardando bene, nei suoi occhi si legge la grande determinazione con cui ha saputo affrontare sacrifici e superare i numerosi ostacoli che ha incontrato nella sua carriera. Finalmente è tutto pronto e si possono poggiare le lame sul ghiaccio; si comincia con il turno delle principianti e purtroppo ricomincia anche a piovere. Silvia dedica alle ragazze grande attenzione e preziosi consigli, senza mai trascurare le più piccole ed inesperte; ma è con il turno successivo, quello di livello più avanzato, che la Fontana si scatena e regala alle ragazze partecipanti e al pubblico alcuni passaggi veramente esaltanti, tra cui anche un triplo axel.E forse è proprio per rispondere a modo suo alla esplosività della Fontana che Giove Pluvio manda giù uno scroscione di pioggia  fortissimo anche se di di breve durata.Si giunge così al termine dello stage e si consegnano gli attestati di partecipazione, qualche autografo e poi tutti a casa, fradici ma felici.
↓seppe Guernica Reitano

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome