Home ATTUALITÀ Senza parole

Senza parole

Vi proponiamo un video nudo e crudo. Senza altre parole da parte nostra, senza parole di sottofondo. Perché è senza parole che lascia chi lo vede. E’ una scritta apparsa in questi giorni su un muro di cinta di una via del quartiere Farnesina.


Se non riuscite a vedere il video Cliccate qui.

Visita la nostra pagina di Facebook

9 COMMENTI

  1. Rudol Hess (di nascita egiziana, sarà il caso di ricordare), se è davvero ancora vivo, deve essere assai rincoglionito. Ma a 116 anni dalla nascita sarebbe assai comprensibile e scusabile. Meno scusabili sono quelli che scrivono certe cose, a modesta e parzialissima comprensione (ma non giustificazione) la desolante omologazione culturale delle giovani generazioni. Quello che sino a qualche tempo fa era un livellamento verso il basso, oramai si è trasformato in uno scavare verso livelli sempre più infimi di “convivenza civile”.
    Sarà il caso di ricordare agli autori il verso successivo alla dannunziana citazione del paradiso all’ombra delle spade…”Siamo cinti d’oblìo”.

  2. Ma il Fanesina non e’ la scuola nella quale e’ nato il “blocco studentesco”? Non credo che sia difficile scoprire i colpevoli di questa azione…

  3. se ci fossero le telecamere nel quartiere certe cose non accadrebbero MAI ! bisogna rendere il nostro quartiere sicuro oltre che bello esteticamente senza degrado le telecamere risolverebbero tantissimo il problema come infatti lo hanno risolto in città come Los Angeles Tokyo e perfino alcune zone di milano.

  4. Per R.g.

    Non credo che le telecamere possano risolvere i problemi del quartiere… abbiamo visto sulla salaria, come queste siano risultate inutili ai fini del problema della prostituzione.
    Servono interventi incisi sul territorio, controlli approfonditi ad esempio, sulle concessioni edilizie e agibilita’ dei palazzi di largo Sperlonga e via Mastrigli, realta’ che per loro conformazione portano a situazioni di degrado.

  5. Per Gianluca,
    premesso che non ho nulla a che fare con i ragazzi del blocco studentesco,mi sembra poco intelligente accusare solo per il gusto di farlo.

  6. A casa mia 1+1 non fa 18… Se al Farensina risiede un gruppo di estrema destra e sul muro di fronte, scritte inneggiano a un gerarca nazista, che cosa dovrei pensare? Che c’ho scritto giocondo sulla fronte?

  7. Giocondo no, forse un pochino miope. Quella scritta non è sul muro di fronte al liceo. Un paio di occhiali in più ed un po’ di prevenzione in meno non le farebbero male 🙂
    Lucia

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome