Home ATTUALITÀ Nel quartiere Flaminio il comitato elettorale di Renata Polverini

Nel quartiere Flaminio il comitato elettorale di Renata Polverini

polverini.jpgSarà nel quartiere Flaminio il comitato elettorale di Renata Polverini, candidata PdL alla presidenza della Regione Lazio nelle prossime elezioni. Si chiamerà ‘Laboratorio Lazio’ ed aprirà a metà gennaio presso i locali di una ex officina e deposito Atac in zona Piazzale Flaminio.

Laboratorio Lazio sara’ presentato nei prossimi giorni nel corso di una conferenza stampa con la quale verrà illustrato l’intero organigramma che vede al momento il senatore Andrea Augello quale responsabile organizzativo, l’onorevole Beatrice Lorenzin come portavoce del Comitato elettorale mentre il senatore Fabio Rampelli si occupera’ dell’area delle associazioni.  Nelle intenzioni della candidata, sara’ un vero e proprio laboratorio di idee e proposte dove costruire il programma anche attraverso incontri con i cittadini e rappresentanti del mondo delle associazioni e del lavoro.

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

  1. Sono iscritto al P.d.L. con tutta la famiglia,precedentemente a “Forza Italia”- by begginning,stiamo lavorando,anche politicamente per le prossime elezioni del Consiglio Regionale Lazio che in relazione al numerodegli abitanti dovrebbero essere circa quarantuno Consiglieri .
    Nelle nostre città e provincie stiamo sostenendo i nostri candidati al Consiglio Regionale Lazio che sembrano indirizzati verso Renata Polverini presidente della Giunta,a meno,in sede di votazione , i Consiglieri eletti non votino per un’altro,tutto è possibile,anche un voltafaccia interno !!
    Certo è un buon posto pubblico “decisionale” ! ma non “imperandi”,considerando le Autarchie post monarchiche(tipo feudalesimo) venutesi a creare in Italia dove ogni Ente,A.C.E.A.,E.N.E.L..A.T.E.R., TELECOM,FERROVIE, ecc., impone tributi, senza controllo,ben lungi da un paragone con i bilanci familiari.
    La miriade di altri Organi dello Stato ed internazionali, lo strapotere degli Organi Giudiziari, delle Alte Corti ed Ordinari :penali,civili ed amministrativi,lasciano poco spazio ad una Giunta Regionale,dove vi andranno a lavorare Soggetti di Diritto Pubblico che oltre alle normali leggi di tutti i cittadini sono soggetti anche a leggi,nel loro Mandato,di Pubblici Ufficiali nell’espletamento delle loro funzioni .

  2. Gentile geom.cav. Luciani, lei vorrà perdonare i miei limiti di comprensione, ma in sintesi, cosa ci ha voluto dire?
    Grazie
    PS: perdoni anche se posso apparirle impertinente, ma Acea, Enel, Telecom… non sono più né Enti né tantomeno Organi della Stato, bensì società quotate in borsa che non impongono tributi ma offrono tariffe. Almeno credo.
    E buon lavoro per le elezioni.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome