Home ATTUALITÀ XX Municipio: approda in Consiglio la sfiducia al Presidente Ariola

XX Municipio: approda in Consiglio la sfiducia al Presidente Ariola

Il Consiglio del XX Municipio è stato convocato ad urgenza  questa sera dal Presidente, Simone Ariola, per venerdì 4 dicembre alle 13.00. All’ordine del giorno un solo argomento: la mozione di sfiducia al Presidente del Consiglio Municipale.

Visita la nostra pagina di Facebook

6 COMMENTI

  1. Ariaola lei è il Fini del Municipio ma non aspetti il fuori-onda, venerdì dica a voce alta e forte cosa pensa della monarchia assoluta…

  2. Ho convocato il Consiglio su insistenza e ostinatezza dei Capigruppo Pdl e Misto.
    A nulla sono valse le spiegazioni date loro dal sottoscritto e dal Capogruppo Pd sulla totale nullità di una mozione di sfiducia nei confronti del Presidente del Consiglio, in quanto carica ‘super partes’ e di garanzia e non carica fiduciaria( così come ribadito anche dal Segretario generale).
    Venerdì, a causa della loro ignoranza in materia regolamentare e della loro arroganza, faranno l’ennesimo buco nell’acqua!
    Cordiali saluti.
    Simone Ariola.

  3. Ariola mica sarà veramente il fini della XX°.
    Mi rimangio tutto quanto detto di positivo nei suoi confronti nel caso dovesse essere così.
    fini oggi dimostra lo stesso coraggio che aveva 30anni nella fdg a sommacampagna.
    Non un bello spettacolo.

  4. Allora è proprio vero: la Destra non c’è più (mi perdoni Antonini se non considero i “numeri piccoli”). Dopo la scomparsa della Sinistra dal Parlamento (grazie a una legge illiberale voluta dai liberisti, ovviamente non liberali) ora assistiamo alla scomparsa della Destra dal Parlamento (quasi) e dalla società.
    Nella transizione verso una società post-moderna, che in Italia stenta ancora ad attuarsi, queste scomparse potrebbero anche essere viste positivamente, se intese come il superamento di ideologismi anacronistici. Il problema è che questi ideologismi non sono stati rimpiazzati da nuove IDEE e nuovi modelli, ma da nuovi e vecchi ideologismi di pari se non maggiore pericolosità come quello cattolico-integralista (il c.d. catto-fascismo) propugnato da Benedetto XVI che sta inquinando la Chiesa e quello berlusconiano dell’affarismo “spinto” che per fare business calpesta qualsiasi etica e scende a patti con chiunque (dittatori russi e bielorussi, mafie… mancano all’appello solo i narcos colombiani… forse).
    Tornando al XX… Pres. Ariola, spero proprio che domani le cose vadano come lei dice. Non si arrenda e dimostri che anche qui, come in Parlamento con Fini, c’è qualcuno che ha ancora il senso delle Istituzioni, dimostri che esiste ancora una Destra equilibrata e istituzionale che non si appiattisce sugli affarucci e gli interessi meschini del padrone del partito-azienda contro il quale, una ventina di anni fa, nelle sezioni del FdG si sarebbero utilizzate tonnellate di vernice spray (a esser buoni…)

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome