Home ATTUALITÀ Servizi pubblici a Roma: promossa a pieni voti la cultura, bocciata l’AMA

Servizi pubblici a Roma: promossa a pieni voti la cultura, bocciata l’AMA

agenzia.JPGPresentata in Campidoglio la Relazione Annuale sullo stato dei servizi pubblici di Roma redatta dall’Agenzia per il controllo e la qualità dei servizi pubblici locali del Comune. I romani si dicono “molto o abbastanza soddisfatti” della qualità della vita nella capitale nella misura del 72,7% rispetto al 67,7% di fine 2007.

I servizi che nel 2009 ricevono il maggior gradimento in valore assoluto sono quelli culturali: praticamente tutti i romani concordano sull’importanza e la qualità dell’offerta culturale comunale e in particolare dei musei, degli spazi espositivi, delle biblioteche così come dell’Auditorium.
Seguono poi a ruota l’acqua potabile, la metropolitana, le farmacie comunali e l’illuminazione pubblica. Significativa, comunque, la crescita dell’indice di soddisfazione complessiva nei confronti dei servizi pubblici locali passato dal 6,3 al 6,6.

La relazione evidenzia invece una pesante bocciatura dei servizi di pulizia e decoro pubblico della capitale. In termini di efficienza ed efficacia rispetto ai bisogni dei cittadini, le analisi condotte dall’Agenzia mostrano in primo luogo l’evidente insoddisfazione dei cittadini sulla qualità del servizio, che raccoglie i giudizi meno positivi tra tutti i servizi pubblici locali. Gli stessi dati forniti dal Comitato di vigilanza segnalano un progressivo deterioramento degli indicatori sulla pulizia della città e la fruibilità dei cassonetti. Le analisi confermano che le maggiori carenze si concentrano sui servizi di spazzamento e pulizia delle strade rispetto alla raccolta rifiuti. Non solo i giudizi dei cittadini appaiono molto diversi, con indici di soddisfazione che raggiungono appena il 4,4 nel caso della pulizia delle strade rispetto al 5,8 della raccolta rifiuti (e il 6,6 nella media dei servizi), ma le analisi strutturali condotte sia in termini di costi che di risultati conseguiti confermano largamente la percezione di negatività da parte dei cittadini.

Per leggere o scaricare la sintesi della relazione cliccare qui

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome