Home ATTUALITÀ XX Municipio – Cozza (PD): ecco le strade a rischio attraversamento del...

XX Municipio – Cozza (PD): ecco le strade a rischio attraversamento del quartiere Farnesina

“Che fine hanno fatto le strisce pedonali nel XX Municipio?” Questa domanda se la pone Alessandro Cozza, consigliere PD del XX Municipio, che così prosegue: “questa riflessione mi è sorta spontanea più volte in queste settimane poiché è capitato di trovarmi davanti a pedoni ai quali imputavo la scelleratezza di attraversare in punti dove le strisce pedonali non erano presenti. Poi, guardando l’asfalto, mi tornava in mente che una volta là le strisce c’erano e quindi giustificavo quelle persone che continuano ad attraversare dove sono sempre state abituate a farlo”.

“A questo punto ho preso carta e penna, ho fatto un giro del quartiere Farnesina, il primo di una lunga serie, e dopo aver stilato un elenco delle priorità ho scritto una lettera al Consigliere delegato alla mobilità del XX Municipio, Antonio Scipione”.
“Siamo tutti contenti – ha scritto Cozza a Scipione – che molte strade siano state ultimamente riasfaltate ma questo non ci può far dimenticare che esiste il mondo dei pedoni, in questo caso, letteralmente asfaltato insieme agli attraversamenti. Quello che però devo tristemente annotare è che la dimenticanza nel rifare la segnaletica dopo i lavori sia diventata una cronica e spiacevole abitudine, e questo non è certo tollerabile”.

“Per questo motivo, periodicamente e con l’aiuto delle segnalazioni dei cittadini – conclude Cozza – ho l’intenzione di suggerire al Consigliere Scipione gli interventi di cui necessita il XX Municipio. Ed ho cominciato dal quartiere Farnesina inviandogli questo elenco (NdR: clicca qui)”.

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. Nonostante i disagi iniziali causati dalle opere di rifacimento dell’asfalto devo ammettere che non si vedono più quelle voragini create dalle piogge dell’anno scorso, mi fa molto piacere notare che qualcuno ha fatto anche caso alla perdita di segnaletica e si è messo in moto per ricostruirla

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome