Home ATTUALITÀ Roma – la Cassazione condanna il Comune: inesigibili le multe non notificate

Roma – la Cassazione condanna il Comune: inesigibili le multe non notificate

giustizia.jpgLa Corte di Cassazione ha accettato il ricorso di un cittadino e condannato il comune di Roma a pagare 400 euro di spese processuali. Tutto nasce quando ad un automobilista romano arriva una cartella esattoriale di oltre 300 euro per tre multe mai pagate perché, in effetti, non gli erano mai state notificate. Le relative raccomandate, non recapitate, erano state infatti restituite al mittente per compiuta giacenza.

Un primo ricorso al Giudice di Pace, nel 2005, si era risolto a sfavore del cittadino nonostante gli evidenti errori di notifica segnalati dal ricorrente fra i quali il numero civico di casa sbagliato. Insomma, se la multa non gli era mai stata notificata e l’avviso mai consegnato perché pagarle? Secondo il Giudice di Pace il pagamento era dovuto in quanto il Comune, nonostante l’assenza del destinatario a casa, aveva provveduto a dare comunicazione delle stesse in deposito con raccomandata AR.

Contro questa decisione il cittadino ricorre in Cassazione che giudica corretto il ricorso, lo assolve, annulla la cartella esattoriale e condanna il Comune di Roma a pagare 400 euro di spese processuali. Secondo la Cassazione infatti ”non si può prescindere dalla verifica dell’esito del procedimento notificatorio (rilevabile solo dall’avviso di ricevimento) ai fini di considerare regolare o meno la notifica del verbale, non potendosi escludere in linea generale che l’avviso di deposito-giacenza dell’atto non sia in effetti pervenuto alla conoscenza dell’interessato, privandolo cosi’ della possibilita’ di tutelare i propri diritti”.
Di conseguenza, recita la sentenza, ” il mancato deposito degli avvisi di ricevimento della notifica, se non giustificato, non puo’ che determinare l’assoluta incertezza in ordine alla corretta conclusione del procedimento notificatorio”. Dunque ”in assenza di notifica valida l’obbligo di pagare la somma dovuta si estingue”.
Se ne conclude che devono essere considerate nulle le multe se consegnate con il numero civico di casa sbagliato o se l’ufficiale giudiziario dimentica di affiggere alla porta dell’abitazione del destinatario l’avviso con cui si da’ comunicazione della stessa. Parola di Cassazione.

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

  1. In effetti se il comune dice che se non si ritira la raccomandata la stessa è notificata lo stesso, ma allora perchè non mettono già le raccomandate vere e proprie nelle cassette postali?
    Tanto se la paghi ben, se non la paghi ti arriva la cartella….
    Io ad esempio ho una cassetta postale che è presa sempre a pallonate dai ragazzini che ci fanno la porta del goal, a volte trovo la posta per terra, a volte le trovo strappate e a pezzi, illeggibili, anche le bollette, ma allora uno che deve fare?
    Non c’è niente da fare, solo in Italia questo, all’estero non è cosi, vi assicuro.
    Ciao a tutti

  2. salve ho bisogno d aiuto in quanto il 27 aprile di quest anno 2012 ho ricevuto un avviso bonario di una multa del 18 aprile 2010 che non mè mai arrivata a casa ovviamente è arrivata con la mora quindi da 74 euro iniziali x transito su corsia preferenziale (a mia insaputa purtroppo) ad oggi dopo + di 2 anni è arrivata a 163 e 85 sono andata dai vigili e addirittura ho scoperto averne un altra sempre sulla stessa corsia il mese dopo il 4 maggio 2010 che anche quella mai arrivata e che dovrebbe arrivarmi a momenti sempre l avviso bonario ovviamente con la mora ,ora vorrei sapere come posso io difendermi e dimostrare di non aver davvero mai ricevuto nulla in 2 anni di 2 multe addirittura?io non vorrei pagare la mora non lo trovo giusto possibile che i furbi e gli onesti sobno messi sullo stesso piano ?poi ho saputo anche che nel maggio 2010 quella stessa coria l avevn riaperta al traffico come mai mhanno fatto ugualmente la multa?mi aiuti la prego cosa posso fare?grazie,,,,,(ovviamente se fosse arrivata la multa x tempo ovvio che l avrei pagata da persona onesta),,

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome