Home ATTUALITÀ XX Municipio – Via del Podismo: scade oggi il bando di gara...

XX Municipio – Via del Podismo: scade oggi il bando di gara per lo sportello tutela diritti degli animali

tutela.jpgDopo 30 mesi dall’inizio del lavori di ristrutturazione e dopo 5 mesi dal termine degli stessi, il manufatto di via del Podismo  a Vigna Clara avrà una destinazione. Scade infatti oggi il bando di gara emesso dal XX Municipio per affidare il manufatto ad una  associazione che dovrà fornire ai cittadini un servizio di “sportello tutela dei diritti degli animali“. Un servizio del quale, ad onor del vero, non si sentiva nel quartiere tutta questa  forte necessità.

Ben altre sono infatti le necessità dei residenti, ad iniziare, ad esempio, da un servizio di ufficio anagrafico decentrato nel quale fare certificati e carte d’identità senza obbligatoriamente doversi recare fino a Prima Porta. Soprattutto tenendo conto che il locale presso il Mercato di Ponte Milvio che a tal uopo sembrava pm2.JPGessere destinato continua, da maggio 2008, ad essere chiuso ed inutilizzato. Ma soprattutto dopo che la Risoluzione 9/2009  votata dalla maggioranza ben 8 mesi fa chiedeva al Presidente Gianni Giacomini di “verificare presso i competenti Uffici del Comune di Roma la possibilità di un nuovo ufficio anagrafico, da ubicarsi possibilmente in una posizione epicentrica .. per soddisfare tutte le esigenze dei cittadini dei quartieri di Ponte Milvio, Vigna Clara, Fleming ed inizio di via Cassia.” Ma dal 30 Gennaio ad oggi non si ha notizia alcuna dell’esito di questa verifica pur essendo nota a tutti la presenza del manufatto di via del Podismo, di proprietà pubblica, che poteva essere adibito a tale scopo.

Ma tant’è. Pur rispettando, da animalisti quali siamo, la tutela dei diritti degli animali ci pare che quest’ultima abbia avuto il pieno sopravvento su quella dei diritti dei cittadini di Ponte Milvio, Vigna Clara, Fleming che, per fare un certificato, dovranno continuare a recarsi negli uffici municipali di Prima Porta, La Storta o Cesano (visto che neanche nella nuova sede di via Flaminia si è ritenuto utile aprire un servizio anagrafico) tenendo conto che “per recarsi a La Storta devono percorrere mediamente 20 km tra andata e ritorno, per Prima Porta 18 Km e per Cesano 40 km” (a quantificare tali distanze e’ la stessa Risoluzione n.9/2009).

E quindi via al bando per lo sportello tutela diritti degli animali, oggi in scadenza, emesso inopinatamente ai primi di agosto: in quanti lo avranno letto,  quanti saranno i partecipanti? Il bando per il parcheggio di Ponte Milvio, che ha visto solo 2 concorrenti, docet.
E questo di via del Podismo è un bando dalle maglie larghe, perché non impone all’aggiudicatario alcun obbligo di servizio, né orari di apertura. Il gestore dello sportello dovrà, bontà sua, limitarsi ad informare i cittadini sui servizi presenti sul territorio, a fornire informazioni sull’assistenza sanitaria sugli animali abbandonati e sulle terapie scelte da veterinari, ad elaborare programmi e promuovere campagne di sensibilizzazione e di informazione contro l’abbandono degli animali ed a favore della sterilizzazione, a raccogliere istanze, suggerimenti,segnalazioni presentate dai cittadini (come se internet e/o l’Ufficio Diritti degli Animali del Comune di Roma non esistessero). Il tutto gratuitamente, avendo ricevuto in cambio, gratuitamente e per 4 anni, la disponibilità di un manufatto ristrutturato ex novo a spese dei contribuenti (circa 150mila euro).

Maglie larghe dicevamo, perché inoltre il bando non impone all’aggiudicatario  alcun obbligo di manutenzione della piccola area verde sulla quale insiste il manufatto (che continuerà quindi ad essere mantenuta dal Servizio Giardini del Comune di Roma, cioè a spese dei cittadini) e che, rilievo da non poco, non esclude l’effettuazione nel manufatto di attività diverse dallo sportello.

 Dimenticavamo, l’aggiudicatario però dovrà periodicamente redigere report e statistiche inerenti l’attività svolta monitorando l’affluenza di pubblico. Bene, ci auguriamo che questi report vengano resi pubblici così da capire quanto e quanti cittadini avranno gradito ed apprezzato i servizi resi da questo sportello  così tanto atteso dalla comunità locale.

Per prendere visione del bando di gara è sufficiente cliccare qui  mentre per conoscere tutte le vicende inerenti il manufatto di Via del Podismo cliccare qui  (red.)

 Articoli correlati
XX Municipio, nuova sede: non dimentichiamoci dell’anagrafico
XX Municipio – emesso il bando per via del Podismo

Visita la nostra pagina di Facebook

10 COMMENTI

  1. Se capisco bene, sono stati spesi 150.000 euro per la rimessa a nuovo della casina di Via del Podismo e adesso, a seguito di un bando di concorso fantasma, verrà affidato ad un fantomatico operatore animalista per un servizio di cui non si comprendono i contorni.
    Questa storia puzza di clientelismo e di spreco di denari pubblici alla faccia dei contribuenti.
    Magari il presidente Giacomini ci può spiegare meglio la logica e lo svolgimento di questa operazione ?
    Che ne pensa l’opposizione in Municipio?

    Grazie

  2. Il resoconto di VCB è puntuale sobrio, da non aggiungere nulla. Rimane nel lettore la curiosità di sapere cosa passa per la testa di chi amministra il XX° municipio, il dubbio (o la speranza) che un pochino (ma pochino davvero) si vergognino del loro (non) agire.

  3. Sì, in effetti l’articolo dice tutto. Un bando inspiegabile e carente sotto molti aspetti, che meriterebbe l’attenzione della magistratura contabile per lo spreco di risorse e per il cattivo e diseconomico uso del patrimonio pubblico.
    Sembra inverosimile l’inanellamento di questa lunga serie di provvedimenti illogici, decisioni errate, ritardi, inottemperanze e gaffes, prodotto da chi amministra il nostro municipio. Ogni giorno ci viene offerto un buon motivo per indignarci.
    Che abbiamo fatto per meritare tutto ciò?

  4. Il fatto che un partito o una coalizione politica abbia vinto le elezioni municipali non significa che questa possa fare tutto quello che gli passa per la testa, adottando delibere che rasentano l’illegalità per favorire tizio e caio e sperperando i soldi dei cittadini.
    Che fine ha fatto la Commissione Trasparenza ? Al Presidente Antonini sembra normale che Giacomini & Co. procedano in questo modo ?

    Un invito a Giacomini e amici: smettetela di prendere in giro i cittadini con questo modo di fare amministrazione. E’ disgustoso.

  5. @ vignaclarablog
    Un ‘ufficio anagrafico a Via del Podismo? Ma stiamo scherzando?

    I residenti di Via del Podismo si sono battuti per tanto tempo perché in questa area non venga adibito nessun servizio pubblico e/o privato che congestioni il traffico di una delle due strade che servono di uscita verso la città al quartiere Farnesina.

    Venga la redazione a vedere la mattina di un normale giorno di scuola quale è la situazione dei parcheggi di Via del Podismo e si renderà conto che l’ipotesi di inserire un servizio anagrafico aperto al pubblico sia fortemente discutibile.

    Per fortuna che il presidente Giacomini in aula consiliare dichiarò che in qual manufatto non sarebbero mai state effettuate attività commerciali e che l’attività che si sarebbe svolta non sarebbe stata tale da congestionare il il traffico.

    Per chi vive nella zona Corso Francia, Cassia, Farnesina, Fleming, Ponte Milvio, Vigna Clara volevo ed abbia bisogno di servizi anagrafico esiste un ufficio appena al di la del Tevere al Villaggio Olimpico imi sembra in Via Gracia alle spalle del supermercato.

  6. Credo di avere il dovere come socio e cuoco-provetto delle magnifiche cene di beneficenza per i nostri amici a 4 zampe organizzate dall’Associazione Co.d.a. presieduta da Eva Spadaro Bonessi o più semplicemente “EVA l’angelo salvatore di Roma NORD e non solo” di rendere partecipi i lettori di VCB degli strani accadimenti e accanimenti evidenziati di seguito. Prima di tutto Vi presento “EVA” …. “La B.B. italiana”, una signora dai capelli biondi lunghi e solitamente spettinati, ex reginetta di bellezza, ex attrice, ex testimonial di diverse pubblicità sul famoso “CAROSELLO”, sempre in guerra per proteggere i diritti degli animali, dagli asini ai polli, dagli uccelli alle volpi, ovviamente vegetariana e antipellicce, chiusa in una casa dorata nella zona di Via Cortina d’Ampezzo dove ospita ogni sorta di animali abbandonati e lavora ininterrottamente svegliandosi alle 4 del mattino fino a tarda sera. Per LEI non esistono feste comandate. Vent’anni fa non era solo giovane e bella, era anche un’altra persona, che gli anni e la vita hanno cambiato dopo la scomparsa del suo amato compagno “BONESSI”. L’ ipocrisia d’epoca, cambiandole il destino, Le ha affidato un delicato e gravoso compito, quello di risorgere senza sotterfugi, senza furbizie, pronta a dare senza più chiedere e occuparsi esclusivamente a tempo pieno di presiedere un’ associazione animalista denominata CO.D.A. – Comitato di Affidamento Animali con sede a ROMA in Via Moena n. 10. I suoi prestigiosi progetti (Casa Famiglia di Balto) sono stati “rubati” dall’Ufficio Diritti Animali che all’epoca ne cambiarono praticamente solo il nome … l’attuale ” Valle dei cuccioli di Villa Borghese” . Per l ‘ultimo progetto presentato l’anno scorso al Municipio XX° sicuramente gli attuali amministratori (Giacomini & Co.) seguiranno il medesimo vergognoso trattamento. Eva, di fatto, già prima di partecipare al bando aveva sicuramente intuito quanto dichiarato nei VOSTRI commenti … soprattutto il “clientelismo” di cui GIORGIO ne accenna nel suo critico commento e che vige incondizionato nell’ambito del Municipio. La Spadaro, essendo una donna dignitosa (quanta gliene potrebbe vendere !) ha preferito astenersi in attesa di conoscere il vincitore del fantomatico bando. Sinceramente SIAMO mooolto curiosi ! Per ultimo, come dice PAOLO non mancherà sicuramente l’attenzione della magistratura contabile per lo spreco di risorse e per il cattivo e diseconomico uso del patrimonio pubblico. RESET.

    G.M.T.

  7. Che cosa potevamo aspettarci dal presidente On. Gianni Giacomini, ex D.C. passato come tanti altri democristiani al PiDipiùelle. Ho avuto modo di partecipare ad uno dei penosi incontri con i cittadini del XX° Municipio. Il presidente invece di rispondere ai quesiti che venivano posti dalle Associazioni di quartiere si limitava a conversare con i suoi amici che lo chiamavano ripetutamente al suo cellulare NOKIA dall’inconfodibile psicotica suoneria. Bella figura ….

  8. @ Prof. Vigna
    ovviamente non rispondo per conto della Redazione, ma il suo intervento mi dà lo spunto per una riflessione. Non vivo in quella via, ma non mi è per nulla difficile credere che esista un problema di parcheggi, forse anche un po’ selvaggi e che probabilmente creano problemi ulteriori alla circolazione, soprattutto nei pressi dell’entrata di una scuola. Ma non esiste proprio nulla di compatibile (come orari, come vocazione dell’area…) e di più utile di quanto propone il bando in oggetto, che possa render vivo, vissuto e ben tenuto un bell’angolo di verde pubblico del quartiere? Un bell’angolo dove è stato recentemente ristrutturato un edificio pubblico, peraltro.
    Vogliamo che gli unici luoghi di aggregazione sociale rimangano i circoli (privati) sul lungotevere o i centri commerciali sul raccordo? Case e posti auto: questa è la città in cui vogliamo vivere?
    Esiste qualcuno, tra chi amministra il territorio, che è in grado di avere delle idee serie, innovative, coraggiose e che sappia poi renderle praticabili nella scarsità di risorse e nella correttezza giuridica e amministrativa? Idee e progetti che possano rendere migliore, più attraente e sostenibile, l’ambiente in cui viviamo e quindi rendere migliore la nostra esistenza. C’è ancora qualcuno che pensa partendo da questo presupposto? C’è qualcuno che fa ancora Politica?
    Se poi queste idee fossero anche suggerite, ad esempio, da chi si organizza e si spende per il “no all’anagrafe”, la cosa non sarebbe affatto da biasimare.

  9. Non so da chi e’ stata promossa ma trovo sia un’ottima iniziativa…spero non venga ostacolata…in questo caso (possibile) avremo speso soldi per continuare ad avere in futuro un rudere!! Inoltre visto che sono amante degli animali mi offro come volontaria!! (per il traffico continuo a chiedere via nemea a due sensi ma questo non interessa a nessuno)

  10. la mia ferma convinzione dell’inutilità della dispendiosa e brutta ristrutturazione del manufatto di via del podismo trova conferma nella decisione adottata dal municipio di aprirvi lo sportello per i diritti degli animali, del quale non si sentiva alcuna necessità. tuttavia, poichè i soldi sono ormai stati spesi e si rischia di vedere ritornare in stato di abbandono sia la casetta che l’area circostante, malamente recintata ben venga tale servizio.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome