Home ATTUALITÀ Roma – lunghe file per un sogno che vale 102 milioni

Roma – lunghe file per un sogno che vale 102 milioni

super1.JPGCode interminabili nelle tabaccherie e nei botteghini di Roma Nord, così come nel resto della città. Il caldo asfissiante non ferma chi spera di realizzare questa sera un sogno impossibile: vincere ben 102,5 milioni di euro messi in palio dal superenalotto, la posta più alta nella storia dei giochi in Italia. Ma chi dovesse vincere non sa forse che la sua potrebbe essere una vittoria di Pirro.

 Il Codacons infatti, lo scorso 20 luglio, ha depositato al Tribunale di Roma un ricorso con il quale si chiede il blocco del montepremi e la suddivisione dello stesso su più estrazioni. Il tutto con intenti moralizzatori in quanto, come avverte Carlo Rienzi, presidente del Codacons, sul suo blog “É dimostrato come jackpot troppo elevati determinano una vera e propria febbre da gioco nei cittadini, facendo loro perdere il contatto con la realtà e causando forme di dipendenza. Famiglie che si indebitano fino al collo, cittadini che si giocano la casa, suicidi e altre tragedie familiari fanno oramai seguito a montepremi milionari. Questo avviene a causa dell’illusione di facili vincite che possono radicalmente cambiare la vita, in un momento storico caratterizzato da crisi economica, incertezza e progressivo impoverimento delle famiglie”.

Il prossimo 30 Luglio il Tribunale di Roma si esprimerà sui contenuti del ricorso. Cosa potrà accadere in caso di accettazione ? ‘’Qualora la nostra domanda dovesse essere accolta, si aprirebbero diversi scenari, compreso il possibile annullamento delle vincite assegnate nelle ultime estrazioni” afferma Carlo Rienzi.  Intanto la febbre sale quanto il caldo e tutti, schedina alla mano, sono già in attesa delle estrazioni che avverranno fra poche ore.  (red.).

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome