Home AMBIENTE Sanit 2009, ultima giornata di lavori

Sanit 2009, ultima giornata di lavori

Gli interventi di Umberto Sacerdote e Fabio De Lillo nell’ultima giornata di lavori al Sanit 2009, il 6° Forum Internazionale della Salute.

“Saremo presenti in Abruzzo per offrire assistenza e consulenza. Realizzeremo una struttura permanente che da settembre sarà disponibile all’interno delle tendopoli per offrire assistenza a tutti i livelli e agli operatori stranieri i quali, a causa dei problemi di lingua, a volte non possono bene interpretare le eventuali situazioni di pericolo”. Ad annunciarlo è Umberto Sacerdote, direttore generale dell’Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza del Lavoro (Ispesl) nonché Assessore al Bilancio del XX Municipio, a margine del seminario in merito al contributo dell’Ispesl in materia di salute e sicurezza per il ripristino e la ricostruzione dei luoghi colpiti dal sisma in Abruzzo. “Nelle situazioni di emergenza – ha spiegato Umberto Sacerdote – si acuiscono le problematiche ed è quindi indispensabile garantire una corretta sacerdote1.jpgimpostazione per evitare e ridurre al minimo i rischi”. “Questo – conclude Sacerdote – vuole essere un segnale forte della presenza dell’Ispesl a coloro che in questo momento hanno davvero bisogno”. (NdR: ricordiamo che l’ISPESL è un organo tecnico-scientifico del Servizio Sanitario Nazionale per quanto riguarda ricerca, controllo, consulenza, alta formazione in materia di prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali, sicurezza sul lavoro nonché di promozione e tutela della salute negli ambienti di vita e di lavoro).

  L’assessore all’ambiente della Comune di Roma, Fabio De Lillo, moderatore del convegno “Inquinamento e Salute”, ha parlato invece della situazione ambientale nella capitale, sia in termini di sostenibilità che di inquinamento. “Abbiamo trovato una situazione di quasi insostenibilità nell’area romana, – ha affermato l’assessore – devo dire che la fortuna-sfortuna di aver avuto un autunno pregno di avversità meteorologiche ci ha messo a dura prova da un lato, delillo2.jpgmentre dall’altro ha determinato un abbassamento delle polveri sottili, appoggiata poi dalla politica assunta dall’amministrazione Alemanno. Con la collaborazione dell’assessore Marchi e Ghera abbiamo fatto una commissione interdipartimentale, costituita da professori universitari e membri interni, che invertirà la tendenza. Vogliamo uscire dalla situazione d’emergenza in cui ci siamo trovati – dall’Ama alla potatura degli alberi – assumendo una politica d’avanguardia. Abbiamo iniziato un rapporto molto stretto con l’Atac per creare un settore ambientale degli autobus attraverso l’acquisto di mezzi ecologici. Sperimenteremo anche il Bio-diesel. Ritengo che sia importante esibire su questi mezzi il logo dellAssessorato all’Ambiente per l’impegno logistico e amministrativo apportato in questo settore e inoltre voglio aggiungere che l’Ama ha acquistato 750 mezzi a carattere ecologico che saranno disponibili a partire dal prossimo dicembre”. (fonte IrisPress.it)

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome