Home ATTUALITÀ Renzo Arbore rapinato in casa in via Cortina d’Ampezzo

Renzo Arbore rapinato in casa in via Cortina d’Ampezzo

arbore.jpgEnnesimo colpo notturno a Roma Nord e questa volta a farne le spese è stato Renzo Arbore rimasto vittima di una rapina nel suo appartamento di via Cortina D’Ampezzo. Questa notte, tre ladri armati di bastoni, a volto coperto e con accento straniero, secondo il racconto di Renzo Arbore, hanno forzato una finestra, si sono introdotti in casa e, dopo averlo svegliato, gli hanno intimato di consegnare denaro e gioielli. Sono in corso le indagini della Squadra Mobile. Durante la rapina, l’artista non è rimasto ferito. (red.)

Visita la nostra pagina di Facebook

11 COMMENTI

  1. Sarà l’ottava o la nova rapina notturna nei nostri quartieri negli ultimi due mesi, ma Roma non doveva essere una città più sicura ? Mi sembra che sulla maggiore sicurezza si erano impegnati tutti, da Giacomini a Alemanno. E invece ?

  2. … e invece era la solita presa in giro elettorale. Ormai è evidente che molti italiani adorano essere presi in giro… l’importante è rispettare il cliché: prima terrorizzarli e poi rassicurarli. Ed è semplicissimo perché pensano di essere sufficientemente informati guardando il tg1 o il tg5… E che problema c’è… basta controllare i due direttori e il gioco e fatto. Problema: Mentana alza la cresta e pretende di fare un po’ di giornalismo? Protesta se le riunioni di redazione si trasformano in direttivi di forza italia? Semplice, si caccia Mentana. Ma si può fare altro, come nominare un mese prima delle elezioni europee (!!) un servo (tale Augusto Minzolini, cocco di Carlo Rossella, cocco di berlusconi) a guidare il tg1, tanto per essere coperti anche lì e manipolare per bene l’informazione.. Qualcuno ha visto e sentito, oggi, il suo vergognoso intervento al tg1 delle 20, dopo che era stato richiamato persino dai vertici aziendali perché il trucco di coprire le notizie imbarazzanti sul capo l’avevano scoperto ormai tutti? Spero che siate riusciti a risparmiarvelo… in confronto Emilio fede è un giornalista serio ed equilibrato…
    Ma la festa sta per finire… e a Minzolino, come a tanti altri, non verrà concesso di scendere dal carro, per saltare su un altro…

  3. Hai ragione Paolo , la festa sta per finire.
    Gli italiani sono stanchi di essere presi in giro.
    Mentre Repubblica continua a lanciare campagne mediatiche, il popolo ha votato.
    La festa sta per finire , con buona pace di tutti.

  4. Io vorrei sapere una cosa….ma aveva le grate alle finestre? no perchè se sono entrati con tutte le grate non lo so….

  5. ciao, non aveva grate…di certo dobbiamo in qualche modo difenderci perchè se aspettiamo i vari pacchetti sicurezza…

    con l’occasione vi informo che il comune in via cortina sta precipitosamente cambiando il PRG per dare in pasto il poco verde rimasto ai costruttori…

    stiamo raccogliendo firme per la seguente petizione popolare, fatemi sapere se siete interessati. Grazie, Alessandro

    Al Sindaco del Comune di Roma
    On. Gianni Alemanno

    PETIZIONE URGENTE
    Abbattimento palazzine abusive e realizzazione di servizi pubblici di quartiere sui due terreni siti in Roma Via Roccaraso – zona Via Cortina D’Ampezzo

    Considerato che
    in Via Roccaraso, (zona Via Cortina D’Ampezzo- loc.Acqua Traversa), vi è una delle ultime aree verdi con destinazione di PRG adottato nel 2003 “verde pubblico e servizi pubblici di livello locale”, composta da due terreni limitrofi, di cui uno ancora a verde e l’altro illegittimamente edificato con due palazzine non ancora ultimate, sorte a seguito del rilascio di due concess. edilizie, la n.641/c del 1998 e la n.143/c del 2000;

    dopo dieci anni di lunga e costosa battaglia giudiziaria, portata avanti da privati cittadini, da associazioni di quartiere e dal Consorzio Sabina, le concessioni edilizie sono state entrambe annullate, sia dallo stesso Comune di Roma in via di autotutela, con Determinazioni Dirigenziali n. 301/1999, e n.386/2005, sia dal Consiglio di Stato con sentenze definitive n7488/2004 e n. 1244/2008 che le ha dichiarate TOTALMENTE ILLEGITTIME;

    che il Comune di Roma sarebbe in procinto, di rilasciare inopinatamente nuove concessioni sull’area privilegiando gli interessi dei costruttori, anziché quelli dei 18.000 cittadini residenti provvedendo all’abbattimento dei manufatti illegittimamente edificati, e/o all’acquisizione degli stessi al patrimonio dello Stato per realizzare su entrambe le aree i necessari servizi così come sensibilizzato e richiesto anche da precedenti petizioni di quartiere ed anche dai Municipi competenti (XIX e XX), con diverse delibere e risoluzioni.
    Tutto ciò considerato

    GLI ABITANTI DEL COMPRENSORIO ACQUA TRAVERSA E DINTORNI CHIEDONO CHE

    1.vengano demolite le due palazzine illecitamente edificate;
    2.non vengano rilasciate nuove concessioni e vengano revocate e/o annullate le concessioni eventualmente rilasciate di recente;
    3 vengano realizzati i necessari servizi pubblici di quartiere e verde da anni tanto richiesti dalla cittadinanza avviando il procedimento amministrativo per il finanziamento e la realizzazione degli stessi.

  6. Ah ecco non aveva le grate….le grate sono l’unico modo per difenderci sopratutto quando stiamo dentro casa!!! Mi rincuora sapere che non le aveva ma che aspettano a metterle? Mettete tutti le grate!!!

  7. Io sto cercando di reperire più informazioni possibili.
    Loro agiscono per le seguenti ragioni: sono convinti che se tu abiti nella zona interessata, tu hai una cassaforte perché sei uomo ricco.
    E’ una cosa che hanno chiesto praticamente a tutte le vittime, una volta introdotti in casa.
    Agiscono soprattutto se sanno chi sei( libero professionista, avvocato, medico, giudice, attore o giù di lì).
    Le loro azioni avvengono dalle 3 alle 5,30 massimo.
    Sono armati..
    entrano col volto coperto e non lasciano nemmeno una traccia.

    Da quanto sembra, questi sanno da chi stanno andando. Quindi c’è uno studio accurato nei loro colpi.
    State in campana, munitevi di cani o mettete le inferiate e soprattutto abbiate la massima certezza di chi fate entrare nel palazzo.
    L’unica cosa che non so è il loro comportamento davanti a persone che non siano donne o anziani.
    Non vorrei che in casi diversi da questi, possano ricorrere alla violenza gratuita, cosa già accaduta a qualche vittima in passato.

  8. Non è un “do ut des” però se i residenti del consorzio cortina d’ampezzo firmassero a loro volta la petizione per aprire il tratto cassia antica , allora magari forse

  9. forse dal momento che siamo un consorzio,dovremmo pagarci delle guardie per pattugliare le strade che ne fanno parte,perchè a parte le rapine in casa ci sono anche le aggressioni nei garage,l’ultima di ieri ,a via della mendola,un signore è stato aggredito nel garage di casa sua,cosa che è già successa tante volte;che faccio,mi compro una pistola?non esco più di casa?mi sembra evidente che al comune poco importa della sicurezza dei suoi cittadini,forse ci dovrà scappare il morto ,a volte mi sembra di avere meno diritti di chi ci rapina.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome