Home AMBIENTE AMA – al via la rimozione dei manifesti elettorali abusivi

AMA – al via la rimozione dei manifesti elettorali abusivi

ama.jpgL’AMA si spingera’ fino a Ponte Milvio? A partire da oggi 30 Maggio l’Ama sara’ impegnata nel programma di defissione dei manifesti elettorali abusivi. Cinque squadre – comunica l’azienda – supportate da cinque furgoni per la raccolta del materiale defisso interverranno per ripristinare il decoro urbano su input del dipartimento VIII del Comune di Roma (Politiche del commercio e attività produttive – Ufficio gestione affissioni) e in collaborazione con la Polizia Municipale. Le operazioni straordinarie di defissione, che affiancheranno l’attività ordinaria di spazzamento su strada, saranno effettuate in tutti i Municipi della Capitale e riguarderanno in particolare 20 vie della città nelle quali si sono registrate le maggiori criticità. Gli interventi termineranno sabato 6 giugno.

Ci auguriamo che le facciate dell’edificio pubblico di Largo Maresciallo Diaz, imbrattate da oltre un anno dal manifesto 6×2 del Consigliere Comunale (PdL) Samuele Piccolo questa notte coperto da un altrettanto grande manifesto del candidato alle europee Carlino (UDC), nonchè da oltre un mese da diversi candidati sia PdL che PD alle prossime elezioni europee, rientrino nel programma di defissione che, ci dispiace sottolinearlo, poteva essere avviato dall’VIII dipartimento molto prima e non solo ad una settimana dalle elezioni. (Red.)

precedenti articoli correlati
Largo Maresciallo Diaz terra di nessuno
Europee, affiggere o non affliggere, questo è il problema

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. mi congratulo con AMA, anche se forse poteva essere più tempestiva. Ritengo che i manifesti murali, elettorali o non, siano una manifestazione di scarsa civiltà, poco efficaci per il contenuto irrilevante e per il poco tempo a disposizione per leggerli. Ancora più incivile la continua sovrapposizione di strati e lo spreco di carta: cosa aspettano i nostri rappresentanti a legiferare per porre fine a tutto questo?

  2. C’e poco da sperare:non tutti sanno che quando in Parlamento si discusse un DDL sui provvedimeti urgenti per il Giubileo, il provvedimento rimase fermo fino a che non fu eliminata dal testo la norma che applicava sanzioni severe per le affissioni abusive a Roma . I principali oppositori erano i parlamentari di AN!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome