Home ATTUALITÀ Ponte Milvio – è tornato l’antiquariato

Ponte Milvio – è tornato l’antiquariato

Sabato 10 e Domenica 11 Gennaio è tornato a Ponte Milvio il mercato dell’antiquariato, circa un centinaio di banchi allestiti nella piazzetta della Torretta Valadier ed aree limitrofe.

[GALLERY=259]

Anche questo evento è stato curato dalla struttura del sig.G.Brandozzi (http://www.osteriamuseo.it/) con sede ad Ascoli Piceno. Osteria Museo è una struttura molto nota ed attiva nelle Marche che comincia ad affacciarsi sul mercato romano, quantomeno nel XX Municipio:  ricordiamo  infatti l’evento di settembre 2007 a Corso Francia, poi quello di inizio Dicembre 2008 a Ponte Milvio e quello di oggi.

[GALLERY=260]

Ma quello di oggi non sarà l’ultimo appuntamento con la stessa società organizzatrice  Infatti, come si legge sul sito d’arte exibart.com, i prossimi, sempre a Ponte Milvio, sono per il 31 gennaio e 1 febbraio, per il 28 febbraio e 1 marzo, per il 4 e 5 aprile, per il 1, 2 e 3 maggio ed infine per il 6 e 7 giugno.

Senza alcuna polemica, molto pacatamente, continuiamo a chiederci perché da anni su Viale Tor di Quinto siano stati assegnati gratuitamente migliaia di metri quadri di proprietà pubblica ad un’associazione politica, altri migliaia ad una struttura commerciale privata per lo sport e la ricreazione e non si provi invece a trovare una porzione di terreno pubblico per creare un’area espositiva permanente ove svolgere queste ed altre manifestazioni senza incidere sul contesto urbano, storico ed architettonico del ponte più antico di Roma.

nostri precedenti articoli correlati
23.12.08 – Ponte Milvio, un nuovo regolamento per le iniziative commerciali
21.12.08 – Roma, 27 piazze storiche messe sotto tutela ma Ponte Milvio no
09.12.08 – Ponte Milvio, a volte ritornano quando meno te l’aspetti

.

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

  1. io invece devo dire che questo mercatino non era malaccio in termini di qualità degli oggetti esposti. Vorrei però sapere due cose da uno dei consiglieri che hanno firmato il comunicato nel quale si dice che tutte le attività devono essere concordate all’interno delle commissioni. La prima cosa è se questo ultimo mercato è stato vagliato da tutti, la seconda è: perchè di questa area fino a giugno ne deve usufruire solo un’organizzazione specifica, che non è neanche di Roma ? Per dare un servizio migliore ai cittadini e per consentire a più operatori la possibilità di presentare i loro oggetti, non sarebbe stato corretto fare un bando pubblico ? Grazie.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome