Home AMBIENTE Comune di Roma – 27 piazze storiche messe sotto tutela

Comune di Roma – 27 piazze storiche messe sotto tutela

stop.jpgma la proposta riguarda solo il centro storico. Ponte Milvio sarà ancora e solo sinonimo di lucchetti, graffiti, movida e bancarelle ?
Presentato al Campidoglio, dal consigliere delegato per il centro storico Dino Gasperini (PdL), il nuovo “Regolamento d’uso delle piazze del centro storico” che andrà al vaglio delle commissioni consiliari competenti e subito dopo all’approvazione del Consiglio Comunale. La proposta di delibera contiene regole precise per l’utilizzo di 27 storiche piazze del centro città tra cui piazza Santa Maria in Trastevere, largo Argentina, piazza della Repubblica, piazza del Popolo, piazza di Spagna, piazza Navona e piazza San Giovanni.

Saranno vietati in ogni periodo dell’anno i mercatini a cielo aperto mentre sarà dato ampio spazio alle manifestazioni culturali. Vi si potranno tenere anche manifestazioni sindacali, politiche e istituzionali purchè non contenenti attività commerciali. Inoltre, a prescindere dal tipo di iniziativa, ogni piazza potrà essere usata al massimo due volte nell’arco dello stesso mese.

Il provvedimento è frutto di un confronto con le associazioni dei residenti e dei commercianti e soprattutto con la Soprintendenza ai Beni culturali del Comune di Roma che si è dichiarata soddisfatta dell’iniziativa. Infatti a questo Ufficio viene restituita la dignità che gli spetta: sarà la Soprintendenza a dare il suo nulla osta sul progetto e sul tipo di allestimento delle strutture che ogni richiedente dovrà presentare almeno 30 giorni prima dell´evento.

Plaudiamo all’iniziativa del consigliere Gasperini pur con il rammarico che essendo la sua delega circoscritta al centro storico essa non potrà trovare applicazione a Ponte Milvio, piazza altrettanto storica ed importante, a meno di una nuova proposta di delibera comunale od a meno di un’autonoma ed analoga iniziativa da parte del governo del XX Municipio.    

All’atto della sua nomina a Consigliere Delegato per il Centro Storico, Dini Gasperini  rese una dichiarazione nella quale si legge che i suoi obiettivi sarebbero stati  “….liberare alcune delle più belle piazze della nostra città riconsegnandole ad una funzione propria….un nuovo regolamento per l’occupazione di suolo pubblico….aumento della florarizzazione nelle parti più belle della nostra città…..trasformazione delle piazze che oggi sono dei contenitori vuoti, in nuovi percorsi culturali, che facciano sentire ospite indesiderato chi vuole venire lì solo per fare caos……utilizzo dei giovani del servizio civile per vigilanza dei monumenti…”

bancarelle-a-pm.jpgCoraggiose ed apprezzabili parole. Troveranno mai uno sponsor che abbia l’orgoglio di sottoscriverle, farle proprie e tramutarle in fatti concreti per quanto attiene alla Piazza di Ponte Milvio, al plateatico della Torretta Valadier ed al nostro bistrattato Ponte che – con i suoi oltre 2.200 anni storia alle spalle – meriterebbe molta più attenzione dalle istituzioni di quanta gliene viene riservata oggi ?  

.

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome