Home ARTE E CULTURA XX Municipio – alla Torretta Valadier di Ponte Milvio l’assegnazione del Premio...

XX Municipio – alla Torretta Valadier di Ponte Milvio l’assegnazione del Premio Baiocco

torretta-valadier.jpg

Aggiornamento. A causa della piena del Tevere, la premiazione per il premio Baiocco è stata spostata a data da destinarsi. Sabato 13 Dicembre alle ore 17.00 presso la Torretta Valadier di Ponte Milvio si svolgerà la consegna del Premio Baiocco indetto dal XX Municipio. Seguendo la tradizione ottocentesca di un antico rito goliardico, saranno premiati alcuni personaggi residenti nel territorio del Municipio che si sono distinti per impegno e passione. Riceveranno dunque il premio..

Federico Moccia (scrittore e regista) Baiocco per le discipline letterarie
Ramona Badescu (attrice, show-girl) Baiocco speciale ad un artista straniero
Tony Santagata (cantante) Baiocco per le arti recitative e musicali
Massimo Piscedda (tecnico nazionale Under 20) Baiocco per le discipline sportive
Gianni Isidori (disegnatore, umorista) Baiocco per le arti figurative
Pasquale Giampietro (direttore Enea Casaccia) Baiocco per le discipline tecniche e scientifiche
Francesca Di Castro (storica) Baiocco per l’impegno sociale ed ambientale
Emma Pallotta (ristoratrice) Baiocco per le attività commerciali, artigianali e professionali
Patrizia De Blanck (opinionista Tv) Baiocco speciale per la simpatia
Vincenzo Di Michele (scrittore) Baiocco speciale per la memoria storica

Il Premio Baiocco di Ponte Mollo è la rievocazione storica di un antico rituale goliardico che vedeva protagonisti i componenti della Società di Ponte Mollo. Tutto ebbe inizio nel 1841, anno in cui una congrega di bontemponi composta quasi esclusivamente da artisti stranieri, festeggiò nell’antica osteria del Grappolo d’Oro l’addio a Roma del celebre scultore Bertel Thorwaldsen, che per l’occasione fu appunto insignito della simbolica onorificenza del Baiocco, per il valore delle sue opere ed i meriti artistici conseguiti. Da allora l’allegra compagnia di artisti, tutti assidui frequentatori di taverne, prese a festeggiare con brindisi e sfilate carnevalesche le partenze egli arrivi dei colleghi che, ricevendo la decorazione del Baiocco entravano così a far parte della Società di Ponte Mollo.

Articoli correlati
XX Municipio – un premio ai cittadini meritevoli

Question time del .12 gennaio 2009 sui criteri di assegnazione del Premio Baiocco

Visita la nostra pagina di Facebook

34 COMMENTI

  1. Davvero un segno dei tempi il passaggio da Thorwaldsen agli insigniti del Premio Baiocco di oggi.

    I premi a Federico Moccia per le “discipline letterarie”, a Ramona Badescu (speciale, addirittura) quale artista (?) straniero ed a Patrizia De Blank (anche lei “speciale”) illustrano lo spessore culturale e storico di questa iniziativa meglio di mille parole .

    D’altronde ispirandosi a (cito) “…allegra compagnia di artisti, tutti assidui frequentatori di taverne” non si può che finire così!

  2. Badescu straniera ? Tanto per cominciare è cittadina italiana dal 1996 !
    Badescu artista ? ad oggi ha fatto meno di 10 film !
    Forse questo è un baiocco più alla politica Badescu che all’artista Badescu, visto che alle elezioni si era candidata nelle liste di Alemanno (e questo conferma la cittadinanza italiana) e visto che due o tre mesi fa il sindaco l’ha nominata sua consigliera speciale per i problemi degli immigrati romeni.
    Ahi ahi su che buccia di banana sono scivolati al municipio…….

  3. …aspettiamo fiduciosi il Premio Baiocco per il Presidente Giacomini nel 2009. Tutto sta a vedere se sarà per le doti artisitiche e musicali ovvero per le arti figurative.

    Nulla toglie che, se Giaocomini risolverà il problema di Via Mastrigli non gli si possa dare anche quello per l’ambiente. Quest’anno ha perso il premio per il sociale per colpa del Piano regolatore sociale…

    Saluti a tutti, amici di Vigna Clara Blog. Come faremmo senza di voi?

    Anzi….speriamo che un baiocco 2009 sia dato anche a Voi, che dimostrate ogni giorno di essere liberi e forti.

  4. Bella la professione (!!) di “opinionista TV” che ti fa vincere anche il premio simpatia. Ma simpatica a chi ?? La De Blanck simpatica ?!?!
    Ci dica per favore il presidente della commissione aggiudicatrice a chi è che sta simpatica oppure ci dica quanti voti ha avuto la contessa dai cittadini… se ne ha avuti.
    In attesa di una gentile risposta che tanto lo so che nessuno mi darà saluto tutti voi.
    Chiara

  5. Ma che squallore. Sembra la sagra della porchetta di qualche sperduto paesino. Ci manca anche l’estrazione della ricca lotteria: primo premio una pecora, secondo un prosciutto, terzo ‘na salciccia ecc. E poi premiare Federico Moccia che è il principale artefice, sia pure involontario, del degrado della nostra Piazza, è veramente il colmo! Ma chi ha deciso i vincitori? E perché, con tutto il rispetto, Little Tony e Mario Tessuto non sono stati invitati?

  6. Qualche considerazione personale sui premiati:

    CONDIVIDO PIENAMENTE
    Francesca Di Castro per l’impegno sociale ed ambientale.
    E’ vero. Cercate il suo nome su questo sito.

    Emma Pallotta per le attività commerciali, artigianali e professionali.
    Perché è una istituzione.

    SONO AGNOSTICO
    Massimo Piscedda: per le discipline sportive.
    Condivido parzialmente solamente perché è della Lazio. Ma non si può essere perfetti.

    Federico Moccia per le discipline letterarie.
    Perché, anche se non per colpa sua, Ponte Milvio è diventato un ricettacolo di Lucchetti e di scritte.

    Tony Santagata per le arti recitative e musicali.
    Ci sono fior fior di attori nella nostra zona. Tra i tanti Flavio Bucci.

    NON CONDIVIDO ASSOLUTAMENTE
    Patrizia De Blanck. Per la simpatia.
    Ma quale simpatia. Non penso di essere l’unico a ritenerla “non simpatica”

    Ramona Badescu. Baiocco speciale ad un artista straniero.
    Ma quale straniera… italianissima è. Rimane comunque una bella donna.

    Ma non si poteva guardare un poco di più ai giovani. A parte la Badescu l’età media è ben al di sopra della media. Scorrendo poi premiati e senza togliere niente a nessuno sembra più un premio di appartenenza ad uno schieramento politico.

  7. Gemt.ssi Consigliere Sterpa e lettori di VignaClaraBlog,
    sinceramente non vi capisco. Soprattutto lei, caro Sterpa.
    Mi sembra di ricordare di aver letto proprio su questo blog che il Premio Baiocco viene assegnato sì dal XX Municipio, ma in base alle segnalzioni dei cittadini. Sono dunque loro, cioè noi cittadini, che eleggiamo i vincitori del riconoscimento. Cosa c’entrano allora le critiche al Muncipio? E ai cittadini che hanno espresso la propia opinione condivisibile o meno ma sempre di loro opinione si tratta e come tale andrebbe rispettata da tutti.

    Allora, mi viene un dubbio: che si vogliano insinuare irregolarità sull’assegnazione del Premio, sospettando che in realtà a scegliere i vincitori sia in autonomia il Municipio e non i cittadini con il loro voto.
    Se questo è il sospetto, perchè non chiedere chiaramente al XX Municpio di pubblicare tutto l’elenco dei nomi dei candidati al Premio con i rispettivi voti raccolti?

    Lo faccio io per voi.

    “Caro Presidente Giacomini è possibile conoscere l’elenco completo dei candidati al Baiocco e le rispettive preferenze ottenute?Oppure il regolamento del Premio non lo prevede? Se così fosse, ascolti il consiglio di un semplice cittadino: riveda per il prossimo anno questa regola del bando di concorso per evitare che Il XX Municipio sia più o meno esplicitamente accusato di poco trasparenza nell’assegnazione del Baiocco”

    Ringraziandola la saluto cordialmente.
    VIncenzo

    PS:Ovviamente, l’invito è rivolto nonsolo al Presidiente ma anche a chiunque in XX Municipio possa rispondere a queste semplici “richieste”.

    Caro Sterpa, in effetti anche lei potrebbe sciogliere questi dubbi. Che dice, ci dà una mano?

    Vincenzo

  8. La proposta del Sig. Vincenzo mi pare di ottimo buon senso.
    Anche se nell’elenco dei premiandi mi pare di ricordare più di un “Baiocco Speciale”… sarà dato “Motu Proprio”? (alla simpatia? Ed alla cravatta intonata alla giacca, no?)

  9. Vincenzo rilassati !! Non si può scherzare su questo blog ? Dai togliti la toga e sorridi con noi, perchè te la prendi tanto ! Forse sei stato tu (l’unico) ad inviare la scheda per il premio simpatia alla nobildonna ? De gustibus….
    ciao, Chiara.

  10. Scherziamo un pò ragazzi!

    Comunque Emma è un mito da quando ero piccolo e di premi Baiocco ne meriterebbe 30… GRANDE EMMA!

    Ciao a tutti.

  11. a parte tutto, consentitemi di dire che sono delusa sapere che l’ing. Callarà non ha ricevuto alcun riconoscimento per il suo impegno ambientale e sociale, che veramente se lo meritava con tutto quello che ha fatto per gli extra e gli intra-comunitari 😉
    ciao,

  12. Non è possibile che si debba arrivare a denigrare seri e affermati professionisti,i quali,interpellati,hanno l’unico torto di aver accettato il premio.Un astio e una cattiveria
    così espressa non è giustificata.Conosco personalmente l’artista Toni Santagata,conosco la sua carriera prestigiosa attraverso anni di durissimo impegno artistico ,ma anche sociale,per cui,prima di sparare giudizi incontrollati ed offensivi,cosiglierei di documentarsi.Toni Santagata ha ricevuto tanti riconoscimenti e premi ( centinaia) ,alcuni di valore elevatissimo, che gli hanno dato l’orgoglio di una carriera ricca di grandissime soddisfazioni,frutto della sua autentica arte.Il pubblico,e solo il pubblico,attraverso gli oltre 6.500 spettacoli nel mondo,sempre da protagonista nei più “celebri” teatri del mondo,gli ha decretato un successo,che nessuno si può permettere di mettere in discussione. Un successo,dicevo,non frutto di alcuna “sponsorizzazione”!! A Rupe ( tarpea ?),prima di buttare giù,consigliamo di
    informarsi bene ,anche visitando il sito di Santagata. Per quanto riguarda gli altri insigni artisti che vivono in zona,mi auguro che nei prossimi anni possa toccare anche a loro.
    “est modus in rebus”
    Gerardo.

  13. Interpellati ?? Ma non dovevano essere premiati sulla base dei voti dati dai cittadini ?
    Io ed alcune amiche abbiamo votato, vorrei quindi sapere a questo punto che fine hanno fatto i nostri voti.
    Mi associo alla richiesta fatta da Vincenzo: perchè il municipio non pubblica la graduatoria per tutte le sezioni per le quali si poteva dare una preferenza ?
    Non sarà mica una cosa così segreta ! I voti li abbiamo dati noi e quindi è un nostro diritto conoscerla. A chi dobbiamo rivolgerci ? Non ditemi che anche per questa sciocchezza bisogna chiamare in causa la commissione trasparenza !
    buona befana. Caterina

  14. Me lo chiedo anch’io, perchè non rendere pubbliche le graduatorie ? Poichè il municipio ha sollecitato i cittadini a votare ora è un suo dovere fare conoscere il risultato, non dovrebbe esserci nulla di segreto, o no ?
    Martina

  15. Credo che tutte le graduatorie siano troppe: si poteva votare chiunque e quindi potrebbero risultare decine o centinaia di persone con anche solo 1 voto ricevuto.
    Potrei capire magari la pubblicazione di una specie di Top Ten, ma a quel punto a che pro?

  16. A che pro ? Per trasparenza caro Pierluigi, se si invita i cittadini a votare è corretto rendere conto del voto. Non esageriamo con le difficoltà, se (e non ho motivo di dubitarne) è stata fatta una graduatoria, a metterla on-line come un documento scaricabile ci vogliono due minuti. Poi chi è interessato se lo scarica, chi non è interessato lo ignora. Altrimenti a che è servito chiedere il contributo dei cittadini per designare i vincitori ? Se li decidevano loro all’interno del municipio e festa finita. O no ?

  17. IL BANDO MUNICIPALE DEL PREMIO BAIOCCO CITA:

    …..” segnalazioni dei cittadini;
    • Raccolta metodologica delle segnalazioni;
    • Ufficio stampa per l’evento e relativa promozione sul territorio municipale;
    • Messa a disposizione di un membro di giuria, di comprovata e documentata esperienza, da affiancare alla “commissione tecnica per le attività culturali del Municipio” allo scopo di valutare le candidature e le assegnazioni dei premi….”

    Io ritengo si debba interpretare che le i cittadini avrebbero potuto SEGNALARE i nominativi e che una commissione li avrebbe valutati, non in base alla quantità ma alla loro qualità o esperienza maturata nel settore.
    Faccio un’esempio per spiegarmi meglio:
    vicino casa mia (XX Municipio-Piazza Jacini) abita Alberto Bevilacqua.
    Se avesse avuto anche 1 sola segnalazione, ritengo che il premio sarebbe stato assegnato a lui e non a Federico Moccia che magari ha avuto 10 segnalazioni.
    La valutazione NON ERA un referendum ma solo una “raccolta di segnalazioni” dalle quali la commissione a suo giudizio (come tutte le commissioni) ha composto una graduatoria di MERITO.
    Grazie a tutti, Marcello S.

  18. caro mio omonimo, partecipare ad un dibattito è stimolante quando a domanda segue risposta, se no a ch serve partecipare a un blog ? quindi facciamo un patto: io ora ti farò delle domande ma tu ti impegni a darmi delle risposte, non come hai fatto sul dibattito sull’assessore Perina ch dopo essere intervenuto sei sparito senza rispondere alle domande che il tuo commento aveva suscitato. Sei d’accordo ?
    allora vado:
    1) mi incuriosisce il fatto che tu sei sempre così ben informato, lo eri sul dibattito sull’assesore e lo sei sul premio baiocco. Come fai ? Perchè se anche agli altri cittadini venisse data la possibilità di avere tutte le informazioni che hai tu, tanti dubbi non verrebbero
    2) il modulo che io ho compilato scaricandolo dal sito del municipio si intitola “proposta per il premio baiocco” non “segnalazione”, dunque la parola “proposta” è chiara ,è una vera e propria nomination, come alla “notte degli oscar”, non una semplice segnalazione, sei d’accordo ? Cosa o chi ti porta a vederla in un modo diverso ?
    3) poniamo che tu hai ragione. Mi spieghi a cosa serve chiedere ai cittadini di mandare delle proposte se poi una commissione di valutazione ha la possibilità di decidere per conto suo ?
    4) un uccellino (il peccato si ma il peccaotre no) mi ha detto che la commissione era composta da 3 impiegati comunali, con tutto il rispetto per loro non ti sembra pochino per fare delle scelte “di merito” ?
    5) cito dal sito del municipio: “con il premio baiocco si vuole premiare l’opera svolta da persone che vivono od operano nel Municipio e che si sono distinte con il loro impegno nell’ambito della realta’ territoriale”. Sai dirmi per favore in quale impegno nell’ambito della “realta territoriale” si sono distinte le signore Badescu e De Blank e il signor Moccia che ha solo il merito di aver diffuso la moda dei lucchetti a ponte milvio, mannaggia a quando ha scritto quel libro ? Se le segnalazioni erano solo segnalazioni semza importanza perchè veramente non e’ stato premiato Bevilacqua ?
    Insomma caro Marcello io dico che se i nostri baldi amministratori facessero il gesto di pubblicare sul sito la graduatoria dei voti e le decisioni della commissione non farebbero un soldo di danno a nessuno, anzi dimostrerebbero di saper lavorare alla luce del sole senza timore del giudizio dei cittadini. Sbaglio ?
    Grazie a te e grazie a tutti, questo è il bello dei blog. Marcello P.

  19. caro omonimo Marcello, provo a risponderti velocemente in un ritaglio di tempo della mia attività professionale, ma prima consentimi di dirti che non sono “sparito” ho semplicemente cercato di dare un piccolo “contributo” ad una discussione che mi aveva incuriosito, e che ho ritenuto (e ritengo) esaurita di interesse.

    1) ti potrà pure incuriosire che io sia così “bene informato” (e non lo sono a differenza di te….), ma ti posso assicurare che le mie informazioni derivano SOLO da una ricerca che ho fatto sul sito del Municipio e che CHIUNQUE può fare.
    NON ho, come te, “uccellini” che mi danno informazioni, quindi ti prego di non argomentare in modo pretestuoso una discussione che vorrei assolutamente intelletualmente onesta.

    2) NON ho partecipato (come te) a nessuna “segnalazione” e pertanto NON ho visto nessun modulo, mi sono solo limitato a leggere il bando e NON posso, pertanto, dare notizia certa sulla modalità di premiazione, se non una mia PERSONALE considerazione.

    3) Non voglio fare l’avvocato difensore degli impiegati del Municipio che hanno valutato le segnalazioni (o proposte, come preferisci) ma non mi permetto assolutamente di esprimere pareri, come fai tu, (“…un po pochino…”) sulle loro capacità di giudizio.
    O forse sai chi sono e non li consideri “all’altezza….”???

    4) Non sapevo, come te, che la De Blank avesse avuto un premio, (per quale categoria???…)

    5) fatti dire dal tuo “uccellino” se Bevilacqua ha avuto segnalazioni (o proposte, come preferisci) e allora potrei assolutamente condividere con te che la scelta sarebbe dovuta ricadere su di lui e non su Moccia.

    5) Rimango dell’ idea che mi sono fatto, leggendo il bando, sulle modalità di assegnazione dei premi e cioè:
    1) I cittadini segnalano
    2) Una commissione valuta le segnalazioni (sulla qualità delle proposte, NON sulla quantità)
    3) La commissione assegna i premi

    Può darsi che non sia così, non lo so, ma adesso devo andare a lavorare.
    Un saluto.

    Marcello S.

  20. la De Blanck è stata premiata “per la simpatia”, basta leggere l’articolo sul quale stiamo discutendo.
    Se questo è stato l’impegno della signora per il quale si è tanto distinta sul territorio di roma 20 da meritare il riconoscimento dubito anch’io delle capacità della commissione selezionatrice.
    La Badescu invece è chiaro, medaglia al merito politico, altro che artistico!.
    Ma a me delle due signore importa un fico secco.
    M’importa ciò che trova conferma in questa storia.
    Che da anni in questo municipio il parere, il voto, il desiderio, la volontà dei cittadini contano solo il giorno delle elezioni.
    Poi durante il quinquennio sono 3 impiegati a sostituirsi a loro ed a decidere per loro conto.
    Grazie Marcello S. per averci così bene illuminato.

  21. Forse non era questo lo scopo di Marcello, però ora gli occhi ce li ha aperti per bene: il bando è stato scritto apposta così, in modo che i voti dei cittadini contassero poco o niente in termini di quantità in quanto poi la discrezionalità di decidere in termini di qualità era solo della commissione. Che furbata ! E noi che ne stiamo pure a discutere !

  22. Esimi forumisti,
    come ri-scopritore del Baiocco di Ponte Mollo nel 1997, quando all’epoca ero consigiere in xx e delegato alla cultura (la cerimonia nacque nel ‘800) con piacere constato che il Baiocco suscita un così vivo dibattito.

    Ricordo che la cerimonia di premiazione e di nomina a Cavaliere di Ponte Mollo è ripresa pari pari dal rito ottocentesco riportato alla lettera su La strenna dei romanisti, rivista storica dedicata a Roma.

    All’epoca nasce come vera e propria ‘indianata’ di artisti, per lo piu stranieri (thorwaldsen, pinelli l’incisore, ma anche il principe ludwig di baviera seppure non quello famossissimo, ecc.), in occasione di arrivi o partenze di uno di loro nelle osterie presso Pont Milvio.

    Poi prosegue nell’800 in forma di gita fuori porta col nome di Cervara o Cervaretta.

    Dunque nasce come premio GOLIARDICO e ARTISTICO.

    Il tentativo fatto nel 1997 è stato quello di far rinascere quesa tradizione rivissuta in chiave moderna (e municipale/pontemollese) allargando in tutto a 8 premi dedicati ai vari tipi di arte (figurativa, musicale, leteraria, ecc.) compresi settori ‘nuovi’ quali ambiente e impegno sociale.

    Scopo dichiarato: rinnovare una tradizione goliardica di persone che hanno dimostrato un legame col territorio e con Roma e che per sempre (si spera) resteranno legati a Ponte Milvio e Roma Cassia-Flaminia e Romain genere.

    Spirito del premio: tramite segnalazioni dei cittadini e una giuria (all’epoca con nomi di prestigio) premiare non necessariamente VIP, ma anche persone comuni, con un mix simpatico che consentisse al premio di avere notorietà ed un sapore ‘popolare o rionale’.

    Non a caso di solito il premio finisce con la distribuzione al pubblico di tarallucci e vino. (il baiocco dell’ottocento era la moneta papalina con dietro ‘la fojetta’, cioé il quartino di vino). Inoltre ho aggiunto l’usanza di dedicare a ciascun premiato alcune strofe in romanesco.

    CIRCA IL BAIOCCO 2008 (credo spostato per l’alluvione):
    premesso che apprezzo che il premio sia stato riproposto, noto forse che i premiati sono quasi tutti VIP.
    Tranne Emma Pallotta che anche per me è una istituzione e con la sua famiglia rappresenta Roma e Ponte Milvio da duecento anni noto che l’anima del popolo che vive in tanti abitanti meritevoli di Ponte Milvo o della Cassia o di La Storta o di Cesano quest’anno non è ben rappresentata. Per dare un’idea, io stesso quest’anno con un fax avevo proposto di premiare per l’ambiente il Sig. Angelo Mostarda, allevatore di ovini di Viale Cortina d’Ampezzo, Acqua Traversa e Insugherata da 50 anni e una vera e propria istituzione per chi frequenta il parco, dove assicura di fatto la sorveglianza, ha allevato e introdotto il falco e per chi lo conosce è persona di grandissimo stile ed umiltà al contempo (fa pure delle caciotte buonissime!).
    Ciò detto in molti casi bisogna essere grati a quelle persone meritevoli e famose che negli anni hanno accettato il premio e sono intervenute alla cerimonia, perché in tal modo hanno contribuito a dare notorietà al premio.

    Se poi qualcuno propone le PRIMARIE per i vari Baiocchi di Ponte Mollo potrebbe essere un’idea valida!

  23. Bravo Cristiano Kustermann, con il tuo intervento hai fatto chiarezza sullo “spirito” del premio che non conoscevo nei dettagli.
    Permettetemi un piccola provocazione GOLIARDICA.
    L’attore ALVARO VITALI (che abita in XX Circoscrizione) organizza una “cordata” di 50 amici e supporter che lo segnalano, (non penso che NESSUNO e per NESSUNA categoria abbia avuto più di tante segnalazioni) mentre MONICA GUERRITORE (anche lei abita in XX Circoscrizione) ne riceve SOLO una.
    La (tanto vituperata) Commissione a chi dovrebbe assegnare il Baiocco?????
    Se la Commissione di fosse dovuta limitare SOLO a contare le segnalazioni che senso avrebbe avuto costituirla????
    Sarebbe bastato SOLO mio figlio (IV elementare) per limitarsi contare le segnalazioni e assegnare il premio!!!!

    Io continuo ad essere convinto che la VALUTAZIONE delle proposte sia fondamentale per garantire la QUALITA’ delle assegnazioni e non la QUANTITA’ (anche se, personalmente e sinceramente la De Blank non mi è particolamente simpatica)

    Maurilia ed Eretico che ne pensate??? Sennò per l’anno prossimo chiedete di istituire il “REFERENDUM” BAIOCCO….
    Saluti, Marcello.

  24. veda Kustermann, io ho votato per il mio portiere che fa degli ottimi salami e quindi vorrei sapere che fine ha fatto il mio voto.
    Scherzo.
    Sono serio invece quando dico: che pubblichino gli atti e facciano felici tutti quelli che sono curiosi di leggerli.
    A lei che ricordo essere stato un serio amministratore chiedo: che male ci sarebbe ? Quale migliore prova di democratica trasparenza ?
    Perchè nascondersi dietro il dito di una commissione tecnica ?
    Siamo uomini di mondo, sappiamo tutti a cosa servono le commissioni tecniche: a recepire gli indirizzi dei politici senza che questi compaiano.
    Allora se Marcello, e coloro dei quali interpreta il pensiero, si sentono nel giusto, che facciano questo atto di viril coraggio: rendano pubblici elenchi dei voti e decisioni della commissione e facciamola finita con questa banalità.
    Ma il coraggio per dimostrarlo bisogna averlo.
    Vuole scommettere che non pubblicheranno un bel niente ?
    Glielo do 10 a 1.
    Che poi, a me personalmente, del baiocco e di ogni altro premio del genere importa poco, niente.
    Ma m’importa come cittadino di non essere preso in giro.
    M’importa non sentire tradita la mia fiducia.
    M’importa non sentirmi burattino nelle mani di burattinai
    M’importa non scoprire per caso che un bando è stato scritto artatamente per non far valere una mia proposta
    M’importa non vedere sprecati i miei soldi di contribuente per premiare falsi VIP di falsi mondi
    M’ìimporta che non si dica che la signora Badescu e peggio ancora la signora De Blank o meglio ancora il signor Moccia rappresentano il meglio della comunità del territorio in cui vivo
    M’importerebbe poter guardare alla politica locale con sereno spirito di attesa e di fiducia anzichè di dubbio e di sospetto.
    Glielo richiedo: vuol scommettere che non pubblicheranno proprio nulla ?
    Stia bene.

  25. Caro Eretico solo per sapere se alludi a Marcello P. o a Marcello S., (che sono io), nel qual caso volevo solo dirti che non interpreto il pensiero di NESSUNO.
    Sono uomo LIBERO da condizionamenti politici ed ideologici, cosa che NON mi sembra, invece, riscontrare in TE solo per il fatto che chiedi a ME di pubblicare qualcosa di cui non me ne frega nulla e, sopratutto, che non saprei nemmeno come reperire.

    Se tanto ti appassiona il dibattito, nel quale sono entrato (e me ne pento!!) solo per puro spirito di partecipazione non chiedere ad ALTRI, vai ed informati.
    ABBI TU, se tanto ti interessa, il coraggio di:

    “….M’importa non sentire tradita la mia fiducia.
    M’importa non sentirmi burattino nelle mani di burattinai
    M’importa non scoprire per caso che un bando è stato scritto artatamente per non far valere una mia proposta
    M’importa non vedere sprecati i miei soldi di contribuente per premiare falsi VIP di falsi mondi…..”

    MI IMPORTA….MI IMPORTA…MI IMPORTA…BLA BLA BLA…. SE VERAMENTE TANTO TI IMPORTA, SMETTILA con tutta questa facile DEMAGOGIA e di accusare altri (me nella fattispecie) E DI CHIEDERE VAGAMENTE AD ALTRI qualcosa che TU non sei capace di fare, limitandoti a “nasconderti” nelle pagine di un BLOG.

    …..excusatio non petita accusatio manifestat……

    Marcello S.

  26. Signori, il dibattito sta prendendo una piega non gradita, è scivolato eccessivamente sul personale. O viene velocemente ricondotto sui giusti binari o ci vedremo costretti a bloccare i commenti sotto questo articolo. Grazie

    Il team di VignaClaraBlog

  27. Grazie a VignaClaraBlog per consentire questo spazio di libero dibattito.

    Mi pare che il premio sia rimasto giustamente qualcosa di assolutamente simbolico (una medaglietta e talvolta una pergamena). Quindi non ci sono soldi in ballo, se non quella piccola spesa (credo sia stata portata a 2-3 mila euro) stanziati per i presentatori/allestitori.
    Però è giusto che anche su premi simbolici ci sia chiarezza. E’ possibile che la giuria sia stata tutta interna o quasi per non rischiare di dover pagare dei gettoni ai giurati (non lo so).
    In ogni caso se anche in futuro come io spero sarà riproposta dal Municipio la manifestazione (che per il 2008 credo ancora debba svolgersi), magari da potenziare con momenti musicali o perché no anche comici romani, è bene dare adeguata notizia delle candidature proposte …

    Pensiamo alle tante persone azzeccate per un premio del genere: sono d’accordo su attori (tra loro assai diversi) come alvaro vitali, flavio bucci, la pitagora (paola quattrini fu premiata qualche anno fa per la scuola di teatro alla farnesina), ecc.
    Che so per l’ambiente abbiamo gente tipo piero (che io farei snatore a vita finché ci saranno i senatori a vita) e alberto angela…
    Insomma c’è tanto spazio per tante candidature da proporre e premiare.

    L’importante è creare insieme e rinnovare una sim-patia, un > l’attaccamento per ponte milvio, la sua storia, le sue tradizioni, e così per quella parte di Roma e per quei quartieri che sentono Ponte Milvio come il monumento e il simbolo che meglio ne rappresenta la sintesi …

  28. Sono delle sagge parole queste, io sono d’accordo con lei, ci vuole chiarezza e trasparenza e ritengo che sia molto più simpatico individuare a priori una rosa di candidati da far votare ai cittadini, ma poi deve essere il numero dei voti ottenuti a contare e non le commissioni prchè la scelta di qualità è avvenuta prima, quando viene formata la rosa dei candidati. Forse è sciocco stare a discutere tanto di un premio simbolico ma me piace questa iniziativa e non sapevo che fosse stato lei ad introdurla, complimenti. Mi piace perchè da residente da sempre di Ponte Milvio io voglio bene a questa piazza e a questo monumento e come me siamo in tanti a sentirlo come il simbolo di questa bella parte di Roma.
    Con l’occasione voglio segnalare che nell’intervista pubblicata al regista Pino Quartullo si dichiara disponibile a fare a Ponte Milvio un festival degli artisti di strada che io ho visto in altre città, ho visto anche quello fatto da Quartullo a Civitavecchia e devo dire che è veramente bello e interessante. Non sarebbe una bella novità per la nostra piazza ? Tanti saluti. Martina
    .

  29. Mi dispiace contraddirla Roberto ma forse lei non conosce bene questo tipo festival. Io ne ho visti diversi, compresi quelli fatti da Quartullo a Civitavecchia e le posso dire che non serve una piazza intera, ma tanti angoli diversi in ognuno dei quali un artista o un gruppetto di artisti effettua la sua performance e gli spettatori seguendo un calendario si spostano da un angolo all’altro. A Ponte Milvio ci starebbe benissimo, ci sono decine di posti a disposizione, non pensi solo al Ponte, pensi alla Piazza, alle strade tutto intorno, alle aree di parcheggio della Farnesina, alla ciclabile sulla sponda del tevere. Mi creda sono veramente interessanti e nel nostro quartiere sarebbe una grande novità, sempre che al nostro Municipio interessi, basterebbe chiamare Quartullo per farselo spiegare. Buona notte. Martina

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome