Home ATTUALITÀ XX Municipio – Sterpa (PD): Senza Massimo Miglio gli abitanti di Via...

XX Municipio – Sterpa (PD): Senza Massimo Miglio gli abitanti di Via Mastrigli sono ancora più soli

comunicati-stampa.jpg“La Giunta Alemanno ha deciso di cancellare l’ufficio antiabusivismo edilizio istituito presso il Gabinetto del Sindaco e di ‘licenziare’ il suo capo, Massimo Miglio, che da anni è il simbolo della lotta all’abusivismo del mattone a Roma”. Così dichiara Alessandro Sterpa, Capogruppo PD Municipio Roma XX, in una sua nota odierna. 

“In questi ann Massimo Miglio ha servito la Città di Roma con professionalità ed onestà, difendendo il territorio, l’ambiente ed i cittadini romani dalla violenza dell’abusivismo edilizio. Lo ha fatto con risultati indiscutibili, mettendo anche a rischio la propria serenità personale e la propria vita privata. I cittadini del Municipio Roma XX – prosegue Sterpa – hanno avuto modo di vedere con i propri occhi quanto Miglio fosse vicino ai problemi dei romani, quando con la Polizia municipale del Gabinetto del Sindaco Veltroni, proprio come capo dell’ufficio che oggi Alemanno ha cancellato, ha provveduto a coordinare la bonifica della discarica di Via Mastrigli e ad approntare il sequestro dell’area”.

“La già complicata vicenda di Via Mastrigli, che oggi vede la nostra attenzione sulle indegne condizioni del residence, caratterizzata anche da volantini e da minacce a cittadini e consiglieri che seguono la vicenda, subisce un duro colpo. Andremo avanti, ma siamo certi che mancherà nella nostra “impresa” la professionalità e la determinazione di Massimo Miglio. Chiediamo all’Assessore del Comune di Roma Corsini (al quale sono state trasferite parte delle competenze dell’ufficio guidato da Miglio) un incontro sul tema di Via Mastrigli, dove i cittadini ed i consiglieri – propone Sterpa – possano condividere con l’Assessore lo stato dell’arte, anche alla luce della recente risoluzione del Municipio XX che chiede l’intervento del Sindaco sulla vicenda”.

“Il gruppo del Partito Democratico del Municipio Roma XX esprime la propria decisa contrarietà alla scelta di cancellare l’Ufficio antiabusivismo edilizio del Gabinetto del Sindaco, si augura che l’Assessore Corsini si attivi da subito affinché non si disperda il grande patrimonio professionale ed il cospicuo lavoro amministrativo svolto fino ad oggi ed esprime il proprio ringraziamento a Massimo Miglio – conclude Sterpa – per il lavoro svolto in questi anni: un contributo appassionato e qualificato dettato dall’amore per Roma, svolto sempre nell’esclusivo interesse della nostra Città e dei romani. “

Visita la nostra pagina di Facebook

5 COMMENTI

  1. Probabilmente saremo più soli ma in realtà da queste parti non si cercava compagnia, solo efficenza e fatti.
    Sicuramente il geometra Massimo Miglio avrà svolto opera meritoria anche se della bonifica di via mastrigli non se ne vede traccia e tantomeno del sequestro a meno che non si intenda come sequesto qualche metro lineare di bandoni di plastica biancorossa.
    Credo sia stato rimosso ( così ho letto ) perchè come dipendente Ama era distaccato al comune percependo un triplice stipendio non consono alle attuali razionalizzazioni.
    Non credo serva un ulteriore distaccamento presso il sindaco di un ufficio comunque già esistente, perchè duplicare ?
    Magari sarebbe più logico far funzionare meglio quello direttamente predisposto,
    Siccome non è senza impiego e continua comunque ad operare in una struttura che dovrebbe essere in prima linea sull’argomento, mi auguro che continui la sua “battaglia” con lo stesso spirito di prima.
    Attendiamo comunque una vera bonifica ed un reale sequestro non solo dell’area ma del fabbricato su cui qualcuno che si chiami miglio o kilometro dovrà pur far luce in termini di permessi e condoni.
    Mi fanno male le braccia ormai ma continuo ad applaudire l’opera della XX tutta.

  2. Caro Consigliere Sterpa,
    a quanto pare la Giunta Alemanno non ha affatto cancellato l’uffico antiabusivismo edilizia. Infatto è arrivata prorio la nomina, in sotistituzione di Massimo Miglio di Antonio Di Maggio, già comadante dell’VIII Gruppo della Polizia Municipale e noto ai cittadini per la sua attività contro campi rom abusivi o sfruttamento dei lavoratori immigrati.

    I cittadini di via Mastrigli potranno dunque essere tranquilli di avere un seri professionista al loro servizio presso l’ufficio di coordinamento operativo per la repressione dell’abusivismo edilizio.

    Anche se francamente non vedo relazione tra la complessa situazione di via Mastrigli e l’abusivismo edilizio.

    Cordiali saluti

    Angela

  3. Angela, sono gli uomini a dare l’impronta agli uffici, non viceversa.
    Però, scherzosamente, devo dirti che non capisco proprio il tuo commento: sembra scritto dall’ufficio stampa di Di Maggio…. 🙂

  4. Infatti, Roberto. Sono gli uomini a dare l’impronta agli uffici. Per questo motivo, conoscendo come opera Di Maggio, ritengo che dare un’ottima impronta all’ufficio che è chiamato a coordinare a vantaggio di tutti i cittadini.

    Certo Di Maggio che è fin troppo schietto e diretto no ha bisogno di me come ufficio stampa… 🙂

    Il senso del mio commento era un altro.

    A leggere il comunicato di Sterpa in XX e a sentire le reazioni dei memmbri dell’opposizione in Comune alla revoca dell’incarico a Miglio sembra che si fosse commesso quasi un sacrilegio e si delineavano scenari futuri di una Roma dominata dall’abusivismo edilizio. Per via Mastrigli, poi, sarebbe stata la rovina come se tutta la vicenda si possa ridurre a un fatto di abusivismo edilizio (che anzi, secondo me m isembra assolutamente fuorviante in questo caso).

    Invece non solo il Comune ha spiegato il motivo del cambio di vertice all’ufficio antiabusivimo (come sopra accennato da Aragon), ma vi ha messo a dirirgerlo uno dei migliori vigili urbani di Roma e ha spiegato che la nomina era già programmata da tempo. Non solo non ha eliminato l’uffico antiabusiviso edilizio ma vi ha incremetato i fondi.

    Azzerando così tutte le polemiche.

    Polemiche e allarmi (come per via Mastrigli) che si sono dunque rivelate infondate, false e strumentali. Un vero autogoal del Pd a livello Comunale e di XX Municipio. Tanto è vero che Orlando Corsetti, il Presidente del I Municpio in quota Pd, che dopo la revoca di Miglio aveva indetto una manifestazione di protesta per il 12 novembre ieri è stato subito cotsretto ad annunciare la revoca del corteo.

    Questa almeno è la mia opinione. Ovviamente.

    Angela

  5. Secondo me il Mastrigli è di fatto una serie di miniappartamenti affittati e non ha più le caratteristiche della residenza turistico alberghiera. Pertanto è non solo un abuso edilizio ma urìbanistico e come tale deve essere trattato utilizzando le norme riguadanti la lottizzazione abusiva. La Cassazione penale dal 2006 ha riconosciuto che in questi casi si deve applicare anche la sanzione della confisca a favore del Comune. Se l’ente locale si sottrae a questo obbligo la confisca viene effettuata a favore della Regione (l.r. 15/2008). Sono certo che se il Comune almeno soltanto iniziasse la procedura tramite l’invio dell’avvio del procedimento, la proprietà immediatamente metterebbe fine al degrado sociale del Mastrigli, per scongiurare la perdita di proprietà del bene. Le norme ci sono, il problema è la volontà politica di applicarle.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome