Home AMBIENTE Fiocco azzurro a La Giustiniana: è nato un nuovo asilo nido comunale

Fiocco azzurro a La Giustiniana: è nato un nuovo asilo nido comunale

La posa della prima pietra avvenne a Luglio 2007.  Costruito a tempi da record, il 15 Settembre scorso è entrato in funzione il nuovo Asilo Nido Comunale nel quartiere La Giustiniana, a Roma Nord. Siamo andati a visitarlo. asilo-nido.jpg

Il nuovo nido è posto alla sinistra del parcheggio della omonima Stazione Ferroviaria ma, per arrivarci, non c’è ancora un’indicazione precisa, è il continuo via vai di  mamme con in braccio i propri piccoli che ne segnala la presenza. L’edificio, che si affaccia su una vallata panoramica, è stato costruito con criteri molto moderni, poggia su un solo piano con una grande scalinata che corre accanto ad una rampa per passeggini ed entrambe conducono all’ingresso. 

Appena entrati veniamo accolti dalle voci ma anche dal pianto di qualche piccolo ospite. Infatti per i bimbi sono giorni particolari, devono ancora abituarsi al nuovo ambiente e soffrono per il distacco dai propri genitori: non a caso questo periodo dalle puericultrici viene chiamato “dell’inserimento” ed allo stesso sono chiamati a partecipare anche i genitori.

Al di là di un’ampia vetrata notiamo numerosi bambini già intenti a giocare, serenamente controllati dalle educatrici dall’aspetto materno e rassicurante. Una di loro ci descrive la struttura: ” questo nido è aperto dalle 7.30 alle 18.00, è frequentato da 60 bambini ed è diviso in 3 sezioni ognuna da 20, a seconda della fascia di età. Siamo 12 educatrici, più un pediatra ed un dietologo che stabilisce il menù per i piccoli che hanno intolleranze e allergie. Intorno alla costruzione abbiamo poi un bel giardino dove poter giocare all’aria aperta”.

Mentre parliamo, alcune mamme osservano i loro bambini dalla vetrata decorata ed aspettano che si calmino prima di andar via. Domandiamo ad una di queste la sua impressione su queste prime  settimane di scuola. “Sono soddisfatta di questo Nido – ci risponde – le puericultrici sono delle brave professioniste e la loro età media denota una vasta esperienza in materia. I nostri figli sono seguitissimi ed il cibo è più che soddisfacente. Quando lascio mio figlio qui sono tranquilla”.  
[GALLERY=188]
Anche un’altra mamma, incrociata davanti al cancello mentre entra col suo piccolo nel passeggino, si mostra soddisfatta del nido “Non posso lamentarmi anzi. E’ un buon nido, accogliente, simpatico e con tutti i servizi efficienti. Abito in zona e l’apertura è stata una novità positiva e soprattutto necessaria per il nostro quartiere, già flagellato da tanti problemi come il traffico, le condizioni di abbandono della Stazione Giustiniana, la piccola delinquenza. Quindi ben venga qualcosa che migliori la qualità della vita dei residenti”.

Un buon risultato quindi questo nuovo nido, un buon risultato da attribuire in prima istanza al XX Municipio pur non dimenticando che, in termini più generali, la cronica carenza di asili nido nel territorio di Roma mette in crisi ogni anno le famiglie. Dalle graduatorie definitive pubblicate circa un mese fa dal Campidoglio appare che per questo anno scolastico  sono state presentate oltre 18mila domande ma che le famiglie accontentate sono state a malapena la metà.

La situazione nel XX Municipio non è diversa. Su un territorio esteso quanto la città di Milano di nidi pubblici ne esistono appena 8, di cui uno convenzionato, e se a La Giustiniana si festeggia il nuovo asilo a Cesano, ad esempio,si attende invece che vengano spesi 3 milioni di euro, stanziati dalla precedente Giunta Comunale, destinati a costruire una nuova scuola, ma ancora fermi nelle casse del Campidoglio. E nel frattempo a Cesano le famiglie fanno i conti con un solo asilo e sono costrette a cercare una soluzione in altri quartieri (leggi VignaClaraBlog del 4 Agosto 2008).

Le soluzioni non sono poche ed anche il XX Municipio, pur nella sua limitata autonomia istituzionale, potrebbe attivarsi per intraprenderle, incentivando ad esempio la creazione di asili nido aziendali presso le piccole e grandi realtà industriali presenti, aprendo maggiori convenzioni con le strutture private e  favorendo la sperimentazione locale dei nidi familiari, una soluzione che sembra essere la risposta più attuale delle famiglie alla carenza di strutture pubbliche per la prima infanzia (leggi VignaClaraBlog del 5 Giugno 2008). Ma nel frattempo, a La Giustiniana, si festeggia giustamente il nuovo asilo: 60 nostri piccoli concittadini hanno ottenuto soddisfazione.
Alessandra Stoppini

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome